Il calo del tasso di natalità significa tempi duri per i college

Il calo del tasso di natalità significa tempi duri per i college

WORCESTER, Mass. — Solo i canti degli uccelli penetrano nel silenzio dei giardini ben curati ma deserti del Becker College.

Un segno sull'ufficio del registro fornisce un indirizzo web per gli studenti che hanno bisogno delle loro trascrizioni; un altro, sulla porta chiusa della libreria, pubblicizza portachiavi a metà, bicchieri, abbigliamento e quant'altro con il logo Becker.

'Tutto deve andare', dice.

Il collegio, che fa risalire le sue origini al 1784, ha avuto il suo ultimo inizio questa primavera dopo una costante erosione delle iscrizioni. Il numero di studenti universitari a tempo pieno è diminuito del 21 per cento negli ultimi cinque anni, a 1.250 quest'anno. Anche attirare così tanti richiedeva di dare a ogni matricola in arrivo uno sconto dalle tasse pubblicizzate, rivelano i dati federali.

La storia continua sotto la pubblicità

I fiduciari di Becker hanno incolpato la pandemia di coronavirus per aver accelerato questo declino; alcuni studenti che sono stati accettati non si sono mai presentati, hanno preso congedi, si sono ritirati o hanno deciso di non vivere nel campus.

Un flusso costante di studenti latini stava arrivando nei campus universitari. Poi è arrivata la pandemia.

Ma concentrarsi solo sugli effetti del virus sulle iscrizioni oscura il fatto che una flessione demografica ha già schiacciato college e università per un decennio, durante il quale il numero di studenti è diminuito di 2,6 milioni senza precedenti, ovvero il 13%.

A causa di un calo del numero di nascite durante l'ultima recessione, si prevede un altro calo, dall'11 al 15%, a partire dalla metà degli anni 2020, nel numero di potenziali studenti universitari di 18 anni che si diplomano alle scuole superiori.

La storia continua sotto la pubblicità

Ora, i nuovi cupi dati sul tasso di natalità che riflettono le concezioni che per lo più hanno preceduto la pandemia si aggiungono alle terribili previsioni – e il peggio potrebbe essere in arrivo, secondo i primi segni di un calo ancora più netto da allora nelle persone che hanno figli.

Ciò significa che ogni speranza di rimbalzo sta svanendo.

'Il rimbalzo non arriverà, o certamente non arriverà per molto tempo', ha affermato Ken Anselment, vicepresidente per l'iscrizione alla Lawrence University nel Wisconsin.

Questa è un'altra cattiva notizia per i college, alcuni dei quali continueranno a lottare per rimanere a galla; fusioni e ridimensionamento delle università pubbliche sono già state proposte in stati tra cui la Pennsylvania.

Ma ci sono indicazioni che la profondità della loro situazione stia finalmente spingendo anche i college e le università ad apportare cambiamenti strutturali che i critici ritengono attesi da tempo, che potrebbero appiattire o abbassare i costi degli studenti, ridurre i tassi di abbandono, collegare meglio le offerte accademiche alla domanda sul posto di lavoro, rendere è più facile da trasferire e adattarsi alle esigenze degli anziani e di altri mercati non sfruttati.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

Le tasse e le tasse universitarie in autunno sono aumentate della percentuale più bassa degli ultimi tre decenni, secondo The College Board, e molti college e università hanno annunciato il congelamento o la riduzione delle tasse scolastiche per il prossimo anno accademico.

'C'è sicuramente una pressione sui prezzi nei college, sia pubblici che privati', ha affermato Kent Rinehart, assistente vicepresidente per la gestione delle iscrizioni al Marist College.

Alcune istituzioni non solo mantengono stabili i prezzi, ma li riducono. La Rider University sta tagliando le sue tasse universitarie per i nuovi studenti di oltre un quinto, a $ 35.000; Fairleigh Dickinson, fino a un quarto, a $ 32.000, nei suoi campus nel New Jersey. L'Università di Akron sta riducendo del 30% il costo degli alloggi nel campus.

La storia continua sotto la pubblicità

Le università che fanno questo affermano che stanno 'creando un maggiore accesso e opportunità', come ha affermato Fairleigh Dickinson, o si stanno muovendo per 'rafforzare il valore educativo', secondo Rider. Ma si stanno anche inchinando a una legge fondamentale dell'economia: i prezzi scendono quando la domanda diminuisce.

L'iscrizione rifiuta

Le iscrizioni sono diminuite ogni anno dal 2011, secondo il National Student Clearinghouse Research Center, da oltre 20 milioni a poco meno di 17,5 milioni quest'anno.

Poiché le persone hanno avuto meno figli durante l'ultima recessione nel 2008, si prevede che il numero di diciottenni che si diplomano alla scuola superiore diminuirà nuovamente a livello nazionale dopo il 2025 dall'11 al 15%, secondo le stime di Commissione interstatale occidentale per l'istruzione superiore, o WICHE e Nathan Grawe, economista del Carleton College rispettivamente.

La storia continua sotto la pubblicità

Ora i nuovi dati federali mostrano che il numero di nascite continua a diminuire, scendendo di 142.000 o 4% l'anno scorso al punto più basso dal 1979.

Si tratta di 'un calo maggiore del previsto', ha affermato Patrick Lane, vicepresidente dell'unità di analisi e ricerca politica di WICHE. 'È anche preliminare, e ciò di cui tutti sono preoccupati sono i numeri di nascita di quest'anno'.

È probabile che siano peggio. Gli economisti Phillip Levine del Wellesley College e Melissa Kearney dell'Università del Maryland prevedono un calo ancora più netto di almeno 300.000 nascite in meno nel 2021, grazie alle perdite di posti di lavoro dovute alla pandemia e ai blocchi che hanno impedito alle potenziali coppie di incontrarsi.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

Il 34% delle donne ha dichiarato di aver ritardato la gravidanza o di avere meno figli, secondo il Guttmacher Institute, e quasi la metà degli adulti intervistati dal Kinsey Institute ha affermato di avere meno rapporti sessuali.

Tra le altre cose, questo calo della produzione di bambini significa che ancora meno studenti entreranno nei college e nelle università tra 18 anni.

L'improvvisa flessione segue la crescita quasi ininterrotta dell'istruzione superiore - 'un ciclo di crescita di 150 anni', ha affermato Rob Sentz, chief innovation officer presso la società di analisi del mercato del lavoro EMSI e coautore di un rapporto sull'incombente scogliera demografica - che ha raccolto solo su vapore quando il baby boom è passato.

La storia continua sotto la pubblicità

Ora i responsabili delle iscrizioni e gli osservatori si aspettano che lo shock del crollo dei numeri inneschi una rinnovata attenzione all'accessibilità, alla conservazione, al trasferimento e alla ricerca di nuovi mercati nella riqualificazione degli anziani.

'Per quanto spaventoso possa essere, è anche stranamente un momento davvero entusiasmante per l'innovazione in un settore dell'istruzione superiore che tradizionalmente non è stato molto bravo in questo', ha detto Anselment della Lawrence University.

Oltre a rallentare gli aumenti annuali dei costi, le istituzioni stanno cercando di convincere i potenziali studenti e le loro famiglie che la loro istruzione porterà a un buon lavoro.

'I college stanno esaminando in modo molto più approfondito le offerte di programmi e si assicurano che ciò che abbiamo sia rilevante per il mercato', ha affermato Anselment.

La storia continua sotto la pubblicità

Lawrence, ad esempio, sta raddoppiando le discipline relative alla salute e le scienze ambientali. Becker, prima che chiudesse, ha creato un programma di game design così apprezzato che è stato raccolto dal Worcester Polytechnic Institute e dalle università Clark e Lesley.

Questo è anche un esempio di come le istituzioni competono per il trasferimento di studenti i cui crediti in precedenza molti si rifiutavano di accettare.

'Stai vedendo questa incredibile pressione per raggiungere gli obiettivi di trasferimento', ha detto Rinehart. 'I college a cui mancano i loro obiettivi da matricola molto spesso si rivolgono ai trasferimenti per cercare di colmare la carenza'.

Tagliare via i tassi di abbandono

Anche gli amministratori stanno cercando di ridurre i tassi di abbandono, tappando la sostanziale perdita di studenti paganti che stanno perdendo.

'Devi considerare ogni singola persona che hai due volte più preziosa di prima', ha detto Sentz.

Le università e i college stanno anche osservando i milioni di persone che necessitano di formazione e credenziali per avanzare nella propria carriera o trovarne di nuove. Secondo il National Student Clearinghouse Research Center, quasi 36 milioni di americani hanno dei crediti ma non hanno mai terminato i loro studi.

È un mercato enorme, ma che molti college e università hanno tardato a sfruttare e per il quale devono affrontare la concorrenza consolidata dei grandi fornitori online.

La demografia e la concorrenza non sono gli unici problemi che arrivano al pettine per molti college e università.

Un tempo un punto luminoso, secondo l'Institute of International Education, le iscrizioni di nuovi studenti internazionali sono in calo dal 2015.

La pandemia porta decine di migliaia di studenti internazionali a ritardare i piani per entrare nei college statunitensi, mostra un sondaggio

Nel frattempo, gli americani sono diventati sempre più scettici sul ritorno sul loro investimento in tasse scolastiche; Il 57 percento degli studenti universitari attualmente iscritti afferma che la propria istruzione non vale i soldi, secondo un sondaggio del think tank di centrosinistra Third Way.

Ci sono alcuni segni nei nuovi dati sul tasso di natalità che il minor numero di potenziali studenti che entrano nel gasdotto è almeno più in grado e adatto ad andare al college, ha detto Levine, l'economista di Wellesley che lo ha studiato.

Questo perché il calo delle nascite è particolarmente pronunciato tra le madri adolescenti e le persone a basso reddito, i cui figli hanno storicamente meno probabilità di andare all'università, ad esempio, mentre il numero di nascite da donne laureate è in aumento.

Loro - e le donne che ritardano l'educazione dei figli per motivi di carriera - sono spesso in ultima analisi, meglio in grado di pagare le eventuali tasse scolastiche dei loro figli.

Solo il tempo – e se le persone torneranno ad avere figli – determinerà come andrà a finire questa implacabile recessione, ha detto Anselment.

“Chissà cosa porterà la pandemia?” Egli ha detto. 'Lo scopriremo tra 18 anni, suppongo.'

Questa storia sull'iscrizione al college e all'università è stato prodotto da Il rapporto Hechinger , un'organizzazione di notizie indipendente e senza scopo di lucro focalizzata sulla disuguaglianza e l'innovazione nell'istruzione. Iscriviti al nostro newsletter per l'istruzione superiore .

Ricevi aggiornamenti sulla tua zona consegnati via e-mail