No, gli insegnanti non stanno bene

No, gli insegnanti non stanno bene

Il presidente Biden e la first lady Jill Biden hanno accolto questa settimana alla Casa Bianca gli insegnanti statali dell'anno 2020 e 2021, presentando una mela di vetro ai vincitori nazionali per quegli anni.

'Non sottovalutare quello che fai', ha detto il presidente agli insegnanti durante una cerimonia all'aperto nei giardini della Casa Bianca. '... Fai una differenza enorme.'

Il programma Teacher of the Year - sponsorizzato dal Council of Chief State School Officers - onora un insegnante di ogni stato e del Distretto di Columbia, quattro territori degli Stati Uniti e l'attività educativa del Dipartimento della difesa. Ogni anno viene scelto un vincitore nazionale e tutti vengono portati nella capitale della nazione per una settimana di festeggiamenti e apprendimento. Nel 2020, non c'è stato nessun viaggio a Washington a causa della pandemia.

La storia continua sotto la pubblicità

L'evento alla Casa Bianca è arrivato in un momento di crisi dell'insegnamento, con molti educatori che affermano di essere più sotto pressione e disillusi che mai.

La carenza cronica di insegnanti sta peggiorando in alcuni luoghi e l'assunzione di supplenti rappresenta una sfida enorme in molti distretti. Lodato durante i primi giorni della pandemia, gli insegnanti e i loro sindacati sono diventati rapidamente un bersaglio di attacchi da parte di persone che volevano l'apertura di scuole in aree ad alta trasmissione del coronavirus.

Questo pezzo, scritto dall'insegnante veterano Steven Singer, spiega lo stato della professione come la vede ora. Singer, marito, padre, autore e sostenitore dell'istruzione, insegna arti linguistiche in terza media nella Pennsylvania occidentale. È un insegnante certificato del National Board e co-direttore del comitato di ricerca e blog per la Badass Teachers Association. È anche co-fondatore del gruppo di difesa del budget educativo con sede in Pennsylvania TEACH (Tell Everyone All Cuts Hurt) e autore del libro ' Gadfly on the Wall: un insegnante di scuola pubblica parla di razzismo e riforma .” Questo post è apparso su il suo sito web, Gadfly on the Wall , e mi ha dato il permesso di ripubblicarlo.

Gli educatori di tutto il paese protestano contro le leggi che limitano le lezioni sul razzismo, giurano di insegnare la verità

di Steven Singer

Alla riunione del personale l'altro giorno, uno dei miei colleghi insegnanti si è rivolto a me e ha detto che aveva problemi a vedere. Si precipitò a casa e dovette aggiustare le medicine per la pressione sanguigna.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

Un altro collega è stato mandato a casa perché uno dei suoi studenti era risultato positivo al coronavirus e lei era andata alla sua scrivania per aiutarlo con il suo compito.

Sono tornato a casa un venerdì di recente ed ero così abbattuto che sono semplicemente crollato a letto, trascorrendo la settimana successiva passando da una procedura medica all'altra per riguadagnare la mia salute.

Gli insegnanti non stanno bene.

Questa pandemia è stata duro con noi . Attraverso ogni svolta e svolta, gli insegnanti sono stati al centro della tempesta.

Quando le scuole hanno chiuso per la prima volta, eravamo eroi per l'insegnamento online.

Quando sono rimasti chiusi, eravamo cattivi per aver voluto rimanere lì, al sicuro dalle infezioni.

Poi c'erano i vaccini e molti di noi volevano riaprire le nostre scuole, ma solo se avessimo la priorità di essere vaccinati prima. In realtà abbiamo dovuto lottare per questo diritto .

La storia continua sotto la pubblicità

Quando i nostri studenti si sono ammalati, abbiamo dato l'allarme, solo per sentire Rochelle Walensky, direttrice di i Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie, racconta persone di non andare alle feste del Super Bowl ma che le scuole potrebbero riaprire in sicurezza senza che gli insegnanti si facciano vaccinare.

Ci è stato chiesto di rifare i nostri interi curricula online, quindi di persona per una manciata di studenti in blocchi di due giorni funky, quindi insegnare ENTRAMBI online e di persona allo stesso tempo.

L'estate è stata sprecata con l'allentamento delle precauzioni e non abbastanza adulti e adolescenti vaccinati.

Poi le scuole hanno riaperto ad agosto e settembre a dibattiti sull'opportunità di continuare le precauzioni di sicurezza come richiedere agli studenti e al personale di indossare maschere e se dovremmo espanderle per includere le vaccinazioni obbligatorie per tutto il personale e gli studenti idonei per proteggere i bambini di 11 anni e più giovani che non possono ancora prendere il vaccino.

La storia continua sotto la pubblicità

È stato un anno e mezzo difficile, e posso dirvi per esperienza: GLI INSEGNANTI SONO ESAURITI.

A partire dal 17 settembre 2021, almeno 1.116 educatori K-12 attivi e in pensione sono morti di covid-19, secondo Education Week . Di quel numero, almeno 361 erano insegnanti attivi sul posto di lavoro.

Sono sicuro che il numero reale è molto più alto.

Secondo l'Associated Press, la pandemia ha innescato un picco di pensionamenti e dimissioni degli insegnanti, per non parlare della carenza di tutor e aiutanti speciali.

Sono state segnalate difficoltà a riempire le aperture degli insegnanti in molti stati, tra cui Tennessee, New Jersey e South Dakota. Nello stato di Mount Rushmore, un distretto ha iniziato l'anno scolastico con 120 posti vacanti per insegnanti.

La storia continua sotto la pubblicità

In Texas, i distretti di Houston, Waco e altri quartieri hanno segnalato centinaia di posti vacanti per insegnanti all'inizio dell'anno scolastico. E un certo numero di scuole a livello nazionale ha dovuto chiudere temporaneamente le aule perché non c'erano abbastanza insegnanti.

La carenza di insegnanti non è iniziata con la pandemia. Da anni ormai gli educatori si allontanano silenziosamente dalla professione a causa della scarsa retribuzione e della mancanza di rispetto, autonomia e sostegno.

Ad esempio, gli insegnanti sono pagati il ​​20% in meno rispetto ad altri lavoratori con istruzione universitaria con esperienza simile . A Il sondaggio del 2020 ha rilevato che il 67% degli insegnanti ha o ha avuto un secondo lavoro per sbarcare il lunario.

Perché è così difficile mantenere il personale delle scuole con gli insegnanti? Questo grafico lo spiega.

Questa non è scienza missilistica. Se le persone si rifiutano di lavorare per un determinato salario, è necessario aumentare la retribuzione. Ma non si tratta solo di pagare.

La storia continua sotto la pubblicità

Secondo un sondaggio del giugno del 2.690 membri della National Education Association , il 32% ha affermato che la pandemia potrebbe farli lasciare la professione prima del previsto. Quasi un terzo degli educatori - 1 su 3 - che prevede di abbandonare l'insegnamento a causa della pandemia.

Un altro sondaggio della Rand Corp. ha affermato che la pandemia ha aumentato l'attrito, il burnout e lo stress degli insegnanti. In effetti, gli educatori avevano quasi il doppio delle probabilità rispetto agli altri lavoratori adulti di avere frequenti stress da lavoro e quasi tre volte più probabilità di soffrire di depressione.

Il La Fondazione CDC a maggio ha rilasciato risultati simili : il 27% degli insegnanti ha riferito di depressione e il 37% di ansia.

La storia continua sotto la pubblicità

L'indagine Rand è andata ancora più in profondità, individuando diverse cause di condizioni di lavoro stressanti. Questi erano (1) una discrepanza tra la modalità di istruzione effettiva e quella preferita, (2) la mancanza di amministratore e supporto tecnico, (3) problemi tecnici con l'insegnamento a distanza e (4) la mancanza di attuazione delle misure di sicurezza covid-19.

Devo ammettere che è quello che vedo nel distretto in cui insegno.

Abbiamo avuto diverse riunioni del personale da quando gli studenti sono tornati in classe e nessuno di loro si è concentrato su come proteggere gli studenti e il personale dal covid-19. In effetti, l'amministrazione sembra felice di ignorare semplicemente che è in corso una pandemia.

La storia continua sotto la pubblicità

Abbiamo parlato di standard accademici, istruzione basata sui dati, piani comportamentali, pianificazione delle lezioni , dividendo gli studenti in base ai punteggi dei test standardizzati ma NIENTE sulla palla virale appuntita nella stanza!

Riceviamo email e telefonate ogni pochi giorni dal distretto su quanti studenti e personale sono risultati positivi e se sono stati identificati contatti stretti. Ma non si fa nulla per fermare il flusso costante della malattia.

E questi comunicati nascondono volutamente la portata di questi focolai. Ad esempio, ecco un annuncio del 13 settembre: “Abbiamo appreso che un membro del personale della scuola media è risultato positivo al coronavirus. Non c'erano contatti stretti associati a quel caso. Abbiamo anche appreso che uno studente delle scuole medie è risultato positivo. I contatti stretti per questo caso sono stati identificati e notificati. Grazie.'

Questo annuncio non ha rivelato che i contatti per lo studente erano l'intera squadra di pallavolo femminile della scuola media. Cioè da 16 a 17 studenti che sono stati tutti messi in quarantena di conseguenza.

Gli insegnanti sono stanchi di questo. E non intendo palmo in testa, guai a me stanco. Voglio dire, sprofondare in un mucchio stanco.

Ci stiamo ammalando fisicamente. Anche quando non è direttamente attribuito al covid-19, è per lo stress.

Nel mio distretto, il consiglio scolastico si è rifiutato di imporre le mascherine. Il governatore ha preso provvedimenti per richiedere la più semplice delle precauzioni di sicurezza . Sai quanto questi imbrogli insensati prosciugano gli educatori che vogliono solo superare la giornata senza contrarre una malattia potenzialmente fatale!?

Ci sono tanti insegnanti assenti ogni giorno. Sappiamo perché non ci sono nemmeno abbastanza supplenti, quindi quelli di noi che si presentano di solito devono coprire le lezioni degli insegnanti mancanti tra l'insegnamento delle nostre lezioni e l'adempimento dei nostri altri doveri.

Le cose non possono continuare in questo modo. Abbiamo bisogno di aiuto e supporto.

non possiamo essere le uniche persone responsabili di affrontare i problemi della società più.

Non puoi semplicemente metterci in una stanza con dei bambini e dirci di sistemare tutto.

Non puoi rifiutarti di ascoltarci ma incolparci quando le cose vanno male.

Nessuno resterà per questo, nemmeno per i bambini.

Vogliamo esserci per i nostri studenti , per dare il più possibile, ma molti di noi stanno esaurendo le cose da dare.

Il sistema è costruito sulle spalle degli insegnanti.

E siamo pronti a crollare.

Il tipo di insegnamento di cui i bambini hanno bisogno in questo momento