La George Washington University dà il benvenuto ai laureati per il primo inizio di persona dalla pandemia

La George Washington University dà il benvenuto ai laureati per il primo inizio di persona dalla pandemia

Dopo oltre un anno di ritardi a causa della pandemia di coronavirus, i laureati delle classi 2020 e 2021 della George Washington University hanno finalmente festeggiato di persona il tanto atteso inizio sabato.

Al National Mall, circa 5.000 laureati si sono riuniti per celebrare il loro traguardo.

L'ultima volta che la George Washington University ha tenuto un inizio di persona nel 2019, le cerimonie per le prossime due lezioni sono state spostate online poiché la pandemia ha annullato le riunioni pubbliche, comprese le lauree.

Ma l'università aveva promesso di riportare i laureati del 2020 e del 2021 per un evento quando fosse possibile. I partecipanti indossavano maschere e dovevano mostrare la prova della vaccinazione contro il coronavirus.

La storia continua sotto la pubblicità

Con il Campidoglio come sfondo, gli studenti hanno scattato selfie di gruppo con coetanei che non vedevano di persona da mesi. In fila prima dell'inizio della cerimonia ufficiale, alcuni laureati hanno incontrato i compagni di classe per la prima volta dopo un anno di lezioni virtuali insieme.

Ivan Gray, 67 anni, ha detto che una cerimonia virtuale non era abbastanza per lui. Voleva vedere suo figlio, che quest'anno si è laureato in informatica, laurearsi e vivere quel momento personale con lui. 'Questo è un evento irripetibile', ha detto.

La laureata Kathy Mulkerin, 41 anni, laureata in studi paralegali, ha affermato che la giornata è stata un momento speciale per lei e la sua famiglia. A causa delle precauzioni di sicurezza implementate dall'università, si sentiva abbastanza al sicuro da viaggiare dallo stato di Washington e portare suo figlio adolescente a festeggiare la sua laurea con lei, ha detto Mulkerin.

La storia continua sotto la pubblicità

'Questo è un privilegio e non lo prendo alla leggera', ha detto.

Dede Dolkar, 27 anni, che ha conseguito un master in ingegneria gestionale, ha viaggiato da New York con la sua famiglia. Ha detto che aveva sognato di mostrare loro Washington e l'università dove ha lavorato duramente per ottenere la laurea. Tornare per la cerimonia le ha dato una boccata d'aria fresca e un senso di normalità.

Sydney Davis, 26 anni, che ha conseguito un master in sanità pubblica, sta aspettando che i suoi genitori la vedano laurearsi. 'Volevo solo che i miei genitori avessero l'opportunità di vedermi vestita bene con altre persone in una vera laurea', ha detto Davis.

Evelyn Carballo, 50 anni, un'immigrata salvadoregna del Maryland, ha affermato che una cerimonia virtuale non potrebbe sostituire la gioia e l'orgoglio di vedere sua figlia, una laureata di prima generazione, in piedi al centro commerciale con i colori dell'università.

La storia continua sotto la pubblicità

Ha detto che il duro lavoro di sua figlia per ottenere una laurea in economia potrebbe anche inviare un messaggio di speranza ad altre famiglie che si sono appena stabilite negli Stati Uniti.

'Questo è un messaggio per le altre generazioni che possiamo farlo', ha detto Carballo.

Durante la cerimonia, il presidente dell'università Thomas J. LeBlanc ha assegnato le medaglie di presidente, la più alta onorificenza della scuola, a tre persone per il loro contributo alla risposta alla pandemia del paese: Anthony S. Fauci, direttore dell'Istituto nazionale di allergie e malattie infettive; Cindy Liu, professore associato presso la Milken Institute School of Public Health che ha guidato lo sviluppo del laboratorio di test del coronavirus dell'università; e Andrew Maurano, un professore clinico associato di medicina d'urgenza che ha gestito la consegna delle dosi di vaccino alla comunità di Washington.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

La senatrice Elizabeth Warren (D-Mass.), che ha tenuto il discorso programmatico, ha incoraggiato gli studenti a fare ciò in cui credono, ampliando anche le opportunità per gli altri.

'Combatti per opportunità, razza, genere, identità sessuale, per l'opportunità di sopravvivere in un mondo non soffocato dai cambiamenti climatici o dissanguato dalle guerre', ha detto Warren.

Anche i rappresentanti degli studenti SJ Matthews della classe 2020 e Naseem Haamid della classe 2021 si sono rivolti ai neolaureati. 'Continuiamo a sognare il sogno più grande perché un giorno arriveremo in cima alla montagna', ha detto Haamid.

Laureati, famiglie e parenti hanno affermato di essere usciti dal centro commerciale con sentimenti di speranza e incertezza su ciò che deve ancora venire. Molti ex studenti hanno trovato lavoro e non vedono l'ora di costruire la propria carriera. Alcuni hanno visto la cerimonia come un modo per superare il duro percorso della pandemia.

'Sento che dovevo chiudere questa stagione della mia vita per abbracciare davvero la prossima', ha detto Cidney Robinson, 25 anni, che ha conseguito una laurea in sanità pubblica nel 2020.