Il futuro post-pandemia del college? È nel campus e online.

Il futuro post-pandemia del college? È nel campus e online.

SAN JOSE — Indossando una maschera e Birkenstock mentre vagava per l'aula un pomeriggio, il professore associato John Delacruz ha cercato di entusiasmare i suoi studenti per un incarico di design pubblicitario. Ognuno di loro doveva creare un poster che definisse il marchio di un artista attraverso il colore, il carattere e altri elementi di testo.

'Fallo', li esortò Delacruz. 'Fallo. Sporchi le mani. Voglio davvero che tu esplori come rendere fisica la tua tipografia.” Li divise in piccoli gruppi per parlarne. Ma alcuni non erano fisicamente lì. Si stavano sintonizzando da lontano tramite Zoom.

Questa è la nuova realtà alla San José State University e altrove nell'istruzione superiore un anno e mezzo dopo che la pandemia di coronavirus ha chiuso i campus in tutta l'America. Gli studenti sono tornati al campus e online allo stesso tempo. A loro piace avere la scelta. Per molti, l'educazione è definita non tanto dalla modalità di insegnamento che da come soddisfa i loro bisogni.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

'Mi sono adattato a questo e forse preferisco anche a volte essere su Zoom', ha detto Natesa Vuong, 21 anni, senior in pubblicità di San Jose che era uno degli studenti remoti nella classe di Delacruz. In altri giorni sarebbe stata lì di persona. 'Apprezzo che abbiamo l'opzione.'

Nonostante il trambusto di questo autunno per il ritorno al campus, quella che era considerata una normale routine accademica in molti college e università è sparita. Al suo posto sta emergendo una notevole miscela di metodi di insegnamento che sono faccia a faccia, online o un ibrido dei due. Questa tendenza, nata per necessità all'inizio della pandemia, potrebbe durare più a lungo.

Celebrazione del campus e paura del covid: i college riaprono per una seconda caduta sotto l'ombra della pandemia

Due anni fa, dall'85 al 90 percento delle classi universitarie dello Stato di San José erano prevalentemente di persona. Ora la quota è inferiore alla metà, il 40 percento. Il resto è ibrido o completamente remoto. La quota di persona salirà al 60 percento in primavera, ha affermato il rettore universitario Vincent J. Del Casino Jr., ed è probabile che raggiunga il 70-75% in futuro.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

Del Casino ha previsto che gli studenti nell'era post-pandemia faranno domande puntuali: “Perché vengo al campus? Sai, che valore stai apportando all'esperienza di insegnamento e apprendimento in cui voglio percorrerla?'

Queste domande risuonano in una scuola a pochi isolati di distanza dalla sede di Zoom Video Communications. Molti studenti e docenti, immersi nella cultura high-tech della Silicon Valley, sembrano a proprio agio nelle aule virtuali.

I funzionari dell'università sottolineano che il loro campus, un'enclave del centro di verdi spruzzi di sole e palme nella terza città più grande della California, rimane un punto di ritrovo essenziale. Circa 4.000 studenti vivono nel campus e altri 11.000 circa nelle vicinanze. In tutto, l'università si iscrive a circa 36.000.

'La comunità è importante', ha detto Del Casino. “Quella connessione, l'informalità, le conversazioni che hai nel corridoio – queste cose contano. E se li dimentichiamo, rimarremo delusi da noi stessi lungo la strada'.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

Ma il campus del futuro potrebbe avere un aspetto diverso. Le grandi aule potrebbero essere meno necessarie - le classi autunnali qui con più di 50 studenti sono completamente remote - mentre le stanze con posti a sedere flessibili possono essere più utili per i progetti pratici. 'La vecchia aula del teatro non ti serve bene', ha detto Del Casino.

Il California State University System, che include questa università e altre 22, ha messo online la maggior parte delle lezioni lo scorso anno scolastico a causa della pandemia. Ora i suoi campus stanno riaprendo.

La vaccinazione contro il coronavirus è diffusa in California e obbligatoria nel sistema di 485.000 studenti, alleviando le preoccupazioni sull'apprendimento di persona. Ma la domanda di lezioni online rimane sorprendentemente forte, affermano i funzionari.

Gli studenti riceveranno vaccini contro il coronavirus? Alcuni college non tengono traccia.

'Mentre ascolto gli studenti, molti di loro mi hanno detto: 'Ho imparato molto attraverso l'istruzione virtuale e ne vedo i benefici perché mi dà più flessibilità'', ha detto il cancelliere dello stato della California Joseph I. Castro. “Molti continueranno a voler seguire corsi virtuali. Per noi, sarà un nuovo posto in cui siamo diretti. Le cose sono cambiate per tutti».

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

Per molti college di arti liberali e importanti università, le classi universitarie dovrebbero essere di persona. La loro ricerca prioritaria è quella di tornare il più vicino possibile ai ritmi operativi del 2019. Altre scuole si sono da tempo specializzate in programmi online rivolti agli studenti più grandi.

Qualunque sia il modello, le scuole devono prestare attenzione alla linea di fondo: perdere studenti insoddisfatti significherebbe perdere le entrate delle tasse scolastiche.

La pandemia ha spinto gli educatori a ripensare a ciò che funziona meglio. A volte dipende da quanto tempo gli studenti sono stati iscritti. Coloro che sono nuovi potrebbero aver bisogno di più tempo per affrontare.

Alla University of Maryland Baltimore County, la presidente del dipartimento di sistemi informativi Vandana Janeja ha sentito un brusio nella stanza il primo giorno di un corso di data science popolare tra le matricole. 'Erano così loquaci, così felici di essere tornati in classe', ha ricordato il professore. 'Mi stavo divertendo anche io.'

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

Ma gli anziani in un corso di livello superiore, in genere di persona, hanno spinto a portarlo online per soddisfare il lavoro e altri impegni. 'Davvero, un modello non va bene per tutti', ha detto Janeja. Questa caduta circa il 70 percento dei corsi universitari di UMBC in sistemi informativi e amministrazione della tecnologia aziendale sono online o ibridi. Due anni fa erano tutti di persona.

All'Università della Florida, la prospettiva di uno stadio di calcio pieno porta applausi — e paure

All'Arizona State University, la pandemia ha messo il turbo agli esperimenti con l'apprendimento online. Dei 77.000 studenti nei suoi campus, il presidente dell'università Michael M. Crow ha stimato che il 40% segue almeno una lezione online. Questi studenti amano andare alle partite di calcio, studiare in biblioteca, uscire con gli amici. Ma si sentono a loro agio anche nelle aule virtuali che potrebbero essere sincrone, dove accedono simultaneamente, o asincrone, dove accedono al proprio tempo.

Altre decine di migliaia frequentano l'ASU interamente da remoto. Questi sviluppi sollevano grandi domande. 'Come vogliamo che funzioni l'università?' chiese il corvo. “Letteralmente, devono essere tutti qui tutto il tempo? Può essere più fluido?'

A San José State, l'orario delle lezioni di Alexa Solomon mostra quanto possa essere difficile definire cosa significhi veramente 'di persona'. Il ragazzo di 19 anni della contea di Ventura, in California, si sta laureando in sanità pubblica. Fa il giro del campus su uno scooter e fa parte della squadra di ginnastica degli Spartan. Delle sue sette lezioni questo autunno, solo il laboratorio di kinesiologia è faccia a faccia.

Le lezioni online sono migliorate, ha detto. 'I professori ci hanno davvero preso la mano'. Per lei, è stata una rivelazione scoprire che avrebbe potuto rivedere una conferenza su Zoom se non avesse capito qualcosa la prima volta. 'Questo è stato davvero utile per me', ha detto.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

Shubhankar Sharma, 21 anni, un anziano in ingegneria elettrica della vicina Sunnyvale, ha due lezioni di persona: una sull'elettronica dei semiconduttori, l'altra sull'informatica quantistica. Per un'altra lezione di elettronica fisica, guarda le lezioni online a casa ma sostiene gli esami di persona. Altre due lezioni di cinema e ingegneria sono interamente online.

Fondamentale per Sharma, la sua logistica riduce il tempo nel traffico dell'autostrada e nei parcheggi, un punto che molti adulti nel mondo del lavoro apprezzano dopo aver trascorso un anno di pandemia negli uffici domestici e aver saltato le ore di punta mattutine e serali.

'Gli studenti possono imparare da soli', ha detto Sharma. 'Mi va bene così.' Sharma apprezza le attività del campus che non sono necessariamente accademiche. Assistere a una partita di calcio, ad esempio, o calciare un pallone da calcio con gli amici. 'È decisamente bello passeggiare', ha detto. 'Essere in grado di interagire con le persone faccia a faccia aumenta il tuo umore.'

Arianna Ramos, 18 anni, una matricola di Hayward, California, ha detto che partecipa a metà delle sue lezioni online al mattino e va al campus nel pomeriggio per le altre. Le piace non dover correre in classe alle 9 del mattino. 'Per alcune lezioni, online va bene', ha detto. 'Non sono una persona mattiniera.'

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

Per i nuovi studenti che non sono abituati al ritmo veloce e al carico di lavoro, l'apprendimento online può rappresentare sfide uniche. Ramos, la prima da parte di madre della famiglia ad andare al college, ha riconosciuto la necessità di orientarsi. 'Sto ancora cercando di abituarmi al modo di fare del college', ha detto.

Il presidente dell'università Mary A. Papazian ha affermato di essere impegnata a garantire la qualità dell'istruzione online. Vuole studiare attentamente cosa funziona e cosa no in tutte le modalità di insegnamento.

Per gli educatori, la comodità non è il fattore più critico. Ciò che conta è imparare e rimanere sulla buona strada per laurearsi. La posta in gioco è alta per una scuola in cui due studenti universitari su cinque hanno un fabbisogno finanziario sufficiente per qualificarsi per le sovvenzioni federali Pell. Le tasse e le tasse statali ammontano a circa $ 7,900 all'anno. I dati federali mostrano che il 66% degli studenti che iniziano a tempo pieno allo Stato di San José guadagna una laurea entro sei anni.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

'Devi ascoltare gli studenti', ha detto Papazian. 'Ma abbiamo anche l'obbligo di creare l'ambiente migliore che li supporti per prosperare, per avere successo'.

Alcuni docenti trovano problematica l'istruzione online. Stoyu I. Ivanov, professore di contabilità e finanza, ha affermato di temere che molti studenti medi andranno alla deriva nelle classi virtuali. 'Non hanno la disciplina', ha detto. A suo avviso, andare a lezione motiva questi studenti a lavorare di più.

Ma piccoli passi possono fare la differenza online. Nidhi Mahendra, una professoressa di scienze e disturbi della comunicazione, ha iniziato ad aprire la sua classe Zoom con largo anticipo rispetto all'orario di inizio quando ha notato che gli studenti facevano clic con 20 minuti di anticipo. Ha dato loro più tempo per legare attraverso le chiacchiere. 'È stato un bel colpo, in realtà', ha detto Mahendra. 'Mai successo prima.'

Delacruz, il professore di pubblicità, ha affermato che la pandemia lo ha portato al programma di messaggistica Slack. Lo usa per costruire comunità, per far incontrare gli studenti e aiutarsi a vicenda. Crede che coloro che si destreggiano tra scuola e lavoro dovrebbero essere in grado di alternare tra apprendimento online e di persona. 'Se il loro capo dice: 'Puoi lavorare in questo turno?', li rassicura che non perderanno la lezione', ha detto.

Soprattutto, ha detto Delacruz, la pandemia lo ha reso un insegnante migliore costringendolo a innovare. 'Non ho intenzione di buttare via tutto quello che ho imparato nell'ultimo anno', ha detto. 'Devo continuare a usare queste cose.'