La scuola media è spesso difficile. Prova a viverlo in quarantena.

La scuola media è spesso difficile. Prova a viverlo in quarantena.

Leah Hampton, una studentessa di terza media della Falling Creek Middle School in Virginia, scherza sul fatto che senza i suoi amici avrebbe dormito per tutta la scuola. Vederli è stata 'la parte migliore della giornata', ha detto. 'Mi hanno svegliato prima delle mie lezioni.'

Sua madre, Leomia Hampton, dice che dopo che le lezioni sono state online a metà marzo, non era lontano dalla verità. 'È molto difficile mantenerla motivata, molto difficile persino tenerla sveglia', ha detto di lavorare con sua figlia a casa.

La prima adolescenza è un periodo di rapidi cambiamenti cognitivi, quando i bambini affermano la loro indipendenza dai genitori, formano la propria identità e diventano iperdipendenti (e sensibili alle) interazioni con i coetanei. I loro ' cervelli sociali ” si stanno sviluppando rapidamente e stanno recuperando informazioni dal mondo che li circonda per capire chi sono e come si adattano.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

Ecco perché educatori e ricercatori che studiano lo sviluppo del bambino affermano che la chiusura delle scuole a causa della pandemia di coronavirus potrebbe essere particolarmente dirompente per gli studenti delle scuole medie. Questi bambini vengono sequestrati a casa nella fase della vita in cui hanno più bisogno dei loro coetanei e insegnanti.

L'isolamento 'vola di fronte a ciò che il loro cervello dice loro di cui hanno bisogno', ha detto Kenneth Ginsburg, un pediatra specializzato in medicina per adolescenti presso il Children's Hospital di Philadelphia.

Quando arriva la pubertà, il cervello si riorganizza drammaticamente, ha detto Laurence Steinberg, professore di psicologia alla Temple University, specializzato in adolescenza. I percorsi neurali che si occupano delle connessioni sociali diventano più attivi, aiutando gli adolescenti a entrare in sintonia con ciò che le altre persone pensano e sentono e come relazionarsi al meglio con loro.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

È a questa età che, attraverso le interazioni con coetanei e adulti, i giovani acquisiscono la capacità di leggere le espressioni facciali e interpretare la comunicazione non verbale, ha affermato Steinberg. C'è una ragione evolutiva per questo apprendimento sociale: capire come andare d'accordo con gli altri è la chiave per prosperare nella vita.

I bambini di questa età 'mettono in pratica chi sono in relazione a un mondo sociale complicato, con gerarchie, regole e sfumature', ha affermato Ronald Dahl, direttore dell'Institute of Human Development presso l'Università della California a Berkeley. 'Stanno imparando a un ritmo fenomenale.'

Ma realizzare tutto questo apprendimento sociale senza interazioni di persona è difficile, se non impossibile. 'La dose è stata drasticamente ridotta', ha detto Dahl.

La storia continua sotto la pubblicità

Le scuole possono aiutare fornendo istruzioni online in tempo reale, opportunità di interazione insegnante-studente e sforzi per aiutare gli studenti a sentirsi parte di un gruppo, anche quando lavorano da casa. Ma gli studi dimostrano che molti studenti non sono coinvolti in questo modo, specialmente i bambini che non hanno accesso a Internet a casa. In un sondaggio tra gli insegnanti rilasciato all'inizio di aprile, solo il 39% ha riferito di interagire con i propri studenti almeno una volta al giorno. La forma di comunicazione più comune era la posta elettronica.

Gli studenti affermano di non ricevere feedback in tempo reale da insegnanti e colleghi. Le discussioni in classe possono essere pompose e imbarazzanti, se mai accadono. I progetti di gruppo sono molto difficili da realizzare. Non ci sono possibilità di chattare con i coetanei tra una lezione e l'altra e sviluppare casualmente nuove amicizie, almeno non allo stesso modo.

“Sono FaceTiming con i miei amici e tutto, ma non è la stessa cosa. Come se non mi sentissi lo stesso come la connessione umana ', ha detto Seamus Lynch, un bambino di terza media alla Lincoln Middle School di Park Ridge, un sobborgo di Chicago. E anche il modo in cui lavora accademicamente è cambiato. Prima della chiusura, se lui e i compagni di classe stavano scrivendo una storia durante la lezione di inglese, normalmente faceva un seminario sulla sua scrittura con gli altri. Ora non è così facile da fare.

La storia continua sotto la pubblicità

Saige Jensen, di seconda media, vive nelle zone rurali del nord-est dell'Oregon, frequentando la Heppner Junior/Senior High School. Non ha uno smartphone né usa i social media, quindi è difficile connettersi con i coetanei. '[È] strano', ha detto. “Mi piacciono un sacco di bambini che parlano tutto il tempo. E adesso è tranquillo». Mentre tiene lezioni online dal vivo con i suoi insegnanti a giorni alterni, la connessione Internet lenta della sua famiglia rende difficile la partecipazione. Può inviare domande via e-mail, ma i suoi insegnanti sono occupati e non possono sempre rispondere subito. 'Stai cercando di fare un lavoro da solo che potresti non sapere come fare', ha detto.

Perdere le connessioni sociali è difficile per i ragazzi delle scuole medie in generale, e specialmente per i ragazzi di prima media che stanno appena iniziando a creare i loro social network, ha affermato Geoffrey Borman, professore di politica e analisi dell'istruzione presso l'Università del Wisconsin a Madison.

'Avere questo all'improvviso portato via da loro, essere essenzialmente relegati a vivere in una grotta con i loro genitori a casa ... che penso sia una circostanza particolarmente scoraggiante', ha detto Borman, che ha guidato un studio l'anno scorso su come migliorare il rendimento scolastico e il benessere emotivo dei ragazzi delle scuole medie.

La storia continua sotto la pubblicità

Gli insegnanti affermano di poter vedere il pedaggio che l'isolamento sociale sta assumendo sui loro studenti. Andrea Nelson, che insegna arti linguistiche e studi sociali alla scuola dell'Oregon frequentata da Saige in seconda e terza media, ha affermato che in un incarico di diario, i bambini hanno scritto di quanto siano soli. Uno studente le invia un messaggio quattro o cinque volte al giorno e le invia le foto dei suoi animali domestici. 'Ho dei bambini in cui sono tipo, 'Ok, ora disconnettiti, il nostro incontro è terminato. E a loro piace che stiano resistendo', ha detto.

Anche in tempi non pandemici, la prima adolescenza può essere un periodo accademico precario. Quando i ragazzi passano dalle elementari alle medie, a volte i loro voti gocciolare a causa di tutti i cambiamenti che sperimentano, dicono i ricercatori. Invece di essere assegnato a un insegnante di classe, si spostano tra le classi; la scuola è spesso più grande e più lontana da casa; e le esperienze sociali nella scuola media, sebbene entusiasmanti, possono anche essere travolgenti.

Ci sono alcune prove che gli studenti delle scuole medie potrebbero essere particolarmente vulnerabili alla perdita di apprendimento derivante dagli arresti. Uno scenario peggiore delineato in a carta pubblicato a maggio, prevedeva che gli studenti di prima e seconda media manterrebbero in media solo dall'1 al 10 percento dei loro normali guadagni di apprendimento in matematica per l'anno e solo dal 15 al 29 percento in lettura. Per i bambini più piccoli, anche nella peggiore delle ipotesi, le perdite di apprendimento sono state meno acute.

La storia continua sotto la pubblicità

Ma molti educatori stanno facendo del loro meglio per scongiurare l'isolamento sociale e la perdita di apprendimento. Gli insegnanti della Mott Hall Bridges Academy, una scuola media pubblica in uno dei quartieri più poveri di Brooklyn, stanno cercando di imitare il più possibile la classe. La preside Nadia Lopez ha affermato che molti dei suoi insegnanti leggono libri ad alta voce tramite video invece di assegnarli, e in seguito tengono discussioni dal vivo.

È metà giugno e le scuole non sono ancora sicure di come apriranno per il 2020-21. Ecco perché - e cosa è probabile che accada.

Tuttavia, a più di due mesi dall'arresto, la Lopez è preoccupata per la salute mentale dei suoi studenti. Quando i suoi insegnanti chiamano a casa e parlano con genitori e studenti, sentono che alcuni bambini stanno svegli più tardi, dormendo di più. Fino alla chiusura, la scuola era aperta fino alle 18:00. ogni giorno della settimana, con i bambini impegnati in ogni tipo di attività doposcuola: basket, cucina, arte, softball.

'Siamo davvero preoccupati per la depressione', ha detto Lopez. 'Perché i nostri figli prosperano stando insieme'.

La storia continua sotto la pubblicità

Allo stesso tempo, ci sono alcuni studenti delle scuole medie che riferiscono di apprendere meglio online che di persona. Ciò è in parte dovuto al fatto che le intense connessioni dei bambini a questa età possono spesso complicarsi. Molly Hudgens, consulente scolastico presso la Sycamore Middle School in Tennessee, ha affermato che molti degli studenti con cui lavora affermano di essere più felici con l'apprendimento a distanza perché possono evitare i conflitti che hanno con altri studenti.

Meagan Daughtry, una seconda elementare della scuola di Lopez a Brooklyn, ha detto che è più a suo agio a lavorare da casa che a scuola. È utile avere uno spazio tranquillo in cui lavorare e che sua madre, Rose Daughtry, sia stata lì per aiutare con qualsiasi problema con il computer. Daughtry è stata rimandata a casa dal suo lavoro con la Metropolitan Transit Authority per settimane dopo aver mostrato i sintomi del covid-19, la malattia causata dal coronavirus.

Tornata in Virginia, Leah Hampton ha faticato a rimanere concentrata sui compiti senza i suoi amici intorno. 'Non sono sicuramente così motivato come prima', ha detto. 'Non credo di imparare bene come quando dovevamo andare a scuola.'

La storia continua sotto la pubblicità

Sua madre si preoccupa di cosa significherà per il prossimo anno scolastico, soprattutto se l'apprendimento online continuerà in autunno.

'Sono preoccupato che i suoi insegnanti non sappiano chi è, lei non capirà chi sono i suoi insegnanti - sai, la relazione non sarà lì', ha detto Hampton. Gli ultimi mesi di quarantena, nel frattempo, hanno dimostrato quanto siano importanti queste relazioni.

Questa storia su ragazzi delle scuole medie è stato prodotto da il rapporto Hechinger, un'organizzazione di notizie indipendente e senza scopo di lucro focalizzata sulla disuguaglianza e l'innovazione nell'istruzione. Iscriviti al Bollettino Hechinger.