Uno dei più grandi gestori di prestiti studenteschi della nazione prevede di tagliare i legami con il Dipartimento dell'Istruzione

Uno dei più grandi gestori di prestiti studenteschi della nazione prevede di tagliare i legami con il Dipartimento dell'Istruzione

La Pennsylvania Higher Education Assistance, un'agenzia di aiuti finanziari statali che gestisce prestiti agli studenti e sovvenzioni per il Dipartimento dell'Istruzione, ha dichiarato giovedì che non gestirà più i prestiti federali dopo quest'anno.

La decisione arriva mentre il dipartimento revisiona la gestione del suo portafoglio di prestiti studenteschi da $ 1,6 trilioni, un sistema di pagamento e riscossione che i legislatori e i sostenitori liberali affermano che è mal gestito.

Il capo federale degli aiuti agli studenti Richard Cordray parla dei prestiti agli studenti: 'Intendiamo e riterremo responsabili i servizi'.

Società di servizi come PHEAA, Navient e Nelnet sono state accusate di fornire informazioni imprecise, elaborazione dei pagamenti errata e scartoffie. Gli appaltatori confutano tali addebiti e affermano che i problemi di manutenzione sono radicati nella progettazione contorta del sistema di pagamento.

La storia continua sotto la pubblicità

'Nei 12 anni da quando PHEAA ha accettato i termini del suo contratto di servizio federale, i programmi di prestito federale, gestiti dal Dipartimento dell'Istruzione degli Stati Uniti, sono diventati sempre più complessi e impegnativi, mentre il costo per il servizio di tali programmi è aumentato drammaticamente', Keith New, un portavoce di PHEAA, ha detto in una nota.

New ha detto che PHEAA non cercherà o accetterà un'altra estensione del suo contratto con il Dipartimento dell'Istruzione. L'accordo di 10 anni è scaduto inizialmente nel 2019, ma è stato esteso fino a dicembre mentre il dipartimento lavora per riformare la sua piattaforma di servizi.

New prevede che la decisione comporterà il licenziamento di alcuni dei 2.250 dipendenti dell'azienda, ma non è stato possibile fornire un numero esatto, poiché il processo di transizione potrebbe ridurre al minimo l'impatto sui dipendenti. L'agenzia quasi statale, creata nel 1963 per amministrare i programmi di aiuti finanziari della Pennsylvania, si concentrerà sulla sua missione principale di servire lo stato e continuare a servire i prestiti commerciali.

La storia continua sotto la pubblicità

Il Dipartimento dell'Istruzione e PHEAA stanno lavorando per una transizione graduale per gli 8,5 milioni di mutuatari i cui prestiti sono gestiti dal servicer. New anticipa che la transizione si estenderà al prossimo anno.

Richard Cordray, che dirige l'ufficio federale per gli aiuti agli studenti del dipartimento, ha affermato che l'agenzia federale 'si impegna a utilizzare tutti gli strumenti della nostra cassetta degli attrezzi per assicurarsi che i mutuatari siano supportati e non abbiano un impatto negativo durante questa transizione'.

Ha affermato che l'ufficio per gli aiuti agli studenti e la PHEAA stanno sviluppando un 'piano di chiusura' che 'conterrà comunicazioni precoci e frequenti e una guida chiara su ciò che i mutuatari dovrebbero aspettarsi, nonché una forte supervisione da parte della FSA durante questa transizione'.

La storia continua sotto la pubblicità

PHEAA, che opera anche come FedLoan Servicing, ha iniziato a gestire il debito dell'istruzione federale nel 2009, quando il governo ha gradualmente eliminato il suo ruolo e quello di altre società private nel prestito agli studenti. È stato preso di mira per la sua amministrazione di Public Service Loan Forgiveness, un programma federale in cui i mutuatari devono effettuare 120 pagamenti mensili puntuali sui loro prestiti per 10 anni per annullare il saldo residuo.

L'agenzia di controllo fa esplodere l'appaltatore del governo per aver gestito male il programma di condono del prestito studentesco

Un'indagine del Consumer Financial Protection Bureau del 2017 ha accusato il PHEAA di aver contato male i pagamenti qualificati dei mutuatari e di aver messo loro in difficoltà mentre lottavano per correggere l'errore. I mutuatari si sono lamentati del servizio che li ha inseriti in piani di pagamento non ammissibili, un passo falso che ha ritardato la loro capacità di ottenere il perdono.

New York e il Massachusetts hanno citato in giudizio FedLoan per presunta cattiva gestione del programma di condono del prestito e hanno incolpato il Dipartimento dell'Istruzione per la negligenza negligente. Un audit del Government Accountability Office del 2019 ha rilevato che il dipartimento non ha mai fornito un manuale di istruzioni scritto a FedLoan. Invece, l'azienda ha dovuto interpretare una guida contraddittoria. Secondo l'audit, la scarsa comunicazione tra FedLoan e altre società di servizi sui conti dei mutuatari determina un errore di conteggio dei pagamenti ammissibili.

Gli insegnanti fanno causa a un gestore di prestiti agli studenti per aver convertito le loro borse di studio in prestiti

Il programma del perdono non è l'unico punto di contesa.

La storia continua sotto la pubblicità

Un gruppo di insegnanti ha anche fatto causa a PHEEA per la sua gestione della borsa di studio per l'istruzione degli insegnanti per il college e l'istruzione superiore, un programma federale che fornisce denaro agli studenti disposti a lavorare in scuole per esigenze elevate o insegnare materie per esigenze elevate per quattro anni. Gli educatori hanno affermato che il servicer ha convertito le loro sovvenzioni in prestiti per errore e si è rifiutato di correggere il torto.

Altri insegnanti si sono lamentati di aver convertito le loro borse di studio a causa di intoppi burocratici, mancate scadenze di certificazione o aver ricevuto informazioni errate da FedLoan. Il Dipartimento dell'Istruzione ha attribuito gran parte della colpa al predecessore di PHEAA, ACS, che ha gestito il programma di sovvenzioni fino al 2014. Tuttavia, le crescenti lamentele dei consumatori riguardo al PHEAA hanno seminato semi di sfiducia tra i legislatori liberali.

Ad un'udienza del Senato Banking ad aprile, la senatrice Elizabeth Warren (D-Mass.) si è scontrata con l'amministratore delegato della PHEAA James Steeley, accusando la sua organizzazione di un diffuso errore di conteggio dei pagamenti nel programma di servizio pubblico e insistendo sul fatto che il dipartimento dovrebbe rescindere il suo contratto. Steeley ha negato le accuse.

Giovedì, Warren ha affermato che la decisione di PHEAA di andarsene volontariamente è una vittoria per i mutuatari.

“Milioni di mutuatari possono tirare un sospiro di sollievo oggi sapendo che i loro prestiti non saranno più gestiti da PHEAA, un'organizzazione che ha derubato un numero imprecisato di dipendenti pubblici della cancellazione del debito ed è stata recentemente sorpresa a mentire al Congresso sul suo atroce record di multe e sanzioni', ha detto Warren.