'UMUC non è come tutti gli altri': le tensioni divampano sulla direzione della scuola

'UMUC non è come tutti gli altri': le tensioni divampano sulla direzione della scuola

Sono passati cinque anni da quando l'Università del Maryland University College ha preso in considerazione l'idea di abbandonare il suo status di istituzione pubblica e di abbracciare la vita come scuola privata per diventare più competitiva nel mercato dell'istruzione online.

La dirigenza universitaria temeva che le regole statali avrebbero ostacolato le partnership con aziende di software o altre aziende del settore privato che sembravano necessarie affinché la scuola guadagnasse un vantaggio poiché doveva affrontare la forte concorrenza di artisti come l'Arizona State University. La proposta è stata accolta con scetticismo dalla facoltà che ha affermato che avrebbe minato la reputazione del college.

La scuola ha ceduto dopo aver vinto esenzioni dallo stato dalle politiche in materia di appalti. Ma alcune delle tensioni tra amministratori e docenti divampate cinque anni fa rimangono.

La storia continua sotto la pubblicità

Queste tensioni sulla direzione della scuola parlano di un conflitto più ampio nell'istruzione superiore, in cui docenti e amministratori sono intrappolati tra le nozioni tradizionali di apprendimento e l'evoluzione dell'istruzione online. Poiché i college e le università abbracciano gli studenti più anziani e lavoratori offrendo corsi più snelli e flessibili, alcuni educatori temono che gli accademici saranno compromessi. I dirigenti scolastici affermano che senza innovazione, la sostenibilità delle loro istituzioni sarà a rischio.

In un certo senso, l'Università del Maryland University College, comunemente nota come UMUC, è un ottimo esempio di questo conflitto. In altri modi, la scuola si distingue. L'UMUC, una delle 12 scuole del sistema universitario del Maryland, offre corsi online dalla fine degli anni '90 e si è affermata come una centrale elettrica per l'istruzione a distanza molto prima di molti dei suoi contemporanei. Tuttavia, i docenti che sono stati con la scuola per decenni dicono che ha perso la strada.

Gli attuali ed ex dipendenti si lamentano del fatto che l'amministrazione della scuola dia la priorità alle entrate e alle iscrizioni rispetto agli accademici, a scapito degli studenti e della missione del college. Il coro di dissenso è cresciuto più forte man mano che l'UMUC ha abbreviato i corsi e ampliato la sua presenza online.

La storia continua sotto la pubblicità

Il presidente dell'UMUC Javier Miyares ha affermato che la scuola risponde ai bisogni della sua popolazione: adulti con tempo limitato e un bisogno immediato di completare le credenziali per avanzare nella loro carriera. La missione della scuola, ha detto, non è cambiata da quando è stata fondata nel 1947 in modo che il personale militare potesse continuare la propria istruzione all'estero.

Mentre Miyares vede una scuola adattarsi alle richieste degli studenti, alcune facoltà vedono un'istituzione statale trasformarsi in un college a scopo di lucro. Citano la pressione per aumentare le iscrizioni, la dipendenza da istruttori a tempo parziale e un interesse in diminuzione nel fornire un'istruzione di qualità.

I critici affermano che ridurre molti corsi di 14 settimane a otto settimane è un disservizio per gli studenti e che fare affidamento su una manciata di amministratori per sviluppare un curriculum con un input minimo da parte degli istruttori mina la loro istruzione.

La storia continua sotto la pubblicità

'I programmi sono progettati con materiali obsoleti e mal concepiti perché la facoltà non è coinvolta', ha affermato Barbara Gayle, che si è ritirata l'anno scorso dall'insegnamento dei corsi di economia e comunicazione presso la scuola. 'Gli studenti non ottengono l'ampiezza e la profondità dell'esperienza dei loro professori'.

Miyares ha detto che un piccolo gruppo di docenti a tempo pieno, presidi, presidenti di programma e il rettore progettano il curriculum ma invitano i collaboratori a contribuire. Ha detto che sarebbe 'ingenuo' pensare che il college possa trasferire il curriculum ai molti istruttori aggiunti che impiega.

'Quello che non avremo è un'aula in cui un assistente o qualsiasi facoltà entrerà e insegnerà ciò che pensa, usando i libri di testo che vuole', ha detto Miyares. “Non è quello che siamo. È una decisione ideologica, e questa è la decisione che ha preso l'UMUC”.

La storia continua sotto la pubblicità

Quasi il 95 percento dei 4.500 docenti dell'UMUC sono aggiunti, una quota molto più alta rispetto a qualsiasi altra scuola del sistema universitario del Maryland. Miyares ha affermato che almeno la metà degli istruttori aggiunti della scuola ha un lavoro a tempo pieno nel proprio campo e non fa affidamento sui corsi che insegnano per guadagnarsi da vivere.

L'UMUC cita l'uso di aggiunte, che guadagnano da $ 3.000 a $ 5.000 per classe, per aiutare la scuola a mantenere una delle tasse scolastiche più basse tra le università pubbliche del Maryland. La scuola addebita circa $ 9.000 all'anno per la maggior parte degli studenti statali e poco più di $ 6.000 per i veterani dello stato che perseguono una laurea.

Albert Nekimken, professore associato a contratto presso l'UMUC, sostiene che riempire i ranghi con collaboratori a basso salario e part-time che non hanno assicurazione sanitaria, congedo per malattia o benefici pensionistici mina la professione di insegnante. Gli aggiunti, sostiene, non hanno una vera voce al college, nonostante le affermazioni contrarie dell'amministrazione.

La storia continua sotto la pubblicità

'È un luogo gerarchico in cui il presidente prende tutte le decisioni ed è responsabile solo nei confronti del cancelliere, e finché le entrate sono buone, può fare quello che vuole', ha affermato Nekimken, membro del comitato direttivo di l'UMUC Adjunct Professionals United, un'affiliata del Service Employees International Union's Local 500, che non è riconosciuta dalla scuola.

Ha detto che quella che Miyares chiama una decisione ideologica 'sembra sempre più una semplice spinta manageriale per espandere i ricavi e i profitti che di solito avvantaggiano principalmente i manager'.

Nekimken ha cercato per anni di organizzare un sindacato ausiliario, ma le barriere sono formidabili.

La storia continua sotto la pubblicità

I diritti di contrattazione collettiva per i college e le università pubblici nel Maryland devono essere concessi dallo Stato. I legislatori hanno cercato di estendere tali diritti alla facoltà aggiunta all'UMUC nelle recenti sessioni legislative, ma i loro progetti di legge sono morti in commissione.

Mitchell Tropin, professore di giornalismo all'UMUC, insegna anche al Montgomery College, dove i docenti aggiunti hanno un sindacato. Gli istruttori lì, ha detto, fanno parte del tessuto del community college e sono molto più impegnati nella governance che all'UMUC.

'Se l'UMUC fa parte del sistema universitario del Maryland, allora dovrebbe avere gli stessi elementi degli altri 11 membri, il che includerebbe la creazione di posizioni a tempo pieno non di ruolo' con una maggiore partecipazione alla governance, ha affermato.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

Miyares ha affermato che il college ha iniziato a offrire più contratti annuali a centinaia di aggiunti negli Stati Uniti e inaugurerà aumenti di stipendio in base alle prestazioni questo autunno. La creazione di più posizioni a tempo pieno, tuttavia, non si allinea con la preferenza della scuola per gli istruttori che lavorano nel loro determinato campo, ha affermato.

Tropin, tesoriere del Local 500 della SEIU, ha affermato che sebbene un sindacato di facoltà possa migliorare le condizioni di lavoro, non può 'riportare indietro i bei vecchi tempi' che i suoi colleghi dell'UMUC desideravano, quando avevano un maggiore controllo sui loro corsi. L'attuale struttura accademica, ha detto, risuona con la popolazione che si iscrive al college.

“Gli studenti che si iscrivono all'UMUC cercano un'esperienza diversa. Sono lì perché sono otto settimane, online. Vogliono ottenere una laurea per ottenere un lavoro migliore e per loro è tutto ciò che conta davvero', ha detto Tropin. “Molti professori ritengono che gli studenti dovrebbero avere questa esperienza completa e ricca. . . ma immagino che ci siano molte persone che dicono: 'Voglio solo prendere quella laurea'. '

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

Nekimken e altri docenti si chiedono se il college abbia sacrificato il successo degli studenti alla ricerca di un alto tasso di iscrizione.

Solo il 25% degli studenti universitari dell'UMUC ottiene un certificato o una laurea entro otto anni, secondo la Scorecard del College del Dipartimento dell'Istruzione.

I funzionari scolastici dicono che la cifra fornisce un quadro incompleto perché il college serve un insieme distinto di studenti. Molti studenti seguono un corso o due mentre prestano servizio nell'esercito, senza alcuna intenzione di completare una laurea al college.

L'UMUC serve più di 90.000 studenti nelle basi militari di tutto il mondo, negli Stati Uniti e online. La maggior parte delle lezioni viene impartita online e in formato ibrido - un mix di lavoro online e in classe - e la maggior parte delle lezioni faccia a faccia sono offerte principalmente attraverso i contratti della scuola per insegnare al personale militare in servizio attivo e alle loro famiglie in Europa, Asia, Africa e Medio Oriente. Il college è tra i primi 10 destinatari dei benefici federali GI Bill.

Ad aprile, il gruppo di difesa Veterans Education Success ha accusato l'UMUC di aver speso meno di un terzo delle tasse scolastiche e delle tasse per l'istruzione accademica nel 2017. Il gruppo di difesa ha affermato che la spesa per l'istruzione è spesso correlata alla probabilità che gli studenti conseguano una laurea e trovino significativi occupazione.

I funzionari del college hanno sostenuto che la scuola ha un basso costo di insegnamento perché serve principalmente gli studenti online e non ha docenti di ruolo a tempo pieno. Questa spiegazione, tuttavia, ha alimentato le domande tra i dipendenti attuali ed ex su come il college sta spendendo soldi.

'Ci sono molti livelli di amministrazione all'UMUC e sembra che un sacco di soldi vadano in quel budget', ha detto Alexander Phillips, un ex assistente professore che ha insegnato all'UMUC in Germania.

Nell'anno fiscale terminato il 30 giugno 2018, gli stipendi e le spese dei docenti hanno rappresentato la maggior parte delle spese operative dell'UMUC, seguiti dai servizi agli studenti, una categoria che include marketing, gestione delle iscrizioni e consulenza. Il budget operativo della scuola quell'anno era di circa 411 milioni di dollari, il 10% dei quali derivava da stanziamenti statali. In confronto, la maggior parte degli altri college del sistema universitario statale riceve circa il 30 percento dei propri finanziamenti dal legislatore.

L'UMUC dipende fortemente dalle entrate delle tasse scolastiche, il che lo rende particolarmente sensibile alle tendenze delle iscrizioni. Cinque anni fa, i tagli federali e il prelievo militare hanno portato a cali a due cifre delle iscrizioni, successive riduzioni di bilancio e licenziamenti.

Quando le condizioni finanziarie della scuola si sono stabilizzate, l'amministrazione ha esplorato nuovi flussi di entrate. Il college ha trasformato il suo ufficio di analisi che ha esaminato i dati sull'istruzione nel 2015 in una società privata chiamata HelioCampus che analizza le prestazioni degli studenti e i dati dei programmi accademici per altre università. Un anno dopo, la scuola ha creato una holding senza scopo di lucro, soprannominata UMUC Ventures, che ha acquisito la proprietà di HelioCampus con l'intento di utilizzare i profitti per finanziare una sovvenzione e borse di studio.

Alcuni docenti percepiscono queste mosse come una prova dell'aziendalizzazione di un'istituzione pubblica e un'attenzione sbagliata sulle strategie aziendali invece che sugli accademici.

Gayle, l'ex istruttore UMUC, ha detto che desiderava che la scuola si impegnasse tanto nell'istruzione quanto nel suo modello di business.

“Gli studenti meritano. Sono meravigliosi e laboriosi, e l'istruzione farà la differenza nelle loro vite una volta che usciranno dall'esercito. Sono persone che hanno bisogno del tipo di sistema di supporto che l'UMUC non sta dando loro', ha detto Gayle.

Tropin, il suo ex collega, si chiede se ci sia un divario fondamentale tra facoltà e amministrazione sulla missione del collegio.

'Forse ci deve essere un maggiore riconoscimento che l'UMUC non è come tutti gli altri, e una volta che è chiaro, la facoltà aggiunta dovrebbe prendere una decisione, 'È questo che voglio fare?'', ha detto. “L'università dovrebbe essere più aperta ai suggerimenti di cambiamento. . . ma in questo momento, non sembra che nessuna delle due parti parli di compromesso'.