Bloomberg sta dando a Johns Hopkins $ 150 milioni per diversificare i programmi di dottorato in scienze

Bloomberg sta dando a Johns Hopkins $ 150 milioni per diversificare i programmi di dottorato in scienze

Alla Johns Hopkins University, il numero di studenti domestici in alcuni programmi di dottorato che sono neri o ispanici può essere contato da una parte. Due in matematica, a partire dal 2019. Quattro in informatica. Cinque in ingegneria elettrica.

In ogni caso, quei totali, tratti dai dati universitari, ammontavano a non più del 5 percento di tutti i dottorandi Hopkins in quei campi. Questo è un chiaro esempio della sottorappresentazione di alcuni gruppi minoritari nei programmi di dottorato non solo a Hopkins, ma in tutta l'istruzione superiore.

Ora, grazie a una donazione di 150 milioni di dollari annunciata martedì da Mike Bloomberg, l'università di ricerca privata con sede a Baltimora prevede di ampliare l'accesso ai programmi di dottorato in scienze, tecnologia, ingegneria e matematica. Il denaro finanzierà un'iniziativa di reclutamento e sviluppo di talenti rivolta agli studenti nei campi STEM provenienti da college storicamente neri e altre istituzioni al servizio di minoranze.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

Il regalo è l'ultimo di Bloomberg a Hopkins, portando a 3,55 miliardi di dollari il record di vita totale che il miliardario dirigente d'azienda ed ex sindaco di New York ha dato alla sua alma mater. Nessun filantropo, secondo gli esperti in materia, ha dato di più a nessuna università statunitense. Nel 2018, Bloomberg ha dato a Hopkins 1,8 miliardi di dollari per aiuti finanziari agli studenti.

Il presidente di Hopkins Ronald J. Daniels ha affermato che il nuovo dono consentirà all'università di affrontare una 'disparità sorprendente e persistente' nell'istruzione universitaria. Per generazioni, i programmi di dottorato, in particolare in scienze e ingegneria, sono rimasti indietro nel reclutare studenti neri, latini e nativi americani. 'Negli ultimi 20 e più anni, rapporto dopo rapporto, commissione dopo commissione, si è lamentato della mancanza di progressi', ha affermato Daniels.

Bloomberg si è laureato alla Hopkins nel 1964 con una laurea in ingegneria elettrica.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

'I campi STEM svolgono un ruolo sempre più importante nello sviluppo di soluzioni innovative per un'ampia gamma di sfide urgenti, tuttavia i programmi di dottorato STEM non riflettono l'ampia diversità del nostro paese', ha affermato Bloomberg in una nota. “Quindi creare opportunità più eque per più studenti è fondamentale per il futuro del nostro Paese in tanti modi”.

A partire dal 2020, Hopkins aveva 2.343 studenti di dottorato in più di 30 programmi STEM. Il 41% di quegli studenti era internazionale. Circa l'11%, o 266, erano cittadini statunitensi o residenti permanenti identificati come neri, afroamericani, ispanici, indiani d'America, nativi hawaiani o nativi dell'Alaska. La maggior parte del resto si identificava come bianca o asiatica americana.

Con il regalo, Hopkins prevede di creare circa 100 nuovi slot per studenti che hanno conseguito diplomi di laurea da college e università storicamente neri e centinaia di altre scuole che soddisfano uno standard federale per la designazione come istituzioni che servono le minoranze .

‘Trasformazionale’: i regali di MacKenzie Scott agli HBCU, altri college superano gli 800 milioni di dollari

Coloro che riempiranno i nuovi posti, a partire dall'autunno 2022, saranno conosciuti come Vivien Thomas Scholars. Hopkins ha affermato che il nome onora uno scienziato nero che ha svolto un lavoro pionieristico presso il Johns Hopkins Hospital negli anni '40 nello sviluppo di una tecnica di chirurgia cardiaca, chiamata shunt Blalock-Taussig, per facilitare l'ossigenazione del sangue in alcuni neonati affetti da 'sindrome del bambino blu'. '

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

Tommaso è cresciuto nel sud durante l'era di Jim Crow e non è mai stato in grado di iscriversi alla scuola di medicina. Hopkins gli ha conferito un dottorato onorario nel 1976 ed è stato nominato istruttore di chirurgia presso la Hopkins School of Medicine.

Il dono di Bloomberg finanzierà fino a sei anni di tasse scolastiche, uno stipendio, un'assicurazione sanitaria e un finanziamento di viaggio per ciascuno degli studiosi.

Hopkins mira inoltre a utilizzare il dono per collaborare con college e università per fornire opportunità di ricerca e tutoraggio a studenti universitari promettenti con interesse per la scienza e l'ingegneria. Alcune delle aperture di ricerca saranno progettate per coloro che hanno già conseguito una laurea e stanno valutando ulteriori studi.

La storia continua sotto la pubblicità

Tra i primi partner in questo sforzo, ha affermato Daniels, ci sarà l'Università del Maryland Baltimore County (UMBC), che è un'istituzione al servizio di minoranze, nonché le storicamente scuole nere Howard University, Morgan State University, Prairie View A&M University, Spelman College e Morehouse College.

Il Dipartimento per l'Energia assegna 17,3 milioni di dollari in finanziamenti per la ricerca, si rivolge agli studenti di colore

Le partnership faranno una dichiarazione sia pratica che simbolica.

Hopkins è ampiamente conosciuta come la prima università di ricerca della nazione e una delle più prestigiose al mondo. Ma non è sempre stato considerato un esempio di pari accesso e opportunità. L'iniziativa sulla diversità del dottorato 'dice agli studenti afroamericani e ad altri studenti che Hopkins si preoccupa, francamente', ha affermato Freeman A. Hrabowski III, presidente della vicina UMBC. 'Quel messaggio è molto importante'.

La storia continua sotto la pubblicità

Damani Piggott, professore associato di medicina ed epidemiologia presso Hopkins, supervisionerà l'iniziativa Thomas Scholars. Nel lavoro, ha detto Piggott, vede qualcosa del suo percorso. Si è laureato a Morehouse con una laurea in biologia e spagnolo, quindi ha conseguito un dottorato di ricerca e un dottorato in medicina, o MD, presso la Yale University. Piggott ha ricordato di essere arrivato a Morehouse senza una profonda conoscenza dei campi STEM. Con lo stimolo e l'incoraggiamento della facoltà lì, ha detto, 'mi hanno davvero aperto il mondo della scienza'.

Ora è ansioso di avere la possibilità di aiutarlo a pagarlo in avanti. 'Non posso esprimere abbastanza la mia esuberanza', ha detto Piggott.