I ragazzi stanno tornando nelle aule. Ma cosa accadrà a chi resta a casa?

I ragazzi stanno tornando nelle aule. Ma cosa accadrà a chi resta a casa?

Prescott Noll, 15 anni, non fa quasi più domande in classe.

Da quando i bambini mascherati hanno iniziato a entrare nelle aule della contea di Loudoun, in Virginia, a febbraio, mentre Prescott continuava a imparare da casa, catturare l'attenzione degli insegnanti è diventata una seccatura. I messaggi inviati in una chat di classe rimangono senza risposta. Se riattiva l'audio per parlare, gli insegnanti non ascoltano la sua domanda perché sono impegnati a parlare con gli studenti seduti nelle vicinanze.

Non sta incolpando i suoi insegnanti, ha detto il 15enne. Vede che hanno le mani occupate cercando di gestire i suoi compagni di classe di persona, assicurandosi che tutti seguano una complessa pletora di norme di sicurezza. Inoltre, il 'piccolo suono ding' che annuncia un nuovo messaggio nella chat è facile da perdere nel trambusto di un'aula piena.

La storia continua sotto la pubblicità

Per superare la giornata scolastica al giorno d'oggi, ha detto Prescott, deve guardare il quadro più ampio - dire a se stesso: 'Oh, questo influisce sul mio GPA. Devo prestare attenzione'. Ha aggiunto: 'Mi piaceva la scuola'.

Genitori e insegnanti: come gestiscono la scuola i tuoi figli durante la pandemia?

Mentre i bambini di tutto il paese tornano nelle aule questa primavera, accolti da presidi e insegnanti con abbracci aerei, balli di pompaggio dei pugni e video di 'Bentornato', molti studenti hanno scelto di rimanere esattamente dove sono stati per tutto l'anno scolastico: seduti davanti dei loro computer a casa.

Alcuni soffrono di condizioni mediche che li rendono più suscettibili al virus, o lo fanno i loro genitori. Altri preferiscono l'ambiente privo di distrazioni dell'apprendimento online. Alcuni genitori dicono che a questo punto dell'anno, tornare in classe è eccessivamente dirompente.

La storia continua sotto la pubblicità

Ma quegli studenti che stanno continuando con l'apprendimento virtuale hanno scoperto che l'esperienza remota è improvvisamente diversa in modi sia grandi che piccoli.

È un altro caso in cui la pandemia sta isolando gli studenti in metodi di insegnamento vari e talvolta diseguali. Le difficoltà incontrate da alcuni studenti virtuali stanno facendo scattare campanelli d'allarme nelle famiglie e negli uffici amministrativi, poiché i genitori e i funzionari scolastici pianificano l'autunno e riflettono su come dovrebbe adattarsi l'esperienza online.

Prescott, una matricola del liceo, è tra coloro che ritengono che la qualità dell'istruzione stia calando drasticamente poiché agli insegnanti viene chiesto di gestire gli studenti di persona e a distanza allo stesso tempo. Altri studenti a distanza dicono che è difficile guardare i loro compagni di classe tornati sulla telecamera e non sentirsi gelosi.

E molti si sentono dimenticati.

'Sono l'unica ragazza che sta a casa [nella mia classe]', ha detto Sophia McMenamin, 11 anni, nella contea di Fairfax, in Virginia. 'Ad essere onesti, non ho davvero nessun amico.'

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

Venti dei 25 bambini della sua classe di quinta elementare sono tornati, ma Sophia deve restare a casa perché ha il diabete di tipo 1, il che significa che è ad alto rischio per il virus. Era orgogliosa di essere la prima a rispondere a ogni domanda posta dal suo insegnante. Ora, alzare virtualmente la mano o inviare messaggi nella chat di classe non porta risultati.

'Gli insegnanti praticamente chiamano solo le persone a scuola', ha detto Sophia. 'Quindi mi sembra di guardare la lezione.'

Sua madre, Amy Kean, ha detto che sua figlia brillante e frizzante sta diventando l'ombra di se stessa. Invocando 'Harry Potter', lo ha paragonato a guardare Hermione Granger trasformarsi in Neville Paciock.

La storia continua sotto la pubblicità

Durante il primo giorno di lezioni di persona il mese scorso, Shan, il figlio di Anjy Cramer, scioccato nel vedere i suoi compagni di classe e l'insegnante nelle aule di Arlington, in Virginia, ha trascorso la maggior parte del tempo a preoccuparsi per la loro sicurezza. Continuava a chiedere al suo insegnante: 'Tutti indossano correttamente le loro maschere?'

La famiglia ha scelto l'apprendimento a distanza perché Anjy Cramer ha condizioni di salute che la rendono più suscettibile al virus. Inoltre, Shan, 7 anni, stava andando bene con la scuola online, sia accademicamente che socialmente, fino a quando gli altri non sono tornati. Ora tace il giovedì e il venerdì, i giorni in cui metà della sua classe di 22 persone si presenta per l'apprendimento di persona. Shan non è un bambino espressivo, non è uno che parla dei suoi sentimenti, quindi il suo silenzio è il modo in cui Anjy Cramer sa di sentirsi sconvolto.

'In realtà non lo vedrai piangere o qualcosa del genere', ha detto. 'Diventa molto silenzioso, non parla molto, molte risposte sì e no'.

La storia continua sotto la pubblicità

Quando i suoi coetanei sono in classe, 'l'insegnante deve fargli una domanda per fargli rispondere, invece di alzare la mano virtuale ogni volta che conosce la risposta a una domanda'.

Malcontento tra gli studenti a distanza

Frustrazioni, difetti e punti dolenti stanno emergendo mentre le scuole riportano alcuni bambini negli edifici scolastici mentre tengono gli altri a distanza. Ciò è particolarmente vero nei luoghi in cui agli insegnanti viene chiesto di istruire entrambi i gruppi di studenti contemporaneamente.

Questo modello, noto come insegnamento simultaneo, è diffuso in tutta la nazione e prevalente nei sobborghi di Washington. Ed è fonte di malcontento. Interviste e post nei gruppi Facebook dei genitori indicano lo stesso problema: gli studenti virtuali spesso non possono ascoltare e partecipare alle discussioni in classe che, per la prima volta da molto tempo, si svolgono effettivamente all'interno delle aule.

Secondo un sondaggio, quasi la metà delle scuole è aperta a tempo pieno

La configurazione varia da distretto a distretto, da scuola a scuola e persino da aula a classe. In alcuni luoghi, sebbene gli insegnanti parlino nei microfoni, gli studenti di persona ne sono privi, quindi le loro domande o risposte sono udibili solo da chi è presente anche in classe. Se gli studenti di persona accedono ai loro dispositivi alle loro scrivanie, potrebbero esserci problemi di Internet irregolare o prese non sufficienti per ricaricare i laptop.

La storia continua sotto la pubblicità

Prescott, il quindicenne di Loudoun, ha provato a utilizzare il servizio di sottotitoli di Google Meet una volta, ma il video in ritardo significava che il dialogo veniva visualizzato come 'AAAAAAAAA'.

Lui e i suoi tre fratelli, che frequentano tre scuole diverse, stanno con classi virtuali per motivi logistici. Ai tempi in cui tutti erano lontani, ha detto Prescott, non aveva problemi a sentire.

Alcuni insegnanti hanno iniziato a ripetere i commenti degli studenti di persona agli studenti virtuali e viceversa. Questo strano rituale si svolge nelle classi di Shan Cramer.

'È una dinamica molto strana', ha detto Anjy Cramer. 'E spreca tempo per imparare.'

I problemi derivano anche dai dettagli più piccoli.

Ad esempio, Shan si è presentato due volte un po' in ritardo alla classe virtuale. Ma il suo insegnante, impegnato a prendersi cura degli studenti di persona, non si è accorto del suo ingresso nella sala d'attesa di Zoom. Quindi Anjy Cramer ha mandato un messaggio a un altro genitore e suo figlio ha ammesso suo figlio a scuola.

'Ma so che non tutti ce l'hanno', ha detto.

Per la famiglia Levin-Sheldon, nuove sacche di tempo di transizione - mentre gli studenti di persona si spostano tra le classi - hanno alimentato la distrazione. Yael Levin-Sheldon, madre di due studenti delle scuole medie delle scuole pubbliche della contea di Henrico in Virginia, ha detto che i suoi figli approfittano delle pause per prendere i loro iPad. Vanno alla deriva su YouTube o giocano ai videogiochi. A volte si dimenticano di tornare e lei non può pungolarli costantemente.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

I voti dei suoi figli sono diminuiti nelle settimane da quando altri sono tornati a studiare nelle aule, ha detto.

'Stanno perdendo la concentrazione perché l'attenzione si è spostata', ha detto Levin-Sheldon, 'dagli studenti virtuali a quelli di persona'.

'Penso che la nostra contea abbia fatto meglio'

Sono ancora i primi giorni nella contea di Montgomery, il distretto più grande del Maryland, che ha iniziato a mandare i suoi bambini più piccoli, dall'asilo fino alla terza elementare, nelle classi a metà marzo. Altri voti dovrebbero tornare questo mese.

Tuttavia, Mary-Gray Gordon, una mamma di tre figli a Silver Spring, ha affermato che l'apprendimento virtuale finora funziona per i suoi figli e ha 'offerto la massima coerenza' alla fine dell'anno.

La storia continua sotto la pubblicità

Socialmente, i suoi figli hanno trovato soluzioni alternative: sua figlia di terza elementare ha fatto amicizia online, facendo affidamento su stanze di gruppo e attività come 'Fun Fridays' e 'Lunch Bunches'.

Suo figlio di prima elementare si sente in realtà più connesso alla sua classe quest'anno, in parte a causa dell'intensa attenzione dell'insegnante sul benessere sociale ed emotivo degli studenti, ha detto. La modalità virtuale gli consente di lavorare al proprio ritmo, ha detto, e spesso salta davanti alla classe. Gordon attribuisce i successi dei suoi figli al fatto che hanno insegnanti solo virtuali che si dedicano esclusivamente a studenti solo virtuali, e quindi gli insegnanti non dividono la loro attenzione.

“Ascolto con soggezione l'insegnante [di mio figlio]. È semplicemente fantastico il modo in cui gioca con i bambini', ha detto Gordon. 'Lui la ama.'

Assegnare alcuni insegnanti a studenti virtuali e un gruppo separato di insegnanti a studenti di persona è salutato da molti come il gold standard dell'apprendimento ibrido. Ma molti distretti scolastici non hanno le risorse. Alcuni hanno anche dato la priorità a tenere gli studenti con lo stesso insegnante, anche se ciò significava destreggiarsi tra studenti a distanza e di persona tutti in una volta.

La contea di Hanover, in Virginia, un distretto di circa 16.000 in cui gli edifici scolastici sono stati aperti dall'autunno, è uno dei distretti che sono riusciti a farcela. Per la maggior parte, gli studenti di persona stanno imparando da insegnanti di persona, mentre gli studenti a distanza prendono lezioni da istruttori a distanza.

A più insegnanti viene chiesto di raddoppiare, istruendo i bambini a scuola e a casa contemporaneamente

Shannon Flounders, madre di tre figli, ha affermato che il sistema sta funzionando bene per sua figlia Haley, di terza media, e Mason, di terza media. Sta tenendo i suoi figli a casa perché il loro padre non ha la milza, il che lo rende più vulnerabile al virus.

Prima dello scorso autunno, molti genitori che conosce si sono scambiati messaggi preoccupati e commenti su Facebook chiedendosi se la qualità dell'apprendimento virtuale sarebbe diminuita con la riapertura delle scuole. Ma, ha detto Flounders, ciò non è accaduto.

'Non credo che i miei figli abbiano un'istruzione peggiore', ha detto. 'Penso che la nostra contea lo abbia fatto meglio', riferendosi alla decisione dei funzionari di dividere la forza lavoro degli insegnanti. Hannover ha persino dato ai suoi liceali online il proprio preside e la propria mascotte, il GUFO, che sta per 'online mentre si impara'.

La luna di miele potrebbe non durare a lungo nella contea di Montgomery, nel Maryland. Il mese scorso, Barbara Jasper, preside della Sequoyah Elementary School, sembrava anticipare le preoccupazioni per le ricadute sugli studenti a distanza mentre parlava con il consiglio scolastico.

'I nostri studenti virtuali non sono stati lasciati indietro', ha detto. Otterranno 'un forte programma didattico che rispecchia esattamente ciò che sta accadendo nelle nostre classi'.

Il membro del consiglio scolastico Patricia O'Neill ha previsto continue sfide nella contea. Ha detto che è difficile far funzionare due sistemi di apprendimento contemporaneamente senza dare poca importanza a uno o entrambi. Ha ricordato l'esperienza di sua nipote di quarta elementare in Virginia, che a un certo punto ha dovuto mettere in quarantena e imparare a distanza mentre i suoi compagni di classe imparavano di persona: era più difficile attirare l'attenzione dell'insegnante e fare domande, anche se l'istruzione è rimasta la stessa.

'Lo trovava frustrante', ha detto O'Neill. 'Penso che [questo problema] verrà fuori, soprattutto perché c'è più di un passaggio al di persona'.

Isolamento sociale

Un fatto è innegabile: gli studenti virtuali sono più isolati dei loro coetanei di persona.

Una madre della contea di Loudoun ha affermato che sua figlia di 11 anni era 'un'enorme farfalla sociale' prima della pandemia. Amava la scuola e i suoi amici a scuola. Quando la pandemia ha colpito e la vita si è spostata online, all'inizio ha lottato, ma la famiglia è stata in grado di farlo funzionare.

Questa primavera, altri bambini sono tornati nelle aule. Ma la ragazza non ha potuto seguirla perché sua madre ha una malattia a lungo termine che la rende suscettibile al virus. Cercando di persuadere i suoi genitori a lasciarla tornare indietro, si è immersa nelle teorie del complotto che ha trovato su YouTube o sui siti web conservatori.

'Verrà e dirà: 'Ho scoperto che il virus non è nemmeno reale'', ha detto la madre, che ha parlato a condizione di anonimato per proteggere la privacy di sua figlia. 'Dirò, 'Sì, lo è', e lei dice, 'Il tal dei tali YouTuber lo dice.' '

La madre ha provato a limitare il tempo di sua figlia al computer. Ma ciò ha compromesso la capacità della ragazza di videochattare con gli amici, l'unica forma di interazione sociale che le è rimasta.

'La consapevolezza che altri bambini andranno a lezione e lei no?' disse la madre. 'La sta divorando.'