US News ha cambiato il modo in cui classifica i college. È ancora ridicolo.

US News ha cambiato il modo in cui classifica i college. È ancora ridicolo.

US News & World Report ha apportato alcune modifiche alla formula per l'ultima versione delle sue famose classifiche annuali dei college.

Ha abbandonato i dati per i tassi di ammissione, che hanno focalizzato l'attenzione sulle scuole più altamente selettive, e si sono concentrati sugli studenti a basso reddito. I critici che hanno respinto le classifiche per essere ossessionati dall'esclusività e dare poca importanza alla mobilità sociale potrebbero vederlo come un movimento positivo.

Ma, ahimè, i problemi che in passato hanno reso discutibili queste influenti classifiche non sono spariti. Come ho scritto l'anno scorso, il successo di una classifica basata sui dati è, ovviamente, la qualità dei dati. Se metti dentro la spazzatura, la esce.

La storia continua sotto la pubblicità

E questo è più o meno quello che ottieni con la maggior parte delle classifiche delle scuole. Le persone che fanno la classifica decidono cosa è importante per loro o per il loro pubblico e, per qualche ragione, i consumatori e le scuole stesse mettono molto in conto il risultato di una metodologia discutibile in continua evoluzione.

Princeton e Williams sono ancora in cima alla classifica dei college di US News, ma la nuova formula rimescola le liste annuali

Quindi diamo un'occhiata a cosa è entrato nelle nuove classifiche dei college di U.S. News, che hanno mescolato alcune delle prime 20 scuole e creato più movimento nelle scuole al di sotto di quelle. Le scuole ricche hanno continuato ad avere un vantaggio nelle classifiche.

La Princeton University è rimasta l'università nazionale numero 1, come lo è stata per sette anni precedenti, e il Williams College è stato il miglior college nazionale di arti liberali, come lo è stato negli ultimi 15 anni. (Puoi vedere sotto per più classifiche, se così inclinato.)

La storia continua sotto la pubblicità

Ma l'Università della California a Riverside, che ha avuto quasi lo stesso tasso di laurea di sei anni per studenti Pell e non Pell, è salita di 39 posizioni, arrivando a un pareggio al n. 85. La Georgia State University è salita di 36 posizioni a un pareggio al n. 187. E la Howard University è salita di 21 posizioni, al n. 89.

Con un semplice cambiamento nella loro formula, i ranking di U.S. News hanno contribuito a modificare l'immagine di molte scuole. È potente.

Ecco come U.S. News dice che è venuta fuori la nuova classifica, con alcuni commenti:

1) TASSI DI LAUREA: 35 percento

Questo prende in considerazione la conservazione e la laurea degli studenti entro sei anni - ed è in aumento rispetto al 30% di peso dell'anno precedente. Il nuovo peso del 35% include una nuova metrica: i tassi di laurea degli studenti il ​​cui basso reddito familiare li qualifica per le borse di studio Pell. Ma quanto conta nella classifica generale? Un totale del 5 percento: 2,5 percento per i tassi di laurea Pell Grant e un altro 2,5 percento per i tassi di laurea Pell Grant rispetto a tutti gli altri studenti.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

La rivista, naturalmente, non discute uno dei grandi problemi con i tassi di laurea: non considerano gli studenti trasferiti e si stima che fino a un terzo degli studenti si trasferisca ad un certo punto della loro carriera universitaria. Questo da solo solleva la questione della validità di una metrica del tasso di laurea.

2) RISORSE DI FACOLTA': 20 percento

Questo prende in considerazione le dimensioni della classe, lo stipendio della facoltà, la facoltà con il più alto grado nei loro campi, il rapporto studenti-docenti e la percentuale di docenti che sono a tempo pieno. Ciò riguarda, ovviamente, la ricchezza dell'istituzione. Le scuole ricche hanno un vantaggio.

3) PARERE DELL'ESPERTO: 20 percento

Questo deriva da un sondaggio di US News sui 'migliori accademici' - presidenti, rettori e presidi di ammissione - a cui è stato chiesto di valutare la qualità accademica delle istituzioni paritarie. Sono stati intervistati anche quasi 24.400 consulenti delle scuole superiori.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

È difficile prendere sul serio una classifica che ha una metrica così soggettiva. Presidenti, rettori e presidi di ammissione sono generalmente troppo occupati con le proprie istituzioni per conoscere effettivamente i dettagli importanti dei loro pari. Numerosi amministratori di alto livello mi hanno detto per più di un decennio che non rispondono al sondaggio o che lo fanno fare a qualcun altro nel loro ufficio. Non è certo un'indagine scientifica sugli amministratori, ma nemmeno le classifiche di US News.

Vale anche la pena notare che le risposte dei consulenti delle scuole superiori, che in realtà tengono traccia di ciò che accade nei college, hanno un peso del 5%, in calo rispetto al 7,5% dell'anno precedente. Il resto della quota di opinione degli esperti proviene dai 'migliori accademici'.

4) RISORSE FINANZIARIE: 10%

La storia continua sotto la pubblicità

Ovviamente, questa metrica, che parla dei programmi e dei servizi che una scuola può offrire, avvantaggia i ricchi.

5) ECCELLENZA DEGLI STUDENTI: 10%

Questo è in calo rispetto al 12,5% dell'anno scorso. Cosa significa? Registri degli studenti delle scuole superiori: punteggi e voti dei test. C'è qualcosa di nuovo per le ultime classifiche in questo settore: il tasso di accettazione, che aveva un peso dell'1,25 per cento nella classifica dello scorso anno, è stato rimosso per fare spazio agli indicatori di mobilità sociale. Non era molto prima.

6) DARE AD ALUMNI: 5 percento

Ancora una volta, le scuole ricche che laureano più studenti perché hanno più risorse ne beneficiano di più.

Quindi, alla fine, cosa hai veramente?

La storia continua sotto la pubblicità

Per la cronaca, queste sono le prime 10 università nazionali nell'ultima classifica — e notate i numerosi legami:

1. Università di Princeton

2. Università di Harvard

3. Università della Columbia

3. Massachusetts Institute of Technology

3. Università di Chicago

3. Università di Yale

7. Università di Stanford

8. Duke University

8. Università della Pennsylvania

10. Università Johns Hopkins

10. Università nordoccidentale

E questi sono i primi 10 per i college nazionali di arti liberali:

1. Williams College

2. Amherst College

3. Swarthmore College

3. Wellesley College

5. Bowdoin College

5. Carleton College

5. Middlebury College

5. Collegio Pomona

9. Claremont McKenna College

10. Davidson College

Questo è il la spiegazione della rivista per la sua metodologia :

La storia continua sotto la pubblicità
Risultati (35%, in aumento rispetto al 30% nel 2018) Più di un terzo del grado di una scuola deriva dal suo successo nel mantenere e laureare gli studenti entro il 150% del tempo normale (sei anni). Riceve il peso più alto nelle nostre classifiche perché il completamento del diploma è necessario per ricevere tutti i benefici dello studio universitario dai datori di lavoro e dalle scuole di specializzazione. Ci avviciniamo ai risultati dal punto di vista della mobilità sociale (5 percento), della laurea e del mantenimento (22 percento) e del rendimento del tasso di laurea (8 percento). Mobilità sociale: novità di quest'anno, abbiamo preso in considerazione il successo di una scuola nel promuovere la mobilità sociale laureando studenti che hanno ricevuto Pell Grants federali (quelli che in genere provengono da famiglie il cui reddito familiare è inferiore a $ 50.000 all'anno, sebbene la maggior parte dei fondi Pell Grant vada a studenti con un totale reddito familiare inferiore a $ 20.000). Vedi sotto le due misure che tengono conto della mobilità sociale. I punteggi per i nuovi indicatori di mobilità sociale sono stati poi adeguati alla proporzione della classe entrante che ha ricevuto Pell Grants perché raggiungere un tasso di laurea degli studenti a basso reddito più elevato è più difficile con una percentuale maggiore di studenti a basso reddito. Come risultato dell'aggiunta di indicatori per la mobilità sociale nella classifica dei migliori college del 2019, in combinazione con le prestazioni del tasso di laurea, US News tiene conto della diversità economica negli indicatori che comprendono il 13% delle classifiche. Le nostre altre misure di esito includono: Tassi di laurea e di mantenimento: maggiore è la percentuale di studenti del primo anno che tornano al campus per il secondo anno e alla fine si laureano, migliore è la scuola in grado di offrire le classi e i servizi di cui gli studenti hanno bisogno per avere successo . Questo ha due componenti: il tasso di laurea indica la proporzione media di una classe di laureandi che consegue una laurea in sei anni o meno; abbiamo preso in considerazione le classi di studenti del primo anno che sono iniziate dall'autunno 2008 all'autunno 2011. La ritenzione al primo anno indica la percentuale media di studenti del primo anno che sono entrati nella scuola dall'autunno 2013 all'autunno 2016 e sono tornati nell'autunno successivo. Alla laurea viene dato un peso quattro volte maggiore della ritenzione. L'abbiamo ponderato al 22% in totale, in calo rispetto al 22,5 percento nel 2018. Rendimento del tasso di laurea: abbiamo confrontato il tasso effettivo di laurea a sei anni di ogni college con quello che avevamo previsto per la sua classe di ingresso dell'autunno 2011. I tassi previsti sono stati modellati in base ai dati di ammissione, alla percentuale di studenti universitari che hanno ricevuto Pell Grants, alle risorse finanziarie della scuola e agli orientamenti di matematica e scienze delle università nazionali, o STEM. L'abbiamo ponderato all'8 percento, rispetto al 7,5% nel 2018. La classifica numerica del tasso di laurea e di mantenimento pubblicata su usnews.com per i migliori college 2019 si basa sul punteggio totale di una scuola nei seguenti quattro indicatori di classificazione: laurea media di sei anni tassi, tassi medi di ritenzione del primo anno, tassi di laurea Pell Grant e tassi di laurea Pell Grant rispetto a tutti gli altri studenti. In precedenza, la classifica numerica del tasso di laurea e di mantenimento pubblicata su usnews.com si basava sul punteggio totale di una scuola in questi due indicatori di classificazione: media di sei anni di laurea e tassi di ritenzione medi del primo anno. Risorse della facoltà (20 percento) La ricerca mostra che maggiore è l'accesso degli studenti a istruttori di qualità, più saranno coinvolti in classe e più impareranno e probabilmente si diplomeranno. US News utilizza cinque fattori dell'anno accademico 2017-2018 per valutare l'impegno di una scuola per l'istruzione: dimensione della classe, stipendio della facoltà, facoltà con il grado più alto nei loro campi, rapporto studenti-docenti e percentuale di docenti che sono a tempo pieno. Opinione degli esperti (20 percento, in calo rispetto al 22,5 percento nel 2018) Indaghiamo i migliori accademici - presidenti, rettori e presidi di ammissione - chiedendo loro di valutare la qualità accademica delle istituzioni paritarie con cui hanno familiarità su una scala da 1 (marginale) a 5 (distinto). Per ottenere un'altra serie di opinioni importanti, U.S. News ha anche intervistato quasi 24.400 consulenti nelle scuole superiori pubbliche, private e parrocchiali di tutti i 50 stati e di Washington, DC, tramite e-mail fornite a U.S. News da MDR, una divisione di Dun & Bradstreet. La reputazione accademica è importante perché tiene conto di cose che non possono essere facilmente catturate altrove. Ad esempio, un istituto noto per avere approcci innovativi all'insegnamento può ottenere risultati particolarmente buoni su questo indicatore, mentre una scuola che lotta per mantenere il proprio accreditamento probabilmente avrà risultati scarsi. Risorse finanziarie (10 percento) Una spesa generosa per studente indica che un college può offrire un'ampia varietà di programmi e servizi. US News misura le risorse finanziarie utilizzando la spesa media per studente per istruzione, ricerca, servizi agli studenti e relative spese educative negli anni fiscali 2016 e 2017. La spesa per sport, dormitori e ospedali non conta. Eccellenza degli studenti (10 percento, in calo dal 12,5% nel 2018) L'atmosfera accademica di una scuola è influenzata dalla selettività delle sue ammissioni. In poche parole, gli studenti che hanno ottenuto buoni voti e punteggi dei test durante il liceo hanno la più alta probabilità di riuscire in impegnativi corsi di livello universitario; consentendo agli istruttori di progettare classi di grande rigore. Novità per il 2019, il tasso di accettazione (1,25 percento nella classifica dello scorso anno) è stato completamente rimosso dai calcoli della classifica per fare spazio ai nuovi indicatori di mobilità sociale. Inoltre, abbiamo ridotto il peso dei due restanti fattori di eccellenza degli studenti che valutano l'ingresso in classe dell'autunno 2017 - test standardizzati e classe di scuola superiore. Test standardizzati: punteggi dei test di ammissione dei fattori di notizie degli Stati Uniti per tutti gli iscritti che hanno sostenuto le parti di lettura e scrittura basate su matematica e prove del SAT e dell'ACT composito. I punteggi SAT utilizzati nelle classifiche di quest'anno e pubblicati su usnews.com si riferiscono al nuovo test SAT somministrato a partire da marzo 2016. Abbiamo ponderato i test standardizzati al 7,75%, in calo rispetto all'8,125% nel 2018. A volte le scuole non riportano i punteggi SAT e ACT per studenti in queste categorie: atleti, studenti internazionali, studenti di minoranza, lasciti, quelli ammessi con accordo speciale e quelli che hanno iniziato nell'estate 2017. Per qualsiasi scuola che non ha riportato tutti i punteggi o che ha rifiutato di dire se tutti i punteggi sono stati riportati, US News ha ridotto del 15% il suo valore di distribuzione percentile SAT/ACT combinato utilizzato nel modello di classificazione. Questa pratica non è nuova; dalla classifica del 1997, US News ha scontato in queste circostanze perché l'effetto dell'esclusione degli studenti potrebbe essere l'omissione di punteggi più bassi. U.S. News riporta anche le note a piè di pagina delle scuole che hanno rifiutato di dire a U.S. News se tutti gli studenti con punteggi dei test SAT e ACT erano rappresentati. Se la percentuale combinata della classe di ingresso dell'autunno 2017 che presenta i punteggi dei test è inferiore al 75% di tutti i nuovi iscritti, il valore di distribuzione percentile SAT/ACT combinato utilizzato nelle classifiche è stato scontato del 15%. U.S. News ha applicato questa politica anche nelle precedenti edizioni delle classifiche. Classificazione della classe delle scuole superiori: U.S. News incorpora la percentuale di studenti iscritti al primo anno presso le università nazionali e i college nazionali di arti liberali che si sono diplomati nel 10% migliore delle loro classi di scuola superiore. Per le università regionali e i college regionali, abbiamo utilizzato la percentuale di coloro che si sono diplomati nel primo trimestre delle loro classi di scuola superiore. L'abbiamo ponderato al 2,25%, in calo rispetto al 3,125% nel 2018. Alumni Giving (5 percento) Questa è la percentuale media di ex studenti con diplomi di laurea che hanno dato alla loro scuola nel 2015-2016 e 2016-2017. Dare misura la soddisfazione degli studenti e il coinvolgimento post-laurea. Notizie dagli Stati Uniti e rapporto mondiale

Purtroppo, rimangono alcuni dei problemi chiave dell'iniziativa. E questo significa che lo scenario junk-in/junk-out è ancora valido.

Il problema con le classifiche 2018 di U.S. News & World Report: Junk in, junk out

Sono contento di vedere che le notizie statunitensi sminuiscono gli input (selettività) e enfatizzano gli output (tassi di laurea, impegno a servire tutte le classi economiche). Detto questo, le classifiche sono ancora ridicole quando si tratta di scegliere un college. Seleziona quello che ti piace tra quelli con un alto tasso di laurea quadriennale. Tutte le istituzioni che si sono laureate al 90% o più entro sei anni sono in sospeso.