Scuole e armadietti: non è più la combinazione giusta

Scuole e armadietti: non è più la combinazione giusta

Sono trascorsi cinque mesi interi dall'inizio dell'anno scolastico e Isabel Echavarria, una studentessa della Bethesda-Chevy Chase High School nel Maryland, non ha usato il suo armadietto una volta. Non è nemmeno sicura di averne uno. Sean Radley, studente del secondo anno alla Tesoro High nel sud della California, pensa che ci possa essere un libro nel suo armadietto, ma raramente lo visita. Nekko Jones e Dwayne Burrell, matricole al Cardozo Education Campus di Washington, sono stati assegnati agli armadietti all'inizio dell'anno, ma nessuno dei due sa dove sia.

Un tempo centro gravitazionale della giornata del liceo, gli armadietti hanno perso da tempo il loro fascino e la loro utilità sembra una reliquia di un'epoca di educazione che è scivolata via. Film e programmi televisivi sulle scuole superiori possono ancora presentare studenti che decorano gli armadietti o vengono spinti dentro di essi, ma nel mondo reale gli armadietti sono stati quasi abbandonati. La tendenza si è espansa così rapidamente e ampiamente che le scuole stanno rimuovendo gli armadietti dei singoli studenti dai loro corridoi, e costruttori e progettisti di molte nuove scuole superiori non li includono nemmeno nei loro piani.

'È un cambiamento piuttosto grande che ha avuto luogo negli ultimi anni', ha affermato Sean Connor, preside di Pfluger Architects, una grande azienda del Texas che si occupa di edilizia scolastica. 'Un tempo era lo standard fornire armadietti individuali per ogni studente. Ora, lo standard non sono gli armadietti o, al massimo, solo alcuni».

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

Allora, perché il cambiamento? Chiunque abbia un liceale nella propria orbita sa che gli studenti ora vogliono tutto ciò che possiedono con sé tutto il tempo. Libri, telefoni, borracce, cuffie, laptop, tablet, snack, cappotti, scarpe extra. Laddove gli studenti erano soliti scambiarsi libri di testo tra le classi, ora navigano per i corridoi piegati da zaini stracolmi come gli sherpa himalayani che si trascinano senza un campo base. Questo approccio portatutto probabilmente garantisce un flusso costante di pazienti per i chiropratici e sconcerta i genitori che non capiscono perché i loro figli non possono semplicemente usare un armadietto assegnato per conservare le loro cose.

Per la maggior parte degli studenti, il problema è il tempo e la convenienza.

'La mia scuola è davvero grande', ha detto Echavarria. 'Ha quattro piani e un seminterrato, e fermarsi in un luogo specifico tra ogni classe sarebbe ridicolo. Ed è più difficile tenere traccia delle tue cose se si trovano in un'altra posizione.'

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

Acxel Escobar, un junior di Cardozo, si è reso conto presto che semplicemente non aveva bisogno di un posto separato dove tenere tutto a scuola. 'Il mio primo anno, ho tenuto alcuni libri nel mio armadietto e l'ho usato', ha detto. 'Ma ho smesso di usarlo perché avevo tutte le mie risorse nella borsa dei libri.'

Anche gli armadietti vengono lasciati nella polvere perché le scuole offrono più classi che utilizzano libri di testo online o tengono i libri di testo in classe per essere condivisi dagli studenti. E la natura stessa della scuola sta cambiando.

'L'esperienza della scuola superiore si è evoluta in cui l'apprendimento è sempre e ovunque', ha affermato Ann Bonitatibus, preside della Thomas Jefferson High School nella contea di Fairfax, dove la maggior parte degli armadietti individuali della scuola sono stati rimossi durante una ristrutturazione lo scorso anno. 'Più i nostri campus sono così, più i nostri studenti sono inclini ad avere i loro materiali con sé in ogni momento e in ogni luogo, in modo che possano imparare a pranzo, a pause di 20 minuti o tra una lezione e l'altra.'

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

Come parte della sua ristrutturazione, Thomas Jefferson ha installato cubbies condivisi in luoghi convenienti in tutta la scuola dove gli studenti possono riporre temporaneamente la loro attrezzatura. Per una generazione cresciuta con il bike sharing e Uber, il modello di proprietà fluido ha senso. I cambiamenti, ha detto Bonitatibus, 'sono stati guidati dagli studenti più di ogni altra cosa. E quello che stiamo facendo ora è rispondere ai modelli degli studenti. Non stiamo cercando di far sì che gli studenti si adattino al nostro modello.'

Gli studenti di oggi potrebbero non essere consapevoli del ruolo dell'armadietto nella tradizione delle scuole superiori, ma per le generazioni precedenti la notizia della sua imminente scomparsa è motivo di nostalgia.

L'armadietto, dopotutto, era parte integrante della crescita, un luogo in cui dimostrare che eri responsabile di te stesso e delle tue cose. Fu dove gli studenti impararono che i lucchetti a combinazione si aprivano in sequenza sinistra-destra-sinistra (o era destra-sinistra-destra?). Era dove le note d'amore venivano depositate di nascosto (e meno surrettiziamente studiate). Era dove gli spacciatori nascondevano la loro scorta (raramente con successo) e i ragazzi invitavano le ragazze al ballo di fine anno (prima che diventasse una produzione su vasta scala). Era un'estensione di te stesso.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

Non più.

Claire Libert, una studentessa della York Community High di Elmhurst, Illinois, usa ancora il suo armadietto ma non ha alcun attaccamento sentimentale ad esso. 'Non è che ci incontriamo lì e condividiamo segreti come nei film', ha detto Libert. E decorarli per i compleanni? 'No, è una cosa che fa la mia sorellina alle medie.'

Quello che gli studenti delle scuole superiori di oggi chiariscono è che non hanno interesse a rivendicare una sottile scatola di metallo alta 5 piedi, larga 1 piede e profonda 1 piede come una casa lontano da casa. Gli armadietti sono necessari per loro quanto un elenco telefonico.

Katie Schroder, una studentessa della Broad Run High School di Ashburn, in Virginia, dice che agli studenti non veniva assegnato un armadietto finché non consegnavano i moduli di contatto di emergenza. Ma così pochi studenti si preoccupavano di avere un armadietto, non si preoccupavano di consegnare i moduli. La scuola è diventata subito saggia e ha cambiato le condizioni: consegnare i moduli o nessun accesso WiFi. I moduli mancanti sono stati presto presentati.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

Alla Rock Ridge High, sempre ad Ashburn e sede di 2.100 studenti, il preside John Duellman stima che il 90 percento di studenti del secondo anno, junior e senior non usino i propri armadietti. È più probabile che le matricole mantengano la loro abitudine di scuola media di usare i loro armadietti per riporre le loro cose.

Il cambiamento, ha detto Duellman, è parte del cambiamento strutturale nel modo in cui operano le scuole superiori, un sottoprodotto 'del volto mutevole dell'istruzione pubblica in America'. Dice che le nuove scuole superiori dovrebbero esaminare attentamente se sono necessari gli armadietti e vedere quali risparmi si possono ottenere in spazio e denaro facendone a meno o con meno di essi.

I produttori hanno sentito il cambiamento. Alla DeBourgh Manufacturing, produttore di 'All American Lockers', gli armadietti scolastici rappresentano il 56% delle vendite nelle scuole. Si tratta di un calo di 10 punti percentuali rispetto a soli otto anni fa per l'azienda a conduzione familiare del Colorado che è uno dei sei principali produttori di armadietti nel paese.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

'L'abbiamo visto accadere prima negli ultimi due decenni, la discussione sugli armadietti scomparire, ma questa volta ha più denti', ha detto Jorgen Salo, presidente di DeBourgh. 'Questa volta pensiamo che gli armadietti nel corridoio, il modo in cui vengono utilizzati, quanti ne verranno acquistati, a lungo termine saranno meno armadietti e diversi tipi di armadietti nel corridoio'.

Ora, l'azienda sta introducendo nuovi prodotti, inclusi armadietti intelligenti condivisibili, che si aprono con lo scorrimento di un ID e sono cablati per caricare i dispositivi elettronici, per rispondere alla tendenza al ribasso. E, osserva la società, gli armadietti per gli impianti sportivi delle scuole superiori rimangono richiesti.

Anche se gli studenti abbandonano i loro armadietti per uno stile di vita sempre più mobile, ci sono rimpianti.

La storia continua sotto la pubblicità

'Stiamo perdendo parte della classica esperienza del liceo culturale', ha detto Lee Schwartz, uno studente minore di Bethesda-Chevy Chase. 'Di solito non ci penso due volte, ma mi piacerebbe vedere più decorare gli armadietti o socializzare negli armadietti.'

Schwartz ha trovato una maggiore richiesta di armadietti durante il suo secondo anno. All'inizio dell'anno scolastico, ha deciso di trasformare la sua in una capsula del tempo. Schwartz e le sue amiche hanno scritto lettere a se stesse future e le hanno depositate nell'armadietto per essere lette quando l'hanno aperto di nuovo alla fine dell'anno.

'È stato davvero divertente tornare indietro e tirarli fuori', ha detto. 'È stato bello guardare indietro ed è stato un buon modo per trasformare qualcosa di non molto utile in qualcosa di piuttosto vantaggioso'.

Julie Tate ha contribuito a questo rapporto.