Stanco del vetriolo? Fai in modo che i politici prendano il dibattito del liceo.

Stanco del vetriolo? Fai in modo che i politici prendano il dibattito del liceo.

Possiamo imparare a non essere d'accordo senza essere antipatici? Forse no. Il discorso pubblico in questi giorni sembra spiacevole come non lo è mai stato. Ma Katherine Crump-Wiesner, un'ex oratrice del liceo, offre ragioni per cui potrebbe esserci ancora speranza.

Quando Crump-Wiesner era una studentessa alla Western High School di Anaheim, in California, 'la mia insegnante di dibattito aveva regole rigide per attenersi ad argomenti concreti e opinioni ben supportate', mi ha detto. “Nessun attacco ad hominem. . . . Un oratore che gridava o attaccava gli altri personalmente sarebbe squalificato immediatamente”.

Gli insegnanti di educazione civica e di dibattito mi dicono che è quello che fanno ogni giorno. 'Utilizzo molte risorse e video per mostrare come i dibattiti e le discussioni possono essere condotti in modo professionale e civile', ha affermato Tom DeMay, un insegnante della Westmont High School in Illinois. Un esempio per i suoi studenti è lo scambio tra Barack Obama e Mitt Romney sul ruolo del governo in uno dei loro dibattiti presidenziali del 2012.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

'La capacità di riconoscere e rispettare le diverse opinioni degli altri, pur continuando a sostenere la propria visione basata sull'evidenza, è qualcosa che pratichiamo', ha affermato Terri L. Richmond, descrivendo la sua classe alla Golden Valley High School di Bakersfield, in California. il marito, David Richmond, anche lui insegnante di educazione civica in quella città, raccomanda un classico libro di testo, 'We the People', che rifiuta fermamente la demonizzazione dell'opposizione.

Perché solo gli adolescenti dovrebbero ricevere questa formazione? Potremmo far seguire a ogni candidato a una carica pubblica un breve corso di dibattito ponderato, con un test alla fine. Ognuno di noi deve dimostrare di essere in grado di gestire un'auto prima di ottenere la patente di guida. Perché non insistere sul fatto che i politici dimostrino un uso responsabile delle parole? Abbiamo imparato da eventi recenti che i discorsi possono essere letali quanto le automobili.

[Le persone intelligenti dicono che migliori lezioni di educazione civica cureranno i nostri mali politici. Veramente?]

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

Ecco come Mark Ingerson, un insegnante di scienze sociali alla Salem High School in Virginia, prepara gli studenti per il suo finto Congresso di due giorni. I suoi argomenti spaziano dal controllo delle armi alla marijuana medica fino all'ora legale. “Gli studenti disegnano un argomento da un cappello. O sarà pro o contro. Non possono scegliere. Se ottengono qualcosa con cui non sono d'accordo ma devono discutere, ancora meglio', ha detto.

Il dibattito vede schierati due studenti. Ciascuno deve sviluppare una tesi sostenuta da tre argomenti. Gli studenti si esercitano con i compagni di classe e ricevono feedback. Quando inizia il congresso simulato, ogni studente parla per non più di 90 secondi, seguito da una discussione aperta. Poi tutti votano: quale parte hai sostenuto personalmente e quale parte ha vinto il dibattito? Molti studenti non danno la stessa risposta a queste due domande.

Per quanto riguarda il vetriolo, la prima regola di Ingerson è: 'Devi mostrare assoluto rispetto per la parte avversaria'. Ogni oratore deve essere indirizzato come Lo stimato senatore. “Non urliamo mai. Aspettiamo sempre di essere chiamati. Abbiamo anche un martelletto', ha detto Ingerson.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

Chiunque guardi C-SPAN noterà che le regole di Ingerson imitano quelle del vero Congresso degli Stati Uniti, anche se le urla si verificano ancora in quelle auguste sale. La mia sensazione è che gli adolescenti americani si preoccupino più dei sentimenti dei loro coetanei di quanto non facciano i politici. È più probabile che si scusino se oltrepassano il limite.

Michael Grill, un insegnante di scienze sociali alla Wakefield High School di Arlington, in Virginia, ha tenuto dibattiti ma preferisce discussioni in piccoli gruppi. 'Ho scoperto che assegnare i bambini a un 'lato' li blocca a portare avanti solo l'argomento della posizione che stanno difendendo', ha detto. Ciò alimenta l'idea politica attualmente popolare secondo cui il compromesso è la stessa cosa che perdere.

Molti insegnanti di dibattito riconoscono il problema. Richiedono agli studenti di presentare prove a sostegno di entrambi i lati di un dibattito e di non diventare mai personali. “Ho sempre insegnato ai miei studenti che le discussioni sono un gioco leale per l'attacco; le persone non lo sono', ha affermato Cindi Timmons della Greenhill School di Addison, in Texas. È co-coach del team di dibattito nazionale per gli Stati Uniti in un programma sponsorizzato dalla National Speech and Debate Association.

Il sostegno degli insegnanti del Maryland mostra il valore dell'esame di educazione civica

Irene Gardea, coach nazionale dell'anno dell'associazione dell'Americas High School di El Paso, ha detto che quando chiede agli studenti perché vogliono discutere, una risposta tipica è 'Mi piace discutere' o 'Non mi arrendo mai da una discussione'. Lei scoraggia questo atteggiamento. 'Predico ai miei studenti che questa è in realtà una debolezza dannosa', ha detto. Se si attengono a un argomento senza supporto fattuale, come faranno a vincere?

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

Crump-Wiesner, che ricorda con affetto i suoi giorni da studente ad Anaheim, ha detto che il suo insegnante si è concentrato allo stesso modo nel persuadere gli altri, non nel compiacere te stesso. Ora in pensione da una carriera nel Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti, ha apprezzato il requisito del suo insegnante che gli studenti leggano ogni settimana Time, Newsweek e U.S. News and World Report, che presentavano differenze interessanti su questioni chiave.

Gli insegnanti potrebbero fare qualcosa del genere oggi, data l'ampia gamma di opinioni online, alcune delle quali ben argomentate. 'Sicuramente c'è un modo per strutturare una lezione di educazione civica sui problemi di oggi e richiedere di volta in volta di assumere l'altro punto di vista', ha detto.

Gli insegnanti di educazione civica affermano che i loro studenti abbracciano rapidamente il buon senso - e il divertimento - di guardare entrambi i lati di un argomento scottante. Purtroppo, non tutti ricevono lezioni di dibattito al liceo. Ma quelli che lo fanno stanno imparando, come dovremmo tutti noi, che ci sono punti ragionevoli anche negli argomenti con cui non siamo d'accordo.