Ex studenti della defunta ITT Tech riceveranno 330 milioni di dollari per il perdono del prestito studentesco privato

Ex studenti della defunta ITT Tech riceveranno 330 milioni di dollari per il perdono del prestito studentesco privato

Quarantotto procuratori generali dello stato e l'Ufficio per la protezione finanziaria dei consumatori hanno ottenuto più di 330 milioni di dollari in condono per prestiti studenteschi privati ​​per 35.000 ex studenti dell'Istituto tecnico ITT.

Un'ordinanza emessa martedì mette a tacere una causa del 2014 che accusava la defunta catena a scopo di lucro di guidare gli studenti verso prestiti predatori. PEAKS Trust, un programma di prestito privato gestito da ITT Tech e affiliato con le entità di Deutsche Bank, ha accettato di rinunciare alla riscossione del debito scolastico in sospeso dagli studenti di ITT Tech. Chiederà inoltre alle agenzie di segnalazione del credito di eliminare i riferimenti a tali prestiti dai rapporti di credito dei mutuatari interessati.

Gli studenti di ITT Tech ottengono la vittoria nell'accordo fallimentare

I mutuatari idonei riceveranno una notifica da PEAKS o dal loro prestatore di servizi e non dovranno fare nulla per ricevere il perdono. Almeno 1.100 ex studenti ITT Tech nel Maryland riceveranno aiuti, mentre 1.840 mutuatari in Virginia avranno i loro prestiti privati ​​cancellati.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

'Gli studenti del Maryland sono stati ingannati quando sono stati spinti ad accettare questi prestiti predatori', ha dichiarato martedì il procuratore generale del Maryland Brian E. Frosh (D). 'PEAKS sarà richiesto da questo accordo per fornire una riduzione del debito agli studenti del Maryland che sosteniamo siano stati fuorviati mentre stavano lavorando duramente per migliorare la loro istruzione'.

ITT Tech ha creato due programmi interni di prestito studentesco mentre i prestatori privati ​​si ritiravano dal mercato al culmine della crisi finanziaria del 2008. Le banche hanno smesso di concedere crediti agli studenti dei college a scopo di lucro, a causa dei loro tassi di insolvenza storicamente elevati.

Gli Istituti Tecnici ITT chiudono dopo 50 anni di attività

ITT Tech ha concesso agli studenti 'crediti temporanei' per coprire le tasse scolastiche rimanenti dopo che sono stati presi in considerazione i prestiti agli studenti federali e privati. Alcuni ex studenti hanno affermato che i crediti sono stati commercializzati come borse di studio, mentre altri hanno affermato che gli è stato detto che il credito non avrebbe dovuto essere rimborsato fino a sei mesi dopo la laurea. Ma quando il credito temporaneo è scaduto, ITT Tech avrebbe fatto pressioni sugli studenti affinché accettassero prestiti con tassi di interesse a due cifre da PEAKS.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

Secondo la denuncia, gli studenti hanno affermato di essere stati ritirati dalla classe o minacciati di espulsione se si fossero rifiutati di accettare i termini del prestito. Molti degli ex studenti non avevano i mezzi per continuare la loro istruzione e hanno affermato di ritenere che non ci fossero altre opzioni se non quella di accettare i prestiti. L'ottanta per cento dei prestiti è andato in default perché gli studenti non potevano tenere il passo con i pagamenti.

Anche quando gli studenti hanno iniziato a insolvere in gran numero intorno al 2011, ITT Tech ha continuato a emettere prestiti ad alto costo. La tattica ha portato i vertici della compagnia nel mirino della Securities and Exchange Commission. L'agenzia federale ha risolto casi di frode nel 2018 contro l'ex amministratore delegato di ITT Kevin Modany e l'ex direttore finanziario Daniel Fitzpatrick con l'accusa di aver ingannato gli investitori su alti tassi di ritardi di pagamento e inadempienze sui prestiti agli studenti sostenuti dalla società.

Ex dirigenti della defunta società universitaria a scopo di lucro ITT stabiliscono le accuse di frode con SEC

La SEC ha affermato che i dirigenti hanno effettuato pagamenti segreti su conti insolventi per ritardare le inadempienze invece di rivelare agli investitori le perdite imminenti di decine di milioni di dollari. I dirigenti hanno assicurato agli investitori in teleconferenza che i programmi stavano funzionando bene, mentre gli obblighi di ITT di pagare i prestiti deteriorati hanno iniziato a gonfiarsi, secondo tale denuncia.

Prima di chiudere nel 2016, ITT Tech era oggetto di indagine da più di una dozzina di procuratori generali di stato e due agenzie federali per presunte frodi, marketing ingannevole o guida di studenti verso prestiti predatori. Quel pantano legale ha portato un ente di accreditamento a minacciare di porre fine al suo rapporto con la catena, il che ha portato il Dipartimento dell'Istruzione a limitare l'accesso di ITT agli aiuti federali agli studenti.

Giorni dopo aver chiuso 137 campus e aver lasciato 35.000 studenti e 8.000 dipendenti nei guai, la società ha presentato istanza di protezione fallimentare per liquidare la propria attività.