L'accordo da 9 milioni di dollari di ACS a New York mette in luce i problemi nel servizio di prestito studentesco

ACS Education Services, una società che un tempo gestiva uno dei più grandi portafogli di prestiti agli studenti, pagherà a New York 9 milioni di dollari per risolvere le accuse di allontanare i mutuatari in difficoltà da piani di rimborso convenienti, hanno detto venerdì funzionari statali.

'ACS ha sistematicamente fallito i mutuatari rifiutandosi di istruirli su opzioni di rimborso federali più efficaci e, invece, spingendoli verso opzioni che hanno riempito i loro profitti', ha affermato il procuratore generale di New York Letitia A. James, che ha lavorato al fianco di Maria T. Vullo, il sovrintendente statale dei servizi finanziari, sul caso.

Il rimostranza focalizzato sui prestiti federali originati da istituti di credito privati ​​attraverso il defunto Federal Family Education Loan Program. Grandi banche, tra cui JPMorgan Chase e Wells Fargo, possedevano alcuni di quei prestiti garantiti dal governo federale e assumevano ACS, ora nota come Conduent Education Services, per riscuotere i pagamenti dai mutuatari. Sebbene i prestiti fossero detenuti da prestatori privati, i mutuatari potevano beneficiare di programmi federali che potrebbero alleviare il loro onere del debito. Ma i pubblici ministeri affermano che ACS ha trattenuto le informazioni dai mutuatari su quei programmi per mantenere i conti.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

Secondo la denuncia, ACS ha ingannato i mutuatari sui piani di rimborso basati sul reddito che possono abbassare le bollette mensili e alla fine offrire il condono del prestito. Per trarre vantaggio da tali piani, i mutuatari dovevano consolidare i propri prestiti in un programma di prestiti che avrebbe comportato il trasferimento del conto a un'altra società di servizi. ACS avrebbe omesso di fornire ai mutuatari in cerca di consolidamento le informazioni necessarie sul conto, il che ha impedito ad alcuni di completare il processo per più di tre anni.

Per evitare di perdere altri account, i pubblici ministeri affermano che ACS ha ingannato i mutuatari sulla loro idoneità per il perdono del prestito di servizio pubblico, un programma che cancella il debito degli studenti federali dopo 10 anni di pagamenti puntuali per le persone che accettano lavori nel settore pubblico.

Le autorità affermano che la società ha anche guidato troppe persone nel rinvio a breve termine dei pagamenti dei prestiti, il che ha comportato la maturazione di più interessi. Mettere qualcuno in tolleranza richiede meno scartoffie rispetto all'iscrizione di quella persona in un piano di rimborso basato sul reddito.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

I funzionari di New York affermano che ACS si è impegnata in una serie di altre violazioni della protezione dei consumatori, tra cui l'errata assegnazione dei pagamenti dei mutuatari, rapporti di credito imprecisi e pagamenti mensili esagerati.

'L'azione di New York mostra esattamente come l'industria neghi abitualmente i mutuatari - compresi i dipendenti pubblici dedicati - i loro diritti e li tenga inutilmente incatenati ai loro debiti', ha affermato Seth Frotman, direttore esecutivo dello Student Borrower Protection Center senza scopo di lucro. “Deve fermarsi. Dobbiamo proteggere i mutuatari'.

Secondo i termini dell'accordo, Conduent pagherà una multa di $ 1 milione e $ 8 milioni di risarcimento a circa 55.000 newyorkesi colpiti dalle presunte pratiche di ACS. I mutuatari idonei riceveranno un assegno fino a $ 450, a seconda della gravità del danno. Le persone che sono state messe in tolleranza per tre anni consecutivi, ad esempio, riceveranno un importo maggiore rispetto a quelle i cui pagamenti sono stati posticipati per due anni consecutivi, secondo l'ufficio del procuratore generale.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

L'accordo esclude Conduent dal servizio di prestiti per i principali programmi federali o prestiti privati ​​per i prossimi cinque anni. La società è uscita dall'attività di servizio di prestito studentesco a ottobre. Conduent era in precedenza un ramo di Xerox, ma negli ultimi anni si è separato dall'azienda.

Il portavoce di Conduent Sean Collins ha affermato che l'indagine di New York, avviata nel 2014, è incentrata su attività di manutenzione risalenti agli anni '90. Ha detto che la società 'non ha né ammesso né negato responsabilità' ma 'è lieta di lasciarsi alle spalle questi problemi legati all'eredità'.

Quando Xerox l'ha acquisita nel 2010, ACS era l'unico servicer per tutti i prestiti per l'istruzione concessi direttamente dal governo federale, con un contratto del valore di circa $ 2 miliardi. Anche quando il governo ha assunto altre società per gestire l'ondata di prestiti diretti, ACS ha continuato a gestire una parte del portafoglio e il debito originato attraverso il defunto programma bancario.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

'Il Dipartimento è stato restio a rilasciare informazioni sulle prestazioni di ACS, ma l'ACS è stato costantemente ritenuto non conforme dall'ispettore generale e dalle entità esterne', ha affermato Colleen Campbell, direttore associato per l'istruzione post-secondaria presso il Center for American Progress, un liberale serbatoio di pensiero.

Entro il 2013, il Dipartimento dell'Istruzione ha trasferito tutti i prestiti diretti che ACS gestiva ad altri servicer. Tuttavia, ACS ha continuato a fornire prestiti garantiti dal governo federale per conto delle banche.

Campbell ha affermato che l'accordo di New York 'sostiene che milioni di mutuatari ricevano il perdono parziale del debito che è stato mal gestito da ACS'.