Tre adolescenti sono morti dopo essere stati ipnotizzati dal loro preside. Ora le loro famiglie ricevono 200.000 dollari ciascuna.

Tre adolescenti sono morti dopo essere stati ipnotizzati dal loro preside. Ora le loro famiglie ricevono 200.000 dollari ciascuna.

Un consiglio scolastico della Florida pagherà $ 600.000 per risolvere un caso più strano della finzione che coinvolge un preside che ha ipnotizzato dozzine di studenti, inclusi tre che sono morti poco dopo essere stati messi sotto, secondo il Herald-Tribune giornale quotidiano.

George Kenney, il ben voluto preside della North Port High nella contea di Sarasota, era noto per il suo interesse per l'ipnosi. Ha ipnotizzato gli studenti ansiosi per aiutarli a rilassarsi e gli atleti ansiosi per aiutarli a svolgere meglio.

I funzionari del distretto scolastico hanno avvertito Kenney di non ipnotizzare gli studenti a meno che non lo facesse come dimostrazione durante le lezioni di psicologia. Ma ha continuato a ipnotizzare i giovani fuori dalla classe con il permesso dei genitori, il Tempi di Tampa Bay segnalato.

La storia continua sotto la pubblicità

E alcune famiglie hanno detto che le sessioni hanno aiutato. Come la Herald-Tribune segnalato nel 2011:

Brett Wilson, il padre di Casey Wilson senior di North Port, ha affermato che l'ipnosi di Kenney ha aiutato suo figlio a rilassarsi durante i tiri liberi sul campo da basket e durante i test. Kenney non ha fatto pagare per le numerose sessioni con Casey, ha detto Wilson. 'Fondamentalmente abbiamo lavorato con lui su un tipo di cosa focalizzata, sul tiro falloso e sull'ansia', ha detto Wilson. 'Si sedeva con lui e lo rilassava, e diceva cose come: 'Guardati mentre fai un tiro libero'. Ha funzionato a meraviglia. E i suoi punteggi dei test sono usciti dall'ACT.

Ma l'8 aprile 2011, il sedicenne Wesley McKinley è stato trovato morto in una casa vuota vicino alla casa della sua famiglia. Kenney ha ammesso di aver ipnotizzato l'adolescente tre volte, incluso il giorno prima che McKinley si suicidasse.

Nel giro di poche settimane, è stata avviata un'indagine e Kenney ha ammesso di aver ipnotizzato non solo il McKinley, ma più di 70 altri studenti e personale. Erano morti anche altri due studenti che erano stati ipnotizzati dal preside.

Marcus Freeman, 16 anni, è morto in un incidente stradale mortale nel marzo 2011 dopo essersi ipnotizzato usando tecniche apprese da Kenney, secondo l'Herald-Tribune. E nel maggio dello stesso anno, Brittany Palumbo, 17 anni, si è impiccata; Kenney l'aveva ipnotizzata per aiutarla ad affrontare l'ansia da test.

La storia continua sotto la pubblicità

Kenney è stato messo in congedo amministrativo nel 2011 e alla fine è stato accusato di due reati, tra cui la pratica dell'ipnosi senza licenza. Lui non ha sostenuto alcuna contestazione , ha scontato un anno di prova e ha rinunciato alla sua licenza di insegnante, secondo l'Herald-Tribune. Ora gestisce una locanda in North Carolina, secondo il sito web della locanda e record online. Kenney non ha risposto a una telefonata e a un'e-mail in cerca di commenti.

Nel 2012, le famiglie degli studenti deceduti hanno intentato una causa civile per omicidio colposo contro il consiglio scolastico, sostenendo che i funzionari scolastici non erano riusciti a fare abbastanza per impedire a Kenney di ipnotizzare gli studenti.

Ogni famiglia riceverà ciascuno $ 200.000 in base all'accordo approvato martedì dal consiglio scolastico della contea di Sarasota, il Giornale Herald-Tribune segnalato. I membri del consiglio scolastico sono 'felici di lasciarsi tutto questo alle spalle', ha detto il loro avvocato Art Hardy alla carta.

La storia continua sotto la pubblicità

Un avvocato delle famiglie dei ragazzi deceduti ha dichiarato all'Herald-Tribune di non aver citato in giudizio il distretto scolastico per denaro, ma per garantire che il distretto scolastico fosse più vigile in futuro. 'È qualcosa che non supereranno mai', ha detto l'avvocato, Damian Mallard. “Probabilmente la perdita peggiore che può capitare a un genitore è perdere un figlio, soprattutto inutilmente perché qualcuno ha deciso di prestare servizi medici ai bambini senza licenza. … Ha alterato il cervello sottosviluppato degli adolescenti, e sono tutti morti a causa di ciò”.

Non esiste un chiaro legame tra ipnosi e suicidio. Ma ipnotizzare qualcuno con problemi di salute mentale sottostanti può causare problemi, il Tempi di Tampa Bay segnalato nel 2011:

'Se uno studente o una persona ha bisogno di qualcosa che lo aiuti a rilassarsi, di solito c'è qualche problema di fondo che causa quell'ansia e probabilmente dovrebbe consultare un professionista della salute mentale', afferma Richard Spana, uno psicologo di Tampa. 'Il problema nel lavorare con l'ipnosi è che possono esserci cose latenti che vengono attivate, come esperienze e ricordi passati, e il paziente può avere una brutta reazione', ha detto Spana. “L'ipnosi causa il suicidio in sé e per sé? Non è molto probabile. Può innescare una sorta di problema di salute mentale che era dormiente? Sì.'