Come la decisione della Corte Suprema sulle scuole religiose ha appena eroso la separazione tra chiesa e stato

Come la decisione della Corte Suprema sulle scuole religiose ha appena eroso la separazione tra chiesa e stato

La Corte Suprema ha stabilito martedì 5 a 4 che un programma di incentivi fiscali del Montana che indirettamente aiuta le scuole religiose private è costituzionale, una grande vittoria per il segretario all'Istruzione Betsy DeVos e i suoi alleati, che sostengono l'aumento del finanziamento pubblico delle istituzioni religiose.

Come ha scritto il mio collega del Washington Post Robert Barnes, il giudice capo John G. Roberts Jr., che ha scritto per la maggioranza conservatrice, ha affermato che la Corte Suprema del Montana aveva sbagliato ad annullare un programma di incentivi fiscali che consentiva di utilizzare il denaro pubblico per l'educazione religiosa.

La Corte Suprema afferma che il programma del Montana che aiuta le scuole private deve essere aperto alle scuole religiose

La questione se i fondi pubblici debbano essere utilizzati per pagare l'istruzione scolastica religiosa è stata sempre più centrale nel dibattito sulla riforma dell'istruzione per diversi decenni poiché un numero crescente di stati ha avviato vari programmi - voucher, crediti d'imposta e piani simili - che consentono l'uso di denaro pubblico per l'insegnamento della scuola religiosa.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

I sostenitori della scelta scolastica affermano che le leggi statali che vietano l'utilizzo del denaro pubblico per le istituzioni religiose sono discriminatorie, mentre gli oppositori affermano che proteggono la dottrina della 'separazione tra Chiesa e Stato' che è stata interpretata come il significato della clausola di costituzione e di libertà clausola di esercizio del Primo Emendamento: 'Il Congresso non emetterà alcuna legge che rispetti l'istituzione di una religione o ne vieti il ​​libero esercizio'.

DeVos è stata a lungo una sostenitrice dell'utilizzo di fondi pubblici per l'educazione religiosa, e lei e il presidente Trump hanno fatto della 'scelta' dell'espansione scolastica o delle alternative alle tradizionali scuole pubbliche, la loro massima priorità educativa.

Cosa significa 'scelta della scuola' nell'era di Trump e DeVos

In questo post, Kevin Welner, avvocato e professore specializzato in politica e diritto dell'istruzione, scrive su come questa decisione aiuta a erodere la dottrina della separazione tra chiesa e stato.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

Welner è il direttore del National Education Policy Center presso l'Università del Colorado a Boulder e coautore di numerosi libri sul diritto scolastico, incluso il casebook della scuola di diritto del 2019 ' Istruzione e diritto .” È anche autore di “ NeoVouchers: l'emergere dei crediti d'imposta per l'istruzione privata ', un libro che spiega il tipo di programma di voucher in questione nel caso Montana.

di Kevin Welner

Martedì, la Corte Suprema degli Stati Uniti ha emesso una decisione che una volta era impensabile. Richiedeva allo stato del Montana di accantonare il divieto della propria costituzione sul finanziamento diretto o indiretto delle scuole private religiose: “Uno Stato non ha bisogno di sovvenzionare l'istruzione privata. Ma una volta che uno Stato decide di farlo, non può squalificare alcune scuole private solo perché religiose” (p. 20 del parere slip).

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

La Corte Suprema afferma che il programma del Montana che aiuta le scuole private deve essere aperto alle scuole religiose

I principi alla base della clausola di costituzione della Costituzione degli Stati Uniti, sebbene non ancora morti, questa mattina sono in condizioni di salute estremamente precarie.

Per essere onesti, il muro di separazione tra chiesa e stato non è mai esistito realmente. Ma per un po' c'era una recinzione abbastanza alta. Proteggeva le istituzioni religiose dagli intrighi con il governo e viceversa. Nei paesi senza tale separazione, le istituzioni statali come le scuole possono diventare strumenti della religione preferita dallo stato, come hanno osservato gli autori delle Costituzioni degli Stati Uniti in Inghilterra e in altri paesi europei.

L'Inghilterra è, tuttavia, un caso istruttivo di ciò che può accadere nel tempo. L'intreccio tra le due istituzioni inizialmente rafforza la chiesa, ma le credenze religiose autentiche sono più difficili da imporre rispetto all'adesione nominale a tali credenze. Così gli americani sono diventati più religiosi nel tempo poiché hanno portato volontariamente la frequenza alla chiesa e gli insegnamenti religiosi nelle loro vite. Ma gli inglesi lo sono diventati meno, anche se fino ad oggi hanno mantenuto l'assistenza finanziaria statale per le scuole ecclesiastiche.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

Negli Stati Uniti, quell'alto recinto di separazione tra chiesa e stato esisteva approssimativamente dalla metà degli anni '40 fino alla metà degli anni '80. Ha trasformato le nostre scuole pubbliche essenzialmente protestanti in istituzioni laiche frequentate da uno spaccato della popolazione, comprese le famiglie fortemente religiose. Quella apparente contraddizione dell'educazione religiosa più l'istruzione non religiosa era, in effetti, del tutto coerente con le ragioni di Thomas Jefferson per abbracciare un 'muro di separazione' per evitare il coinvolgimento del governo che potrebbe corrompere la libera pratica religiosa, proteggendo al contempo il governo dall'influenza della chiesa.

Le chiese e le relative istituzioni religiose beneficiano di questa disposizione in tre modi principali. Primo, il governo si tiene lontano dagli affari interni delle chiese. Anche se questo può portare a frode e abuso , è anche protegge la libertà religiosa . In secondo luogo, il governo concede alle chiese le libertà negate ad altre istituzioni, inclusa la libertà di discriminare . Terzo, perché ' il potere di tassare implica il potere di distruggere ”, le chiese beneficiano di un numero straordinario di agevolazioni fiscali. Questo è stato delineato in un'analisi pubblicata sul Washington Post nel 2013:

Quando le persone donano a gruppi religiosi, è deducibile dalle tasse. Le chiese non pagano le tasse di proprietà sui loro terreni o edifici. Quando comprano cose, non pagano le tasse sulle vendite. Quando vendono cose con profitto, non pagano l'imposta sulle plusvalenze. Se spendono meno di quanto incassano, non pagano le tasse sul reddito delle società. Preti, ministri, rabbini e simili ottengono 'esenzioni dalla canonica' che consentono loro di detrarre le rate del mutuo, l'affitto e altre spese di soggiorno quando pagano le tasse sul reddito. Sono anche l'unico gruppo autorizzato a rinunciare alle tasse (e ai benefici) della previdenza sociale.

Come parte di questo approccio estremamente disinteressato, le istituzioni affiliate alla chiesa non erano, in passato, idonee a partecipare ad alcuni programmi governativi. Ad esempio, mentre i college religiosi privati ​​potrebbero ricevere aiuti per aiutare gli studenti a finanziare la loro istruzione, il tribunale ha vietato gli aiuti di Stato direttamente alle scuole religiose K-12.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

La Corte Suprema di oggi non condivide la visione di Jefferson. In effetti, la corte ha segato l'alto recinto per decenni. Nei casi che mettono in discussione il finanziamento statale delle istituzioni religiose, la corte ha costantemente consentito intrighi finanziari sempre maggiori.

Infatti, in un caso tre anni fa chiamato Trinity Lutheran v. Comer , la corte ha dichiarato che gli stati possono, in alcune circostanze, essere costituzionalmentenecessarioper finanziare istituzioni religiose, ai sensi della clausola di libero esercizio del Primo Emendamento.

La decisione Trinity della Corte Suprema porterà alla diffusione dei programmi di voucher scolastici?

Quando fornisce un beneficio pubblico (in tal caso, sovvenzioni statali per il rifacimento della superficie del parco giochi), lo stato non può rendere lo status religioso un impedimento al ricevimento di tale beneficio, almeno laddove il beneficio non sostenga direttamente la pratica religiosa.

La storia continua sotto la pubblicità

Anche da questa corte conservatrice, ilTrinità luteranadecisione è stata un po' una sorpresa. In precedenza, nel 2004, in un caso chiamato Locke contro Davey in cui l'opinione della maggioranza è stata scritta dal presidente della Corte Suprema molto conservatore William H. Rehnquist, la corte non ha riscontrato alcun impedimento costituzionale a uno stato che proibisse a una borsa di studio universitaria di essere utilizzata direttamente per sostenere la pratica religiosa, escludendo gli studenti che perseguono una 'laurea in teologia devozionale'. .”

Con quei precedenti chiave, la corte ha deciso oggi un caso che coinvolge una legge neo-voucher che era stata adottata nel Montana. La legge ha utilizzato i crediti d'imposta per creare un meccanismo di finanziamento per piccoli voucher (circa $ 500 ciascuno) per aiutare a pagare le tasse scolastiche private. Poiché la costituzione dello stato del Montana include una clausola di 'nessun aiuto' che vieta il sostegno statale diretto o indiretto alle scuole controllate dalla chiesa, il Dipartimento delle entrate del Montana ha permesso che la legge andasse avanti solo a condizione che le scuole religiose fossero escluse.

Una causa chiamataEspinoza v. Montana Dipartimento delle Entrateha impugnato tale sentenza e si è presentata alla Corte Suprema di quello Stato. quella corte stroncato l'intera legge neo-voucher, evitando così la possibilità di discriminazioni antireligiose sollevate inTrinity Lutheran v. Comer, evitando anche una violazione della costituzione del Montana. Ciò avrebbe dovuto porre fine alla questione, ma la Corte Suprema degli Stati Uniti ha deciso di intervenire.

La storia continua sotto la pubblicità

Prima di discutere di decisione del tribunale nelEspinozacaso, è importante fare un passo indietro e considerare l'insolita estremizzazione ideologica dell'attuale Corte Suprema. La corte è stata progettata come un'istituzione di moderazione. Una ragione fondamentale per questo è che le opinioni più estreme di ogni singola giustizia in genere avranno solo un impatto minimo sulla decisione finale della corte. Il tribunale prenderà la legge solo fino al 'quinto voto' o al 'voto swing'. Se quattro giudici volevano, ad esempio, dichiarare incostituzionali tutti i programmi di azione affermativa, ma il quinto voto in quel caso voleva consentire programmi di azione affermativa limitati in circostanze ristrette, allora quest'ultimo diventa il nuovo standard legale.

La corte è anche progettata per essere in qualche modo isolata dalle pressioni politiche, con giudici nominati a vita. Un risultato è che i presidenti alla fine possono essere sorpresi dalle loro nomine. Abbiamo visto questo, per esempio, con il giudice nominato da Eisenhower William J. Brennan Jr. che è finito alla sinistra del giudice nominato da Kennedy Byron R. White.

Eppure la Corte Suprema è diventata ideologicamente prevedibile quasi quanto il Congresso. E il pendolo ideologico è diventato un bulldozer a senso unico, un processo iniziato durante l'amministrazione Nixon. La cosiddetta giustizia oscillante è passata da Lewis F. Powell Jr. negli anni '80 a Sandra Day O'Connor, a Anthony M. Kennedy e, ora, al giudice capo John G. Roberts Jr. sono diventato più conservatore con ogni nuovo pensionamento. Quindi la corte si è spostata sempre più a destra. Ora c'è un'affidabile maggioranza di cinque giudici su questioni che vanno dai buoni scolastici e l'azione affermativa al controllo delle frontiere e alla deregolamentazione.

La storia continua sotto la pubblicità

Sarei negligente se non menzionassi qui l'evento più importante ed eclatante in questo processo di costruzione dell'attuale tribunale ultraconservatore: l'ostruzione senza precedenti del candidato del presidente Barack Obama, Merrick Garland.

Scalia è morto inaspettatamente nel febbraio 2016 e Obama ha proposto la nomina di Garland a marzo. Ma il leader della maggioranza al Senato Mitch McConnell (R-Ky.) ha rifiutato di consentire qualsiasi udienza di conferma, citando le elezioni presidenziali che si terranno otto mesi dopo. Il presidente Trump alla fine ha nominato il giudice Neil M. Gorsuch al seggio, mantenendo la maggioranza conservatrice a cinque giudici (che è stata presto rafforzata con il giudice Brett M. Kavanaugh che ha sostituito il giudice Anthony M. Kennedy). Se Garland avesse sostituito Scalia, i giudici swing (a seconda del problema) sarebbero stati i giudici liberal-moderati Stephen G. Breyer, Elena Kagan e Garland, con i giudici Ruth Bader Ginsburg e Sonia Sotomayor alla loro sinistra. Anche se Garland era generalmente visto come un giudice moderato, questo sarebbe stato il più importante spostamento a sinistra della corte dagli anni '60. Decisioni come quella emessa oggi sarebbero sembrate molto diverse.

Ma ilEspinozadecisione era essa stessa in atto da decenni. Il panorama giuridico per i voucher a sostegno delle scuole religiose private è cambiato di 180 gradi, corrispondente allo spostamento nella composizione dei giudici della Corte Suprema. I voucher per le scuole religiose sono passati dall'essere generalmente considerati vietati dalla Costituzione negli anni '70 a quelli consentiti dalla Costituzione nel 2003, attraverso il Zelman decisione, ora probabilmente costituzionalmente richiesta, almeno nelle circostanze del Montana.

Torniamo a quell'alto recinto menzionato prima. Una volta che la Corte Suprema ha deciso di ascoltare ilEspinozaCaso, non ci restava che sperare che almeno lasciasse in essere un dosso di separazione tra chiesa e stato.

Quello che abbiamo invece è un matrimonio riparatore tra chiesa e stato.

La decisione della corte di questa mattina ha stabilito che l'applicazione della disposizione 'nessun aiuto' nella costituzione dello stato del Montana è stata vietata dalla clausola di libero esercizio della Costituzione. La disposizione del Montana proibiva qualsiasi aiuto diretto o indiretto a una scuola controllata da una 'chiesa, setta o denominazione'. Come la controversia in questione nelTrinità luteranacaso, questo divieto era basato sullo status di istituzione religiosa, piuttosto che su un uso religioso. Ma il tribunaleEspinozal'opinione della maggioranza - scritta da Roberts e unita dagli altri quattro giudici conservatori - minimizza anche quella distinzione, che era importante inLockee potenzialmente cruciale per la decisione inTrinità luterana:

Niente di tutto ciò intende suggerire che siamo d'accordo con il Dipartimento [delle entrate] che un grado di controllo inferiore si applica alla discriminazione contro gli usi religiosi degli aiuti governativi. Alcuni membri della Corte, inoltre, si sono chiesti se esista una distinzione significativa tra la discriminazione basata sull'uso o il comportamento e quella basata sullo status. [Citazioni ai giudici Gorsuch e Thomas]. Riconosciamo il punto, ma non è necessario esaminarlo qui. In questo caso è sufficiente concludere che sotto Trinity Lutheran si applica un controllo rigoroso perché la disposizione di nessun aiuto del Montana discrimina in base allo status religioso. (Pagina 12, con citazioni interne omesse.)

Ecco un linguaggio più critico, dalle pagine 13-14 del parere negativo della corte (con citazioni interne omesse e enfasi posta su una frase):

Locke differisce da questo caso in due modi critici. In primo luogo, Locke ha spiegato che Washington aveva 'semplicemente scelto di non finanziare una categoria distinta di istruzione': lo 'sforzo essenzialmente religioso' di addestrare un ministro 'a guidare una congregazione'. Pertanto, a Davey 'è stata negata una borsa di studio a causa di ciò che ha proposto di fare: utilizzare i fondi per prepararsi al ministero'. A parte questa stretta restrizione, il programma di Washington consentiva di utilizzare borse di studio in 'scuole pervasive religiose' che incorporavano l'istruzione religiosa in tutte le loro classi.
Al contrario, la costituzione del Montana non si concentra su alcun particolare corso di istruzione 'essenzialmente religioso' in una scuola religiosa.Piuttosto, come abbiamo spiegato, la disposizione di nessun aiuto esclude tutti gli aiuti a una scuola religiosa 'semplicemente per quello che è', mettendo la scuola nella scelta tra essere religiosa o ricevere benefici dal governo. Allo stesso tempo, la disposizione pone le famiglie nella scelta tra mandare i propri figli a una scuola religiosa o ricevere tali benefici. In secondo luogo, Locke ha invocato un interesse statale 'storico e sostanziale' a non finanziare la formazione del clero, spiegando che 'l'opposizione al... finanziamento 'per sostenere i leader della chiesa' risiede nel nucleo storico delle clausole religiose'. … Ma nessuna tradizione “storica e sostanziale” paragonabile supporta la decisione del Montana di squalificare le scuole religiose dagli aiuti del governo.

La corte conclude: '[I] è chiaro che non esiste una tradizione 'storica e sostanziale' contro l'aiuto a tali scuole paragonabile alla tradizione contro il clero sostenuto dallo stato invocata daLocke.” (pag. 16). Ma questo focus storico era una nota a margine nei precedenti della corteLockedecisione. Quello che Roberts ha fatto stamattina è stato limitareLockeai suoi fatti unici, emarginando la sua utilità come precedente.

Ma nota quella frase in grassetto dal passaggio sopra. La costituzione di uno stato è data significato dai tribunali dello stato. Immagina se, in attesa di giudizio, la Corte Suprema del Montana emettesse una nuova decisione, dicendo qualcosa del tipo: 'In considerazione della decisione della Corte Suprema degli Stati Uniti, interpretiamo la disposizione 'nessun aiuto' nella nostra costituzione statale per vietare qualsiasi sostegno finanziario diretto o indirettoall'insegnamento religiosonelle scuole controllate dalla chiesa”.

Ciò consentirebbe una legge sui voucher che fornisca sostegno alle scuole religiose ma non all'educazione religiosa. L'attuazione o l'applicazione di tale meccanismo di finanziamento implicherebbe lo stato con le operazioni delle scuole religiose, ma sembrerebbe fattibile. La corte di Roberts riterrebbe che tale approccio sia costituzionale o limiterebbe ulteriormente la portata di...Locke?

Ciò che è chiaro per ora è che i sistemi di voucher 'lezioni' di vecchia data nel Maine e nel Vermont, che sono limitati alle scuole private non religiose, non possono reggere. Dovrà esserci un matrimonio riparatore tra chiesa e stato in quei due stati.

Altre implicazioni, che andranno oltre i voucher scolastici, emergeranno nei prossimi mesi e anni.

(Aggiornamento: chiarimento della clausola di costituzione)