Gli insegnanti di Chicago si oppongono al piano di riapertura, se non tornano subiscono una perdita di stipendio

Gli insegnanti di Chicago si oppongono al piano di riapertura, se non tornano subiscono una perdita di stipendio

CHICAGO — Le scuole pubbliche di Chicago riapriranno lunedì per alcuni studenti per la prima volta dalla scorsa primavera, nel mezzo di un'escalation di scontri tra i funzionari della città, che minacciano di trattenere la paga agli insegnanti che non si presentano, e la potente Chicago Teachers Union, che sostiene che le scuole non sono adeguatamente attrezzate per combattere il coronavirus.

Gli insegnanti che non si presentano al lavoro lunedì 'saranno considerati assenti senza permesso e non potranno essere retribuiti', ha affermato Janice Jackson, CEO del terzo distretto scolastico della nazione.

Il sindaco Lori Lightfoot ha dichiarato di essere determinata a riaprire le scuole lunedì, iniziando un ritorno graduale all'apprendimento di persona e che i funzionari della città stanno 'facendo tutto il possibile per mettere la sicurezza in questa pandemia al centro e al centro'.

La storia continua sotto la pubblicità

Ma gli insegnanti, molti dei quali sono tornati nelle aule lunedì scorso per iniziare a prepararsi, hanno affermato di aver trovato le condizioni inaccettabili e hanno definito la richiesta di iniziare a insegnare 'senza cuore'.

La situazione crea una potenziale resa dei conti tra un potente sindacato degli insegnanti che ha una storia di scioperi e un distretto scolastico determinato ad aprire nonostante l'aumento dei casi di coronavirus.

Thad Goodchild, avvocato del sindacato degli insegnanti, ha affermato che sarebbe illegale se il distretto trattenesse la paga per il lavoro svolto in remoto, come ha minacciato di fare, o se il distretto bloccasse gli insegnanti fuori da Google Classroom in modo che non fossero in grado di insegnare ai propri studenti virtualmente se non tornano di persona.

La storia continua sotto la pubblicità

Il sindacato e il distretto hanno continuato a incontrarsi durante il fine settimana, ha detto Goodchild. Se non riescono a raggiungere un accordo, ha detto, 'tutte le opzioni sono sul tavolo'. Ha detto che uno sciopero è possibile 'se il CPS e il sindaco si vendicano contro gli insegnanti a cui è stato ordinato di presentarsi di persona lunedì' ma scelgono di rimanere a distanza.

Goodchild ha affermato che il sindacato spera che il distretto 'torni in sé' e ritarderà il suo piano fino a quando gli insegnanti, considerati lavoratori essenziali, non potranno essere vaccinati.

Jackson ha affermato che la riapertura 'non è una misura che prendiamo alla leggera', aggiungendo che per riaprire non è necessario un accordo con il sindacato degli insegnanti. 'Operativamente, siamo pronti ad aprire e lunedì possiamo condurre la scuola', ha detto.

La storia continua sotto la pubblicità

Nell'ottobre 2019 il sindacato, che conta 25.000 insegnanti, ha organizzato uno sciopero di 14 giorni, il suo sciopero più lungo in più di tre decenni. Ha raggiunto un accordo con Lightfoot che includeva la riduzione delle dimensioni delle classi e l'assunzione di più assistenti sociali e infermiere scolastiche.

'Questa è la nostra opportunità per stabilire un nuovo corso per chi siamo come città', ha detto Lightfoot venerdì.

Circa 6.000 da restituire

Secondo il piano a più livelli della città, gli studenti pre-K e gli studenti che sono studenti diversi di tutte le età che necessitano di un sostegno da 'moderato a intensivo', nonché le famiglie che scelgono di inviare i propri figli, vengono riportati per primi. Jackson stima che circa 6.000 studenti in quei dati demografici torneranno lunedì.

Come DC e i suoi insegnanti, con piani e richieste mutevoli, non sono riusciti a riaprire le scuole

Altri 70.000 studenti hanno deciso di tornare il 1° febbraio, quando il distretto prevede di riaprire l'insegnamento di persona per la scuola materna fino alla terza media. Non è stata fissata una data per il ritorno fisico dei liceali a scuola, ma alcuni prevedono che potrebbe essere a marzo.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

Lunedì, quasi la metà degli insegnanti che avrebbero dovuto tornare una settimana prima dell'arrivo degli studenti. Alcuni insegnanti hanno insegnato a distanza per ore fuori dalle loro scuole con un tempo di 27 gradi per protestare contro il piano di riapertura del distretto.

'Non voglio davvero tornare indietro, ma non c'era modo per me di non farlo', ha detto Heather Debby, un'insegnante di inglese di seconda media che ha due bambine di 4 anni in età prescolare e un marito che è anche un insegnante CPS. “Potremmo prendere un congedo non retribuito, ma non è proprio un'opzione. Mi piace la mia casa.'

Altri, come Diana Muhammad, insegnante di educazione fisica e danza al Beasley Academic Center, che ha parlato venerdì durante una conferenza stampa della Chicago Teachers Union, ha affermato che con riluttanza ha accettato di tornare a dicembre. Ma poi sua figlia di 5 anni si è ammalata con 'vari sintomi dappertutto' per una settimana prima di svegliarsi una mattina incapace di vedere.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

Muhammad ha detto che dopo aver trascorso una settimana in ospedale, a sua figlia è stata diagnosticata la sindrome infiammatoria multisistemica, chiamata anche MIS-C, che colpisce diversi organi del corpo dopo che una persona ha contratto il covid-19, la malattia causata dal nuovo coronavirus.

'Non avevo idea che avesse il covid perché, come molti bambini, era asintomatica', ha detto Muhammad a proposito di una malattia che secondo i Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie colpisce in modo sproporzionato i bambini neri e latini. 'Colpisce solo i bambini piccoli e si verifica da quattro a sei settimane dopo che sono entrati in contatto con il covid'.

La situazione ha cambiato la prospettiva di Maometto.

'Mi è stato detto che questo è raro', ha detto. “Ma per quanto tempo sarà raro che i casi continuino ad aumentare? Sono seriamente preoccupato per il fatto che torniamo indietro senza avere un piano ben congegnato'.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

La città ha un tasso di positività mobile di sette giorni di oltre il 10%, con lo stato dell'Illinois che ha superato il triste traguardo di 1 milione di casi di coronavirus segnalati giovedì, secondo il Dipartimento della sanità pubblica dell'Illinois.

Marielle Fricchione, direttore medico del Dipartimento di sanità pubblica di Chicago, ha affermato di sostenere la riapertura del CPS, citando i tassi di positività al virus che ora sono inferiori rispetto alla primavera e all'autunno.

La città ha avuto un tasso di positività mobile di sette giorni del 15,9 percento a novembre e del 30 percento ad aprile, secondo Dashboard COVID di Chicago, e i tassi di infezione hanno ricominciato a salire da un minimo dell'8,4% a dicembre. Secondo il distretto, 640 adulti e nove studenti hanno contratto il covid.

La storia continua sotto la pubblicità

[Vaccini, dollari e Biden aumentano la pressione sugli insegnanti perché tornino a scuola]

Meno del 40% delle famiglie dall'età prescolare all'ottavo anno sceglie di rimandare i propri figli a scuola.

'Care pod' per isolare i malati

Il distretto ha creato 'stanze di cura' e 'custodie di cura' per isolare i bambini malati che includono strutture temporanee pop-up di tipo ospedaliero che alcuni hanno paragonato sui social media a 'gabbie di plastica' per bambini che potrebbero essere utilizzate dalle forze dell'ordine e delle dogane statunitensi.

Nel West Side della città, nel quartiere di Humboldt Park, la Lowell Elementary School ha chiesto agli insegnanti di firmare un modulo che libererà la scuola dalla responsabilità per eventuali conseguenze sulla salute nell'edificio.

La storia continua sotto la pubblicità

Lena Carrillo, un'insegnante di educazione speciale prescolare nel North Side di Chicago, ha affermato che dei 111 studenti che si sono iscritti per l'asilo nella sua scuola, solo quattro tornano di persona e nessuno dalla sua classe.

Carrillo, una madre di due figli, ha iscritto i suoi figli in una scuola privata cattolica e ha detto che non c'è paragone. Una delle maggiori differenze, oltre ad avere un'educazione basata sulla fede, sono i protocolli di pulizia, che sono diventati un problema per le scuole pubbliche di Chicago da quando il distretto ha esternalizzato i suoi servizi di custodia, ha detto.

Carrillo dice che i bagni della sua scuola pubblica erano così sporchi che alcuni dei genitori dei suoi studenti si sono offerti di pulirli. 'Ho dovuto dire loro di no, abbiamo apprezzato l'offerta, ma questo è il lavoro dei custodi', ha detto Carrillo, che insegna a Chicago da 14 anni. “Avevamo solo un bidello che era un dipendente CPS, ma è cambiato quando tutto ha iniziato a essere esternalizzato. Ora tutto è disgustoso. Stiamo pulendo tutte le nostre cose'.

Carrillo ha detto che quando è andata nella sua classe in ottobre per sistemarla, la stanza era sporca.

'Il fatto che ci fosse sporcizia e sporcizia, e che nessun bambino fosse stato lì da marzo, ma che i custodi fossero stati lì, è stato sbalorditivo', ha detto.

Il problema è stato ben documentato dopo che il capo delle strutture delle scuole pubbliche di Chicago, Leslie Fowler, è stato estromesso nel 2018, a seguito di ispezioni che hanno scoperto dozzine di edifici che hanno ripetutamente fallito i controlli di pulizia.

Lo scorso marzo, quando la pandemia ha preso piede, il Chicago Board of Education ha votato per porre fine al suo rapporto con due società di servizi di ristorazione e gestione delle strutture - Aramark e Sodexo - del valore di centinaia di milioni di dollari a causa di problemi sistemici, ma ha accettato un'estensione del contratto continuare a esternalizzare fino al 1° luglio fino a quando non sarà trovata una soluzione.

Gli insegnanti temono la qualità dell'aria

Carrillo afferma di essere preoccupata anche per la qualità dell'aria e il sistema di ventilazione, che, ha detto, ha superato un test di controllo esclusivamente sulla base del fatto che ha una finestra funzionante nella sua classe. Carrillo ha detto che le è stato dato anche un filtro dell'aria, ma va bene per soli 500 piedi quadrati, che è più piccolo della sua classe.

Nancy Wright, un'insegnante di scuola materna nel Far North Side di Chicago, ha affermato di essere preoccupata anche per la pulizia e la qualità dell'aria e ha visitato DonorsChoose.org per assicurarsi due depuratori d'aria prima che il distretto iniziasse a distribuirli.

In previsione dell'apertura, Wright ha affermato di aver provato a seguire i protocolli su ciò che accade una volta che i suoi studenti arrivano a scuola e le procedure sanitarie per i controlli della temperatura, ma ha faticato a ottenere risposte.

Wright ha detto che i genitori compileranno un'applicazione per lo screening della salute prima di portare i bambini a scuola, ma le è stato detto che gli insegnanti non avranno accesso allo screening della salute per motivi di privacy. 'Quindi come faccio a sapere se i miei studenti hanno superato lo screening sanitario?' lei disse.

Wright ha anche affermato che, come insegnante di scuola materna, mantenere il distanziamento sociale con i bambini piccoli non è realistico.

'Quindi qual è una quantità realistica di spazio che possiamo dare loro?' ha detto Wright, che lavorerà in una classe di 15 bambini con altri due adulti. “Non c'è stata una vera guida. Il pensiero di un ritorno in questo momento senza un vero piano conciso è spaventoso'.

Lightfoot e Jackson hanno espresso apertamente la necessità di aiutare le comunità nere e latine.

'Meritano l'accesso a un'opzione di apprendimento di persona', ha detto Jackson. “Abbiamo assistito a un drastico calo di presenze, iscrizioni e voti. Nessuno è più colpito dai nostri studenti afroamericani sui lati sud e ovest di Chicago. Stanno lottando per far funzionare l'apprendimento a distanza per ragioni che sfuggono al loro controllo'.

Nonostante CPS sia un distretto scolastico in cui oltre l'80% degli studenti sono neri e latini, la maggioranza che si è iscritta all'apprendimento di persona è bianca.

Dei 207.999 studenti iscritti al CPS, solo il 37,2% ha optato per l'apprendimento di persona. Dei 77.343 studenti che hanno aderito, la maggioranza - 67,5% - sono bianchi. Solo il 31 percento delle famiglie latine, il 33 percento delle asiatiche e il 33,9 percento delle famiglie nere ha affermato che manderebbero i propri figli a lezioni di persona.

'Abbiamo un numero molto elevato di covid nelle comunità nere e latine', ha affermato l'assessore Jeanette Taylor, un ex organizzatore della comunità il cui reparto copre i quartieri di Englewood, Back of the Yards e Washington Park nel South Side di Chicago.

“Non tutte le scuole hanno abbastanza filtri HVAC. Niente che il CPS possa fare mi convincerà che è abbastanza sicuro che i giovani tornino indietro', ha detto Taylor, che tiene a casa il figlio adolescente autistico. “Apprezzo e amo le cure che riceve mio figlio perché ha un sistema di supporto. Insegnare a un bambino autistico non è come i giovani normali, quindi ha bisogno di quel supporto, ma non a costo della sua morte'.

L'assessore Matt Martin, il cui reparto copre il ricco quartiere di Lincoln Square sul lato nord della città, lo definisce un 'problema complicato'.

'Ho parlato con un certo numero di famiglie che non si sentono a proprio agio nel restituire i propri figli e ho parlato con altre che lo desiderano fortemente', ha detto.

Il 3 gennaio, Martin ha inviato una lettera, che 38 dei 50 assessori della città hanno ora appoggiato, a Lightfoot e Jackson esprimendo preoccupazione per la riapertura dell'apprendimento di persona.

Gli assessori di Chicago hanno programmato un'udienza sul piano di riapertura del CPS per lunedì, il giorno in cui è previsto il ritorno del primo gruppo di studenti per l'apprendimento di persona.

Reiss è un giornalista freelance con sede a Chicago. Twitter: @dawnreiss

Ricevi aggiornamenti sulla tua zona consegnati via e-mail