In questo sistema scolastico dell'area di Washington, più di 10.000 studenti rimangono virtuali

In questo sistema scolastico dell'area di Washington, più di 10.000 studenti rimangono virtuali

La maggior parte degli alunni di quarta elementare di Natasha Rubin scrive su diari e legge in un'aula luminosa e fornita di libri con grandi finestre e colorate opere d'arte degli studenti alle pareti. Le mani si alzano durante le discussioni in classe. A tutti viene assegnata una scrivania.

Ma per gli altri studenti della classe elementare Capitol Heights di Rubin, la scuola è ancora virtuale, con le mattine che iniziano a casa su un computer e l'apprendimento che avviene principalmente online. Non è sempre ciò che vogliono le famiglie, ma poiché la pandemia persiste, è ciò che alcuni preferiscono.

Rende anche insolito il principe George nella regione di Washington, durante un anno scolastico che avrebbe dovuto tornare alla normalità pre-pandemia. A livello nazionale, i sistemi scolastici sono stati divisi per continuare a offrire istruzione virtuale.

La storia continua sotto la pubblicità

Nell'area di Washington, la maggior parte dei sistemi scolastici sta andando a gonfie vele con l'apprendimento di persona, considerandolo il modo migliore per gli studenti di riprendersi dalle perdite accademiche e dalle difficoltà di salute mentale di una crisi di quasi 20 mesi.

Anche la contea di Prince George ha enfatizzato l'apprendimento a scuola e inizialmente aveva in mente un programma virtuale più modesto per l'autunno. Ma le cose sono cambiate ad agosto, quando la variante delta altamente contagiosa del coronavirus era in aumento e le vaccinazioni per i bambini sotto i 12 anni sembravano ancora lontane.

Preoccupati per la diffusione del virus, alcuni genitori del principe George hanno chiesto più istruzioni virtuali. Ora, quasi 10.400 studenti dalla scuola materna al sesto grado sono in classi virtuali nel distretto scolastico, la maggior parte di qualsiasi sistema scolastico nel Maryland o nell'area di Washington. Un nuovo programma del campus online per le classi dalla settima alla dodicesima nel Prince George's iscrive circa altri 500.

Parzialmente nascosti dall'isolamento, molti degli scolari della nazione lottano con la salute mentale

Monica Goldson, amministratore delegato del sistema di 130.000 studenti, ha dichiarato in un'intervista che con l'avvicinarsi dell'apertura della scuola, ha sentito sempre più famiglie che erano riluttanti a rimandare i bambini negli edifici scolastici senza i loro colpi.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

'L'ansia ha continuato ad aumentare con l'aumentare delle settimane di agosto', ha detto, sottolineando che il principe George è stato duramente colpito dalla pandemia, con più casi di coronavirus di qualsiasi altra giurisdizione nel Maryland.

'In definitiva vogliamo che i genitori si sentano a proprio agio nell'avere i loro figli con noi perché sono con noi per otto ore al giorno, tutti i giorni', ha detto Goldson.

Nel sistema scolastico a maggioranza nera del principe George, molti genitori ed educatori sono profondamente consapevoli che le persone di colore sono particolarmente a rischio. Dati federali mostra che le persone nere o ispaniche hanno più del doppio delle probabilità di essere ricoverate in ospedale o morire di covid-19 rispetto ai bianchi.

Alcune famiglie di colore diffidano di tornare in classe all'inizio del nuovo anno scolastico

Per alcune famiglie, i rischi di un ritorno di persona erano troppo grandi.

La storia continua sotto la pubblicità

'Mi sento più a mio agio nel rimandare indietro i miei figli una volta che sono stati vaccinati', ha detto Liz Esposito, vicepresidente della PTA presso la Capitol Heights Elementary School, dove i suoi figli frequentano la quarta e la quinta elementare.

Esposito e sua madre sono immunocompromessi, ha detto, ei suoi figli hanno fatto bene nell'apprendimento virtuale. Mentre un figlio vuole davvero tornare a scuola, l'altro rimarrebbe virtuale a tempo indeterminato se potesse, ha detto.

'Sono felice che siano stati in grado di connettersi con gli insegnanti anche se non li vedono di persona', ha detto.

Il programma virtuale ampliato dovrebbe durare fino all'inizio di febbraio, quando terminerà il secondo trimestre e Goldson spera che i giovani studenti abbiano avuto l'opportunità di vaccinarsi e possano tornare in classe. Mentre alcuni studenti ottengono buoni risultati o prosperano con l'istruzione virtuale, l'apprendimento in una scuola di mattoni e malta con un insegnante è ampiamente considerato il migliore per la maggior parte degli studenti.

La storia continua sotto la pubblicità

Nella Virginia del Nord, i programmi a distanza sono molto più piccoli, con 638 studenti che studiano virtualmente ad Arlington, circa 530 nella contea di Loudoun e meno di 400 nella contea di Fairfax, il più grande sistema scolastico dello stato, con un'iscrizione complessiva di quasi 180.000.

Il più grande sistema scolastico del Maryland, nella contea di Montgomery, ha arruolato circa 3.250 studenti in un programma virtuale K-12, meno di un terzo rispetto a quello del principe George.

In tutto il Maryland, circa 25.000 studenti stanno imparando virtualmente. Di questi, oltre il 34% degli studenti è economicamente svantaggiato, secondo i dati statali pubblicati questa settimana. Tra gli iscritti all'apprendimento virtuale, il 50% sono neri, il 20% ispanici, il 14% bianchi e il 7% asiatici, come mostrano i dati.

La storia continua sotto la pubblicità

Nelle scuole pubbliche DC, i genitori hanno combattuto per un'opzione virtuale, ma il sindaco di DC Muriel E. Bowser (D) e i funzionari della sua amministrazione hanno resistito, affermando che gli studenti, in particolare gli studenti di colore a basso reddito, sono rimasti indietro nell'apprendimento virtuale ed era fondamentale che tornano nelle aule. Contro il sindaco, il Consiglio della D.C. in ottobre ha approvato una legge di emergenza che consente ad almeno 350 studenti in più di passare all'apprendimento virtuale. In precedenza erano state approvate 286 esenzioni.

Markita Bryant, una mamma single che ha sostenuto un'opzione virtuale, ha detto che suo figlio di 10 anni ha un'asma grave ed è stato rifiutato per un'esenzione medica. È stato invece a scuola, con misure di sicurezza extra, tra cui una maschera medica con filtri, test settimanali il venerdì e letture giornaliere di ossigeno, ha detto.

Nella sua spinta per l'apprendimento virtuale, 'Stavo solo chiedendo grazia fino a quando il vaccino non fosse approvato per l'età di mio figlio', ha detto Bryant. 'Non stavano ascoltando o capendo.' Quando verrà vaccinato, ha detto, potrebbe festeggiare con 'una torta e palloncini e tutto ciò a cui potresti pensare'.

Il consiglio di D.C. espande l'apprendimento virtuale, approva altre misure relative alla pandemia

Le vaccinazioni per i bambini dai 5 agli 11 anni dovrebbero essere pronte già a metà della prossima settimana, hanno affermato i funzionari sanitari federali. Nel frattempo, le scuole di tutta la regione hanno segnalato centinaia di casi di coronavirus poiché molte scuole hanno aperto ad agosto.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

Un giorno recente alla scuola elementare di Capitol Heights, il figlio di quarta elementare di Esposito e altri sei studenti erano davanti alla telecamera mentre Rubin li ha accolti in una sessione Zoom mattutina. Si è concentrata sui suoi studenti virtuali per la prima ora della giornata, poi si è rivolta ai suoi studenti di persona, che sono arrivati ​​nell'edificio più tardi. A volte i gruppi si sovrappongono per mezz'ora.

'Buon venerdì!' ha iniziato.

Presto stavano discutendo la lettura assegnata, da 'Flora e Ulisse', dell'autrice Kate DiCamillo. Uno studente ha detto di amare il romanzo. Un altro è intervenuto dicendo che l'aveva già finito. Gli studenti fanno parte di una classe talentuosa e dotata.

Alcuni hanno partecipato scrivendo nella sezione chat della riunione Zoom, piuttosto che riattivare l'audio e parlare sullo schermo.

La storia continua sotto la pubblicità

Rubin ha chiesto loro di dirle cosa significasse essere un 'cinico', una parola usata nel libro.

'Qualcuno che crede al peggio', ha scritto uno studente.

Non molto tempo dopo, gli alunni della quarta elementare erano con l'insegnante Timothy McCotter, che stava alternando le sue lezioni di matematica tra studenti virtuali e studenti di persona. Mentre un gruppo ha lavorato in modo indipendente, ha interagito con l'altro.

Ha chiesto al giovane figlio di Esposito come ha calcolato un problema di matematica.

'Quando li ho arrotondati ai 10.000 più vicini, erano gli stessi', gli disse il ragazzo, spiegando correttamente la risposta. La classe ha esplorato modi migliori per confrontarli arrotondandoli.

Diversi insegnanti della Capitol Heights Elementary hanno affermato che la maggior parte dei loro studenti stava andando bene virtualmente, un sentimento condiviso da Goldson, amministratore delegato del sistema scolastico. Per gli insegnanti, tuttavia, la giocoleria può essere una sfida, anche se non tutti gli insegnamenti virtuali vengono eseguiti allo stesso modo.

La storia continua sotto la pubblicità

Nicole Gibbs insegna a 15 studenti virtuali, tutti in seconda elementare, che trascorrono gran parte della loro giornata scolastica con lei. La classe comprende bambini della sua scuola di origine, la Capitol Heights Elementary, insieme a bambini di altre tre scuole della contea.

Gibbs ha detto che le piace l'insegnamento virtuale, che ha detto 'mi costringe ad aprirmi in un modo diverso e a trovare modi diversi per interagire con i miei studenti'. Ciò che apprezza, ha detto, sono i momenti in cui si illuminano su qualcosa di appena appreso.

'È la scintilla nei loro occhi e l'eccitazione nella loro voce quando afferrano un nuovo concetto', ha detto. 'Sai che l'hanno ottenuto.'

Molte scuole in tutto il paese si sono allontanate da un approccio simultaneo all'insegnamento quest'anno, affermando che è troppo difficile per gli insegnanti concentrarsi sui bambini virtuali e sui bambini di persona contemporaneamente. I funzionari del sistema scolastico del principe George affermano che il 56% delle aule dall'asilo alla prima media ha un certo livello di insegnamento simultaneo.

A più insegnanti viene chiesto di raddoppiare, istruendo i bambini a scuola e a casa contemporaneamente

'È molto stressante', ha detto Donna Christy, presidente della Prince George's County Educators' Association, il sindacato degli insegnanti. 'Alcuni dei miei colleghi hanno condiviso la sensazione di essere sfiniti ad aprile quando era solo settembre'.

Il sistema scolastico e il sindacato degli insegnanti hanno raggiunto un accordo in base al quale gli educatori che svolgono insegnamento simultaneo riceveranno da $ 5.000 a $ 7.500 in più all'anno per compensare la difficoltà e il cambiamento di termini, ha affermato Christy.

Reshma 'Rae' Sinanan-Hill, presidente della PTA presso la Overlook Full Spanish Immersion School, a Temple Hills, ha affermato che le sue figlie di terza e quarta elementare sono tra più di 100 studenti che stanno studiando a distanza.

La decisione della famiglia sembrava giusta, ha detto Sinanan-Hill, quando è arrivata a casa una lettera su un caso di coronavirus durante la prima settimana di scuola. Inoltre, il servizio di autobus è stato 'un incubo', ha detto. Tuttavia, sebbene le sue figlie abbiano fatto bene con l'istruzione virtuale, la sua terza elementare è ansiosa di tornare.

'Non ho dubbi sul mio ragionamento per tenerli a casa', ha detto Sinanan-Hill. 'Voglio davvero che imparino a scuola, ma abbiamo a che fare con una pandemia e dobbiamo prendere le migliori decisioni possibili per tenerli al sicuro'.

Perry Stein ha contribuito a questo rapporto.

CORREZIONE:Una versione precedente di questa storia ha sbagliato a scrivere il nome di Reshma 'Rae' Sinanan-Hill. Questa versione è stata corretta.