I voti negativi aumentano nel più grande sistema scolastico della Virginia mentre emerge un divario di apprendimento online a livello nazionale

I voti negativi aumentano nel più grande sistema scolastico della Virginia mentre emerge un divario di apprendimento online a livello nazionale

Un rapporto sui voti degli studenti di uno dei più grandi distretti scolastici della nazione offre alcune delle prime prove concrete che l'apprendimento online sta costringendo a un notevole calo del rendimento scolastico degli studenti e che gli studenti più vulnerabili - bambini con disabilità e studenti di lingua inglese - stanno soffrendo di più.

Fairfax County Public Schools in Virginia, che è per lo più online da marzo, ha pubblicato un'analisi interna questa settimana mostrando che, tra l'ultimo anno accademico e questo, la percentuale di studenti delle scuole medie e superiori che guadagnano F in almeno due classi è balzata dell'83 percento: dal 6 percento all'11 percento. Entro la fine del primo trimestre del 2020-2021, quasi 10.000 studenti Fairfax avevano ottenuto F in due o più classi, un aumento di oltre 4.300 studenti rispetto al gruppo che ha ricevuto F nello stesso periodo dell'anno scorso.

Gli esperti hanno avvertito dall'inizio della pandemia e dall'inaspettato esperimento nazionale nell'apprendimento online, che la scuola a distanza avrebbe un grave tributo accademico sui bambini.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

Ora, stanno iniziando a emergere prove di scarsi risultati nelle aule virtuali a livello nazionale: nel distretto scolastico indipendente di Houston, più del 40 percento degli studenti ottiene voti negativi in almeno due delle loro classi, secondo i dati riportati dallo Houston Chronicle. Allo stesso modo a St. Paul, Minnesota, dove il sovrintendente ha recentemente riferito che quasi il 40 percento dei liceali delle scuole pubbliche di St. Paul hanno un punteggio debole, ha riferito la stazione televisiva locale KARE.

Gli educatori hanno lottato con la domanda su come valutare gli studenti in un ambiente virtuale dalla primavera. Molti distretti hanno optato per un sistema pass/fail per chiudere l'ultimo trimestre dell'anno scolastico 2019-2020 perché studenti e insegnanti sono stati catapultati in un mondo solo online senza quasi tempo per adeguarsi o prepararsi.

Ma la tattica ha portato a cali significativi nel coinvolgimento e nella partecipazione, poiché le famiglie costrette a navigare nei capricci della pandemia hanno dato priorità ad altre preoccupazioni. Quindi, dopo che i distretti scolastici hanno costruito da zero programmi di apprendimento a distanza durante l'estate, molti insegnanti hanno consigliato di valutare il più vicino possibile a quello che normalmente verrebbero in autunno. I funzionari della scuola speravano di inviare un messaggio: gli studenti devono prendere sul serio la scuola virtuale.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

Le apparenti conseguenze di tale decisione, dimostrate nuovamente dalle statistiche Fairfax pubblicate questa settimana, stanno confermando i timori su come la pandemia stia determinando un divario di equità nell'istruzione americana che potrebbe rivelarsi impossibile da colmare. I dati di Fairfax mostrano che i bambini che sono impegnati e si preoccupano profondamente della scuola - bambini in situazioni familiari stabili, i cui genitori dispongono di risorse sufficienti - rimarranno coinvolti in un ambiente online, mentre i bambini il cui temperamento, stato socioeconomico o situazione familiare li hanno storicamente esclusi dall'attività accademica il successo scivolerà sempre più indietro.

Secondo l'analisi di Fairfax, i bambini che erano studenti mediocri o poveri hanno improvvisamente iniziato a guadagnare più voti con bocciatura, anche in classi in cui non erano mai stati bocciati prima. Storicamente, gli studenti a basso rendimento stanno assistendo a un'esplosione di C, D e F in questo semestre, molto più di quanto ci si sarebbe aspettato in base al loro modello di rendimento negli anni passati.

'I risultati indicano un divario sempre più ampio tra gli studenti che in precedenza avevano risultati soddisfacenti e quelli con risultati insoddisfacenti', conclude il rapporto. 'Gli studenti che hanno ottenuto buoni risultati in precedenza hanno principalmente ottenuto risultati leggermente migliori del previsto durante il primo trimestre di quest'anno'.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

'Al contrario, gli studenti che in precedenza non si comportavano bene, si sono comportati molto meno bene', continua.

Anche in tempi normali, fattori come lo stato socioeconomico, la razza e il fatto che i genitori parlino inglese rappresentavano circa i due terzi dei punteggi di rendimento degli studenti e delle abilità nei test standardizzati, ha affermato Jack Schneider, un assistente professore di educazione presso l'Università del Massachusetts a Lowell che dirige ricerca per il Massachusetts Consortium for Innovative Education e recentemente ha pubblicato un libro su test della scuola pubblica.

In questa fase della pandemia, ha affermato, gli Stati Uniti hanno raggiunto un punto di svolta: il danno arrecato agli scolari con scarse risorse rischia di essere irreparabile. La cosa migliore che la nazione può fare sarebbe offrire a tutti un 'rifacimento', ha detto Schneider.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

'L'impostazione predefinita dovrebbe essere che, una volta tornati di persona, tutti possano tornare al grado in cui erano nel marzo del 2020', ha affermato. 'Dobbiamo rallentare il ritmo in nome dell'equità'.

A Fairfax, i cui 186.000 studenti lo rendono il più grande sistema scolastico della Virginia, il sovrintendente Scott Brabrand ha affermato che i funzionari stanno lavorando rapidamente per aumentare i voti. Ha notato che molti bambini che stavano andando bene negli studi prima della pandemia stanno ancora guadagnando voti alti, anche se ha riconosciuto che altri 'che in precedenza hanno avuto difficoltà a scuola. . . continuare a farlo».

Brabrand ha aggiunto in una dichiarazione: 'Stiamo lavorando per identificare questi studenti per nome e per necessità e stiamo lavorando su interventi specifici per sostenerli in questo momento e mentre torniamo di persona'.

La storia continua sotto la pubblicità

Fairfax ha restituito diverse migliaia di studenti negli edifici scolastici nel corso dell'autunno, dando la priorità agli studenti con disabilità, a quelli la cui lingua primaria non è l'inglese e all'asilo fino agli studenti delle elementari. Ma quando i casi sono aumentati nell'area di Washington, il sovrintendente questo mese ha bloccato i piani per ulteriori ritorni e ha rimandato alcuni gruppi a tutti gli studi virtuali.

Lunedì, Brabrand ha annunciato che quasi 3000 studenti in più - studenti delle scuole elementari e studenti delle scuole superiori che frequentano corsi di carriera e tecnici - torneranno all'istruzione solo online.

Fairfax ritarda l'istruzione di persona mentre i gruppi di insegnanti della Virginia chiedono a Northam di restituire lo stato a una scuola completamente virtuale

Ha detto che Fairfax ha già cercato di aiutare i bambini in difficoltà istituendo 'giorni di recupero' ed estendendo il periodo di valutazione del primo trimestre. Il sistema scolastico ha anche rivisto il carico di lavoro degli studenti per renderlo meno oneroso questo semestre, ad esempio istruire gli insegnanti a dare agli studenti non più di un'ora a settimana di compiti a casa per ogni corso.

La storia continua sotto la pubblicità

E il sistema scolastico ha modificato i voti: gli insegnanti Fairfax dovrebbero fornire 'ulteriore flessibilità' sulle scadenze, per accogliere le assenze degli studenti senza penalizzarli e per consentire ampie opportunità di ripetizione dei test, secondo guida pubblicata online .

Ma un insegnante di scuola superiore Fairfax, che ha parlato a condizione di anonimato per paura di ritorsioni da parte del sistema scolastico, ha detto che sta facendo tutte queste cose - e ancora, dal 50 al 70 percento dei suoi 150 studenti stanno ottenendo D e F, mentre prima di aver guadagnato B e C.

Questo insegnante sta perseguendo una politica di ritardo molto generosa, ha detto. E ogni volta che scopre che uno studente sta affrontando circostanze estreme a casa - ad esempio, lo studente che è stato sfrattato da casa sua a metà della pandemia, o l'altro studente il cui padre ha recentemente contratto il coronavirus - si siede con il bambino per sviluppare un orario di lavoro adeguato.

La storia continua sotto la pubblicità

Il problema è che gli studenti non sempre gli parlano dei loro problemi. E, come i suoi colleghi, insegna a troppi bambini per essere in grado di sedersi individualmente con ognuno di loro per indagare sulla loro vita domestica e quindi pianificare un corso di studi individualizzato. Né può allentare completamente gli standard, perché in tal caso non farebbe il suo lavoro di insegnante e si assicurerebbe che i bambini imparino.

'Lavoro più ore extra alla settimana per trovare il modo di colmare il divario e portare i bambini dove devono essere', ha detto. “È davvero estenuante. Anche i miei colleghi, di solito tra i più energici e vivaci, sono logori”.

Bob Farrace, portavoce dell'Associazione nazionale dei presidi delle scuole secondarie, ha affermato che gli educatori a livello nazionale stanno subendo prove simili e si stanno spingendo sull'orlo del fallimento per far sì che gli studenti apprendano e raggiungano in classe.

La storia continua sotto la pubblicità

'Ma con così tante sfide in una volta', ha detto, 'è come se stessero trattenendo un'onda anomala con una scopa'.

Farrace ha detto di aver sentito di picchi in D e F dai sovrintendenti di tutto il paese. Il rapporto Fairfax, compilato nelle ultime settimane dal braccio di ricerca del sistema scolastico, offre una finestra su come le conseguenze dell'apprendimento online differiscono da cose su cui i bambini non hanno alcun controllo: razza, capacità di apprendimento o se sono nati in famiglie di lingua inglese .

Gli studenti Fairfax più giovani stanno lottando più di quelli più grandi: la percentuale di studenti delle scuole medie che ricevono almeno due F è quadruplicata, mentre la percentuale di studenti delle scuole superiori che ottengono almeno due F è aumentata del 50%. La percentuale di studenti con disabilità che guadagnano almeno due F, nel frattempo, è più che raddoppiata, mentre la percentuale di bambini per i quali l'inglese è una seconda lingua che riceve almeno due F è aumentata del 106 percento per rappresentare il 35 percento di tutti i bambini in questo gruppo .

Tra i gruppi razziali, gli studenti ispanici sono stati i più colpiti: la percentuale di questi studenti con almeno due F è passata dal 13 al 25 percento.

Il confronto dei voti ottenuti negli anni passati con i voti di quest'anno ha mostrato che il calo dei voti positivi è significativo e senza precedenti. La probabilità di superare una lezione di inglese è diminuita del 40% quest'anno per tutti gli studenti, secondo l'analisi, mentre la probabilità di superare la matematica è diminuita del 30%.

Il rendimento degli studenti è gravemente fuori strada in queste due materie rispetto a quanto ci si sarebbe aspettato in base alle prestazioni passate. Secondo l'analisi, il 35% di tutti gli studenti Fairfax ha scarsi risultati in matematica e il 39% ha scarsi risultati in inglese.

Per i genitori che possono permetterselo, una soluzione per l'autunno: portate gli insegnanti da loro

Ancora una volta, il calo è particolarmente grave tra i bambini vulnerabili e quelli per i quali l'inglese non è la loro prima lingua. Sia gli studenti con disabilità che gli studenti ispanici hanno visto grandi picchi di sottoperformance, rispetto ad altri gruppi demografici studiati.

Ma il calo di gran lunga maggiore è stato registrato per gli studenti la cui lingua principale non è l'inglese: il 47% ha scarso rendimento in matematica quest'anno, mentre il 53% ha scarso rendimento in inglese.

La madre di Fairfax, Rocio Portillo, 35 anni, si è detta rattristata ma non sorpresa dalla notizia. Ciò è dovuto a quello che è successo questo semestre a sua figlia, una studentessa di 17 anni del liceo.

L'adolescente ha ottenuto principalmente A e B pre-pandemia. Era sulla buona strada per realizzare il suo sogno di studiare psicologia forense in un college di quattro anni. Quel desiderio è condiviso da sua madre, che non ha mai finito il college.

Poi l'apprendimento online ha colpito. L'adolescente ha pianto ogni giorno durante la prima settimana di questo semestre perché trova la scuola Zoom quasi impossibile da seguire: il formato è confuso e alcuni insegnanti parlano troppo velocemente. Nonostante le ore di studio ogni giorno, i suoi voti sono scivolati a C e una F.

Di recente, Portillo si è seduta con sua figlia per suggerire di frequentare il community college.

'Ciò che mi spezza è che so che ci sta provando, so che sta dando il massimo', ha detto Portillo. “Sa che l'università è importante. Vuole essere qualcuno nella vita.”