A Los Angeles, il prezzo per l'ammissione al secondo distretto scolastico più grande della nazione è un test covid negativo - ogni singola settimana

A Los Angeles, il prezzo per l'ammissione al secondo distretto scolastico più grande della nazione è un test covid negativo - ogni singola settimana

LOS ANGELES — Mentre centinaia di migliaia di bambini tornano in classe nel secondo distretto scolastico più grande della nazione, stanno partecipando a quello che equivale a un enorme esperimento di salute pubblica che si svolge in tempo reale: ogni singolo studente, insegnante e amministratore a Los Angeles le scuole pubbliche devono essere testate per il coronavirus ogni settimana, a tempo indeterminato.

Anche i completamente vaccinati sono tenuti a sottoporsi al test. Chi risulta positivo resta a casa per almeno 10 giorni. E quelli che rifiutano di sottoporsi al test non possono venire affatto.

Insieme a molti altri protocolli che il distretto scolastico unificato di Los Angeles sta implementando, tra cui il mascheramento per tutti e i vaccini obbligatori per insegnanti e personale, si tratta della campagna anti-coronavirus di gran lunga più aggressiva intrapresa o annunciata da un importante distretto scolastico negli Stati Uniti. . E arriva mentre le aule a livello nazionale lottano per tornare all'apprendimento di persona in mezzo all'ondata della variante delta, con alcuni governatori che cercano di bloccare i mandati delle maschere anche se le epidemie hanno chiuso le scuole o ritardato le riaperture pianificate in Florida, Texas, Iowa e altrove.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

A Los Angeles, al contrario, la stragrande maggioranza di genitori, insegnanti e studenti sta abbracciando o almeno tollerando le misure rigorose adottate dal distretto, con meno del 3% dei 450.000 studenti K-12 del distretto che optano invece per l'apprendimento a distanza. E mentre resta da vedere se l'approccio ambizioso di Los Angeles si dimostrerà efficace nel mantenere aperte le circa 1.000 scuole del distretto per l'intero anno scolastico, i leader locali e gli esperti di salute pubblica affermano che il distretto sta alzando l'asticella in un modo che è stato osservato da vicino e potrebbe influenzare gli educatori a livello nazionale.

'Penso che stiamo definendo lo standard per la riapertura delle scuole in sicurezza nel 2021', ha affermato Smita Malhotra, direttore medico del distretto. 'Ciò che ha fatto il nostro distretto è davvero sorprendente'.

Per portare a termine l'arduo compito di amministrare circa 500.000 test di coronavirus settimanali in tutto il distretto tentacolare, LA Unified ha stipulato un contratto con due società mediche che forniscono circa 1.000 operatori sanitari autorizzati. Questi operatori sanitari viaggiano da scuola a scuola con unità mobili che conducono e supervisionano i test del tampone nasale, i test PCR che producono i risultati più accurati. I test vengono effettuati due volte al giorno in un laboratorio nel nord della California che mira a trasformare i risultati in 24-36 ore. Il prezzo è alto per il distretto cronicamente sottofinanziato: circa 350 milioni di dollari. La contea di Los Angeles sta pagando circa 80 milioni di dollari di quella somma e il distretto sta cercando di convincere il governo federale a coprire il resto.

La scuola è iniziata il 16 agosto per gli studenti di L.A. Unified e alla fine della seconda settimana il distretto ha riportato quasi 3.000 casi positivi attivi tra studenti e altri. Il numero aumentava di giorno in giorno, ma solo sette casi erano stati collegati all'interno di un ambiente scolastico, tutti in una scuola elementare di Hollywood che, come il resto delle scuole del distretto, era rimasta aperta. Chiunque sia risultato positivo è stato mandato a casa in quarantena e i contatti stretti sono stati identificati e anche tenuti alla quarantena a meno che non siano vaccinati e asintomatici. Alcuni studenti e genitori hanno segnalato lunghe code o altri problemi logistici che impedivano a tutti di sottoporsi al test settimanale come previsto, cosa che il distretto ha affermato che le singole scuole dovrebbero affrontare. Gli esperti affermano che entro pochi mesi sarà chiaro se il programma funziona come previsto e, in tal caso, gli altri distretti dovrebbero prenderne atto.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

'Se puoi farlo con mezzo milione di bambini, insegnanti e personale nel distretto una volta alla settimana, togli la scusa agli altri che 'è troppo grande, troppo complesso, non possiamo farlo'' ha affermato Andrew Sweet, amministratore delegato dell'iniziativa di risposta al covid-19 della Fondazione Rockefeller. 'È quasi come un piano Marshall per l'istruzione per un distretto specifico'.

L'approccio di L.A. Unified si allinea in gran parte a ciò che un certo numero di esperti di salute pubblica raccomandano da mesi, ma va significativamente oltre ciò che stanno pianificando altri importanti distretti. New York City richiede vaccinazioni per il personale scolastico e sia New York City che Chicago condurranno test di screening per una parte del corpo studentesco, ma non settimanalmente per tutti. Baltimora ha annunciato test settimanali per gli studenti delle scuole superiori, ma gli studenti vaccinati sono esentati e i voti inferiori vengono testati utilizzando un modello comune in cui i risultati vengono prodotti per una classe o un gruppo di studenti, non individualmente.

Nell'immediata regione della D.C., alcuni distretti e scuole charter prevedono di testare gli studenti e il personale settimanalmente, anche utilizzando il modello di test in comune.

Cosa sapere su mascherine scolastiche, vaccini e regole di quarantena nell'area D.C.

Un distretto molto più piccolo nel sud della California, Culver City, è andato oltre L.A. Unified, annunciando un mandato di vaccinazione per tutti gli studenti idonei.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

Il sovrintendente della Pubblica Istruzione dello Stato della California Tony Thurmond ha affermato che vorrebbe vedere tutti i distretti seguire l'esempio di Culver City, qualcosa che L.A. Unified non sta ancora contemplando, secondo Malhotra. Ma Thurmond ha elogiato i numerosi passi che L.A. Unified sta compiendo per combattere il virus.

'Vedo il nostro distretto più grande nello stato, il secondo nel paese, che adotta il tipo di precauzioni che hanno senso per i risultati più alti che si possano sperare in termini di sicurezza per tutti', ha detto Thurmond.

Dall'altra parte dello spettro ci sono i combattimenti che si svolgono in Florida e in Texas, entrambi guidati da governatori repubblicani che stanno tentando di vietare ai distretti scolastici di emettere mandati di mascherine. In entrambi gli stati, i governatori hanno perso discussioni in tribunale sulla questione anche se epidemie di coronavirus e chiusure scolastiche spuntano dappertutto.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

Per alcuni in California, che è stata complessivamente aggressiva nella sua risposta al coronavirus, le epidemie che si stanno verificando ora nelle scuole di altri stati sono la prova che LA Unified è sulla strada giusta.

'Gli sforzi che possiamo fare e il denaro che stiamo spendendo valgono la pena se riusciamo a mantenere i nostri studenti a scuola in un ambiente sicuro', ha affermato Robert J. Kim-Farley, professore presso la Fielding School of Public Health dell'UCLA.

Kim-Farley e altri hanno avvertito che, indipendentemente da ciò, ci sono quasi certamente più focolai a Los Angeles Unified, date le dimensioni del distretto e la diffusione della variante delta altamente contagiosa. La speranza è che le misure che il distretto sta adottando contengano qualsiasi focolaio e limitino il numero di bambini costretti alla quarantena.

La storia continua sotto la pubblicità

Per alcuni studenti e genitori a Los Angeles, il mandato di test settimanale è un gradito sollievo, fornendo un livello di comfort e la certezza che le scuole rimarranno aperte dopo un anno e mezzo in cui i bambini erano per lo più bloccati a casa a navigare nell'apprendimento a distanza. Il corpo scolastico di L.A. Unified è a maggioranza latina, con molti studenti provenienti da famiglie a basso reddito. I genitori hanno bisogno che i loro figli vadano a scuola in modo che possano andare a lavorare. I ragazzi stessi sono felici di essere tornati a scuola con i loro amici, e alcuni dicono che non è altro che un piccolo inconveniente essere tirati fuori dalla classe per fare un rapido test del coronavirus.

I test settimanali non si sono svolti senza alcune polemiche e domande da parte dei genitori, alcuni dei quali si sono lamentati della mancanza di trasparenza da parte dei funzionari distrettuali. Il distretto riporta pubblicamente i test positivi, ma inizialmente lo ha fatto solo per le singole scuole, senza aggregare i dati. Un gruppo di difesa della scuola locale chiamato Parents Supporting Teachers si è preso l'incarico di creare un foglio di calcolo Excel con le cifre, mentre criticava il distretto per non averlo fatto da solo.

Anche uno dei leader degli insegnanti di sostegno ai genitori, Jenna Schwartz, ha messo in dubbio lo spostamento dei protocolli di quarantena dal distretto e ha chiesto un mandato di vaccinazione per tutti gli studenti idonei.

La storia continua sotto la pubblicità

'Penso che LAUSD abbia alcune delle migliori misure di sicurezza al posto di qualsiasi distretto del paese, davvero', ha detto Schwartz, che ha due studenti delle scuole medie. “Tuttavia ciò non significa che sia abbastanza … quando sono i tuoi figli puoi vedere cosa deve ancora succedere.”

A uno dei figli di Schwartz, un bambino di prima media di nome Oliver che frequenta la Walter Reed Middle School, è stato detto di mettere in quarantena verso la fine della seconda settimana di scuola dopo essere stato in prossimità di uno studente che era risultato positivo. Oliver e il resto della famiglia di Schwartz alla fine sono risultati negativi e Oliver si è detto soddisfatto del modo in cui la sua scuola ha gestito la situazione.

'Sento che la mia scuola ha fatto un ottimo lavoro controllandolo e penso che il processo complessivo sia stato buono', ha detto Oliver. Ha detto che ha dovuto aspettare 45 minuti in una calda tenda di quarantena dopo essere stato chiamato fuori dalla classe, ma ha elogiato il personale della scuola per avergli portato acqua ghiacciata.

Elise Furlan, una scienziata con bambini nelle scuole elementari e medie unificate di Los Angeles, si è chiesta se i test settimanali interrompano l'apprendimento e equivalgano a un eccesso, dal momento che è impossibile eliminare tutti i rischi o prendere immediatamente ogni infezione.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

Tuttavia, 'Penso che per i bambini sia così importante stare con altri bambini, quindi se devono indossare maschere, se devono testare settimanalmente, va bene per loro', ha detto Furlan.

La figlia di quarta elementare di Furlan, Julianne, ha detto che il test le ha dato una sensazione di sicurezza, anche se 'È un po' fastidioso perché devi farlo ogni settimana'. Ha anche detto che i test richiedono 'molto tempo', definendolo come 'circa 15 minuti'.

'Devo dire che sono così felice di far parte del distretto scolastico in questo momento', ha detto Andrea Richards, la cui figlia è una quarta elementare in una scuola pubblica nel quartiere di Silver Lake. 'Posso mandare mio figlio a scuola ogni mattina e sentirmi bene'.