Agli studenti è stato detto di selezionare i pronomi di genere. Uno ha scelto 'Sua Maestà' per protestare contro 'l'assurdità'.

Agli studenti è stato detto di selezionare i pronomi di genere. Uno ha scelto 'Sua Maestà' per protestare contro 'l'assurdità'.

L'Università del Michigan ha implementato una politica sui 'pronomi designati' per consentire agli studenti di scegliere il modo in cui desiderano che i loro professori si riferiscano a loro in classe.

Come misura di protesta, uno studente ha creato una nuova identità: 'Sua Maestà'.

Grant Strobl, studente all'U-M e attivista conservatore, si è inserito in un dibattito nazionale carico di emozioni sull'identità di genere la scorsa settimana quando ha usato la nuova politica della scuola per dichiararsi royalty.

'Quando mi sono reso conto che l'università ha deciso di vivere una fantasia di permettere agli studenti di inserire parole che non sono nemmeno pronomi reali nel database online dell'università che aggiorna i roster, ho deciso, beh, potrei anche essere il re di quella fantasia , e d'ora in poi sarò chiamato Sua Maestà”, ha detto a Fox News la settimana scorsa.

La storia continua sotto la pubblicità

“Più e più percorriamo questa strada della correttezza politica in queste università”, ha detto Strobl, “la domanda è: quando finirà? Quanto è disposta l'università a sacrificare la sua ricerca della verità e la sua missione per questo fantastico paese di correttezza politica?

La mamma del ragazzo transgender fa causa all'ospedale, dicendo che è 'entrato in una spirale' dopo che il personale lo ha chiamato ragazza

Strobl, che studia scienze politiche, studi tedeschi e internazionali, è il presidente fondatore del capitolo Young Americans for Freedom dell'università, un gruppo il cui obiettivo dichiarato “è quello di fornire avisibilepresenza per il Movimento Conservatore, dare energia agli altri studenti e incoraggiare gli studenti a parlare”.

Non ha risposto alle richieste di commento del Washington Post.

La storia continua sotto la pubblicità

I funzionari dell'università hanno inviato un'email il 27 settembre ai docenti e agli studenti spiegando un nuovo processo che consente agli studenti di designare i pronomi personali, che appariranno negli elenchi delle classi. Il nuova politica afferma che gli studenti possono scegliere tra pronomi - come lui, lei, loro o insieme a (un pronome di genere neutro) - o non sceglierne affatto e optare per utilizzare solo i loro nomi.

Si afferma :

Non puoi sempre sapere qual è il pronome personale di qualcuno guardandolo. Usare correttamente il pronome personale designato da qualcuno è uno dei modi più elementari per mostrare il tuo rispetto per la sua identità di genere. Quando qualcuno viene chiamato con il pronome sbagliato, può farlo sentire irrispettoso, invalidato, respinto, alienato o disforico (o, spesso, tutto quanto sopra).

Strobl ha detto al sito di notizie conservatore CNSNews.com che quando accedeva al sistema, gli dava anche la opzione di 'inventarsi il pronome'.

Così ha fatto.

Kim Broekhuizen, una portavoce dell'università, ha dichiarato al Washington Post in un'e-mail che gli studenti hanno proposto la politica del pronome ed è stata presa in considerazione da un comitato del campus. Un petizione online sollecitando l'amministrazione a inserire i pronomi personali degli studenti negli elenchi delle classi ha raccolto quasi 800 firme.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

'Gli studenti trans dell'Università del Michigan si trovano spesso ad affrontare minacce alla loro sicurezza mentale e fisica', afferma la petizione, aggiungendo che gli studenti transgender sono stati costretti a contattare i loro professori per evitare di essere misgender. 'Questa può essere un'esperienza mentalmente ed emotivamente drenante per le persone che devono costantemente informare o correggere i loro professori della loro identità'.

Dopo che la politica è stata implementata, ha detto Strobl, si è unito a 'centinaia di studenti' che 'hanno cambiato i loro pronomi per protestare contro la politica universitaria'.

'Gli studenti mi hanno chiamato Sua Maestà, quelli che hanno letto la storia, e illustra davvero la ridicolaggine della politica nell'ignorare la lingua inglese', ha detto a CNSNews.com. 'Crea solo più complessità, più difficoltà per la nostra società nel suo insieme e va contro la missione dell'università di perseguire la verità'.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

In un'intervista a Affiliato Fox WJBK ha detto: 'Siamo davvero felici che stiamo diffondendo l'assurdità di questa politica'.

Strobl ha affermato che alcuni professori gli hanno inviato e-mail mostrando supporto. Ma un professore ha promesso di punire coloro che abusano della politica.

'Ho ricevuto tonnellate di sostegno da tutto il paese e persino dall'università', ha detto Strobl a Fox News. 'Tuttavia, alcuni studenti hanno detto che sono irrispettoso, ma semplicemente non è vero. Amo tutti gli esseri umani - questo non è per mancanza di rispetto; Voglio solo ripristinare la realtà'.

https://twitter.com/emilyjashinsky/status/782273228005842944?lang=en

La nuova misura alla UM arriva nel mezzo di un dibattito nazionale sull'identità di genere e la spinta per una maggiore accettazione. Più di 150 college e università statunitensi consentono agli studenti di designare un nome diverso dal loro nome legale nei registri scolastici e più di 50 consentono agli studenti di scegliere il proprio genere senza documentazione di intervento medico. UM si è unito ad altre cinque scuole che consentono agli studenti di scegliere i pronomi che desiderano utilizzare, secondo Campus Pride , un gruppo di advocacy che raccoglie tali dati.

Scusate, nerd della grammatica. Il singolare 'loro' è stato dichiarato Parola dell'anno.

La Task Force sull'inclusione di genere del Senato della Vanderbilt University è stata recentemente rilasciata un volantino sui pronomi di genere per i membri della facoltà, incoraggiandoli a dire a colleghi e studenti quali pronomi usano per se stessi, a includerli nelle firme e-mail e nei programmi delle lezioni e a sondare gli studenti sui propri pronomi.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

All'inizio di quest'anno, il Dipartimento di Giustizia e il Dipartimento della Pubblica Istruzione guida rilasciata sulle protezioni del Titolo IX contro la discriminazione basata sul sesso per gli studenti transgender. Genny Beemyn, coordinatore della clearinghouse delle politiche transgender per Campus Pride, ha dichiarato al The Post che il titolo IX implica che i college e le università devono rispettare i nomi e i pronomi che gli studenti transgender scelgono per se stessi e, per farlo, le scuole devono chiedere loro quali sono quei nomi e pronomi sono.

'Il punto è che gli studenti possano avere un genere in linea con il modo in cui si identificano e non avere membri di facoltà o altri che li misgeneri', ha affermato Beemyn, direttore dello Stonewall Center, un centro di risorse LGBT presso l'Università del Massachusetts ad Amherst.

Beemyn è transgender e usa i pronomi 'loro' e 'loro'. 'Mi sembra di essere reso invisibile quando le persone non rispettano chi sono', ha detto Beemyn. 'Mi fa sentire invalido'.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

Beemyn ha affermato che le politiche, come quella implementata presso l'Università del Michigan, offrono agli studenti transgender una scelta importante. “Tutti hanno pronomi; non sono solo le persone trans', ha detto Beemyn. 'Questo dà alle persone cisgender la sensazione che 'ho un certo privilegio qui''.

Perché Merriam-Webster ha aggiunto 'cisgender', 'genderqueer' e 'Mx.' al dizionario

Broekhuizen, la portavoce dell'UM, ha affermato che la scuola ha implementato la politica del 'pronome designato' per accogliere tutti gli studenti, ma monitorerà il programma e apporterà le modifiche necessarie. 'Ma è una parte importante dei nostri sforzi essere inclusivi di tutti gli studenti, compresi quelli che non si identificano come strettamente maschi o femmine', ha detto Broekhuizen in una nota. “Abbiamo visto uno sfogo di gratitudine da parte di questi studenti per il nostro riconoscimento della loro identità. È un peccato che alcuni studenti non la prendano sul serio”.

Beemyn ha affermato che prendere in giro tali programmi è 'offensivo' per le persone transgender. 'Penso che sia un peccato', ha detto Beemyn a proposito del respingimento. 'Sta sminuendo l'importanza di questo per le persone trans. Non è riconoscere che, per le persone trans, questo deve essere trattato in accordo con il modo in cui ci identifichiamo'.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

Strobl non è il solo a respingere quella che ha definito la 'terra fantastica del politicamente corretto'. Jordan Peterson, professore di psicologia presso l'Università di Toronto, ha recentemente organizzato le sue proteste su pronomi neutri rispetto al genere, in particolare contro la legislazione canadese che intende includere l'identità e l'espressione di genere in forme proibite di discriminazione, secondo il Toronto Sun . La scorsa settimana, Peterson ha iniziato a rilasciare Lezioni su YouTube dicendo che tali politiche violano la libertà di parola.

Per saperne di più:

Dodicenne al consiglio d'istituto: 'Spero che tu capisca cosa significa essere transgender'

Wis. Il ragazzo transgender che ha vinto il diritto di candidarsi per il re del ballo vince il diritto di usare il bagno dei ragazzi - per il momento

Diventare Nicole: sono nati gemelli identici, ma uno si è sempre sentito una femmina

Suo figlio di 10 anni voleva fare acquisti in un negozio solo per ragazze. Quello che i due hanno trovato lì è stato l'accettazione.

'Il mio cuore si spezza in 80 milioni di modi:' Papà ha difficoltà a camminare e scrivere. Ora suo figlio mostra segni dello stesso disturbo.