La facoltà dell'UNC ha sconvolto il fatto che la premiata giornalista del Progetto 1619 non avrà un mandato quando inizierà a insegnare a Chapel Hill

La facoltà dell'UNC ha sconvolto il fatto che la premiata giornalista del Progetto 1619 non avrà un mandato quando inizierà a insegnare a Chapel Hill

Alla fine di aprile, l'Università della Carolina del Nord a Chapel Hill ha annunciato un colpo di stato di reclutamento: uno scrittore pluripremiato del New York Times noto per il lavoro innovativo sulla centralità della schiavitù nella storia americana si sarebbe unito alla facoltà della scuola di giornalismo.

Nikole Hannah-Jones, che lo scorso anno ha vinto il Premio Pulitzer per il commento a un saggio del Times sulla storia e la schiavitù noto come il 1619 Progetto , inizierà a luglio all'UNC con il titolo di Knight Chair in Race e Investigative Journalism presso la Hussman School of Journalism and Media.

Ma non avrà il privilegio di sicurezza del posto di lavoro del mandato, anche se la facoltà di giornalismo e altri hanno sostenuto quella designazione. Il posto di blocco è stato il consiglio di amministrazione dell'università, per ragioni che rimangono poco chiare. Molti docenti dell'UNC e altri che ammirano il lavoro di Hannah-Jones sono furibondi per quello che vedono come un fallimento nel riconoscere correttamente una figura autorevole nel campo del giornalismo, uno con stretti legami con Chapel Hill.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

Giovedì pomeriggio, il presidente del consiglio Richard Y. Stevens ha detto ai giornalisti in una sessione di videoconferenza che il fiduciario Charles G. 'Chuck' Duckett aveva sollevato domande al rettore dell'UNC prima di una riunione di gennaio su una proposta per concedere il mandato ad Hannah-Jones. Duckett presiede un comitato con la supervisione degli affari universitari.

Stevens non ha elaborato molto su quali fossero le domande, ma ha affermato che non è insolito per i fiduciari sondare ulteriormente, 'in particolare i candidati che non provengono da un tradizionale background di tipo accademico'. Stevens ha detto che Duckett ha suggerito di posticipare la proposta per avere il tempo di considerare i problemi.

Il risultato, ha detto Stevens, è stato che la questione non è mai arrivata al voto. I massimi funzionari universitari non hanno presentato 'alcuna raccomandazione su questa nomina al consiglio, né il consiglio ha intrapreso alcuna azione su questa nomina', ha affermato Stevens. 'Mi permetta di sottolinearlo.'

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

Stevens ha insistito sul fatto che il consiglio non aveva negato il mandato di Hannah-Jones. 'Questo non è avvenuto', ha detto.

I funzionari dell'università hanno invece perseguito un piano alternativo che non richiedeva l'approvazione del consiglio di amministrazione: ad Hannah-Jones è stato offerto, e ha accettato, un contratto di cinque anni senza mandato. Susan King, preside della scuola di giornalismo, domenica ha scritto in una e-mail alla sua facoltà che Hannah-Jones avrebbe avuto un'opzione per essere esaminata per il mandato entro cinque anni.

Hannah-Jones ha conseguito un master in giornalismo e comunicazione di massa presso l'UNC. È stata anche nominata MacArthur Fellow 2017 - un onore comunemente noto come 'genius grant' - ed è stata eletta quest'anno all'Accademia americana delle arti e delle scienze.

La storia continua sotto la pubblicità

Hannah-Jones non ha risposto alle e-mail e ai messaggi telefonici in cerca di commenti. Giovedì lei ha scritto su Twitter: “Sono stato sopraffatto da tutto il supporto che mi avete mostrato. Ha davvero fortificato il mio spirito e la mia determinazione. Sapete tutti che starò bene. Ma questa battaglia è più grande di me e farò del mio meglio per non deluderti'.

King ha rilasciato una dichiarazione lodando Hannah-Jones. 'Anche se sono deluso dal fatto che la nomina sia senza mandato', ha detto King, 'non c'è dubbio nella mente di nessuno che sarà un membro della facoltà di spicco'.

'Questa è una delle posizioni più prestigiose nel giornalismo accademico', ha affermato il cancelliere dell'UNC Kevin M. Guskiewicz. 'Diamo il benvenuto a Nikole Hannah-Jones nel nostro campus'.

Come il Progetto 1619 ha preso il sopravvento nel 2020

Il Progetto 1619 ha attirato critiche da parte di gruppi conservatori per il suo tentativo di riformulare la storia del paese, a partire dall'arrivo dei primi schiavi africani nella Virginia coloniale e poi esaminando come lo sviluppo della schiavitù abbia influenzato la nazione nelle generazioni successive. Alcuni storici di spicco hanno anche sollevato obiezioni su come il progetto abbia rappresentato le opinioni del presidente Abraham Lincoln sulla razza e il peso che ha dato al ruolo della schiavitù come fattore dietro la guerra rivoluzionaria.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

Ma il progetto ha puntato i riflettori sulle carenze di vecchia data nel modo in cui le scuole americane hanno insegnato sulla schiavitù, e continua a risuonare con molte persone che lo vedono come una scintilla per discussioni vitali sulla storia in un momento di resa dei conti razziale a livello nazionale.

Non è chiaro se o come il dibattito sul progetto del 1619 abbia influenzato i fiduciari. Stevens non ha risposto a un'e-mail che chiedeva questo.

NC Policy Watch, un punto vendita collegato a un'organizzazione di ricerca e advocacy di sinistra, ha citato un fiduciario senza nome che parla della controversia. 'Questa è una cosa molto politica' il fiduciario ha detto a NC Policy Watch . Il fiduciario ha aggiunto: 'Ci sono state persone che hanno scritto lettere e hanno fatto chiamate, a favore e contro. Ma lascio a te ciò che porta più peso”.

La storia continua sotto la pubblicità

La facoltà di giornalismo dell'UNC era arrabbiata.

'L'incapacità di offrire il mandato di Hannah-Jones con la sua nomina a cattedra Knight sposta ingiustamente gli obiettivi e viola le norme di vecchia data e i processi stabiliti relativi al mandato e alla promozione all'UNC Chapel Hill', numerosi membri della facoltà di Hussman ha scritto in un post su Medium . 'Le due cattedre di Cavaliere immediatamente precedenti nella nostra Scuola hanno ricevuto la cattedra su appuntamento.'

I professori hanno aggiunto: 'Chiediamo spiegazioni alla leadership dell'università a tutti i livelli'.

Deb Aikat, professore associato di giornalismo e uno di coloro che hanno firmato la dichiarazione, ha aggiunto in un'intervista che le divisioni ideologiche spesso modellano la governance dell'istruzione superiore pubblica nella Carolina del Nord: 'Non è che ti sto dicendo un piccolo segreto, 'Ha detto Aikat. 'Lo sai. Lo so. … C'è stata un'interferenza politica.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

Dorothy Tucker, presidente della National Association of Black Journalists, ha espresso preoccupazione per qualsiasi possibilità che il coinvolgimento nel Progetto 1619 possa aver ostacolato un'offerta di mandato per Hannah-Jones. 'Se le speculazioni sono vere, allora denunciamo qualsiasi decisione di negare l'incarico a un'illustre giornalista perché ha semplicemente fatto il suo lavoro riportando fatti sulla schiavitù in America', ha detto Tucker in una nota.

Mimi Chapman, professore di assistenza sociale e presidente della facoltà a Chapel Hill, ha affermato che è 'estremamente raro' che il consiglio non ratifichi una raccomandazione di mandato dell'università. Il processo di revisione del mandato è lungo e rigoroso, ha detto Chapman, e si muove attraverso vari livelli di facoltà e input amministrativo. Chapman ha detto che molti professori erano scoraggiati dall'esito in questo caso. 'Fare questo significa inviare un messaggio molto denigratorio alla facoltà', ha detto Chapman.

Alberto Ibargüen, presidente della Knight Foundation, che ha dotato la cattedra di facoltà che Hannah-Jones ricoprirà, ha dichiarato in una dichiarazione che la fondazione non cercherà di dettare alcuna decisione di mandato all'UNC. Ma ha detto che la fondazione 'esorterà i fiduciari dell'Università della Carolina del Nord a riconsiderare la loro decisione entro i tempi del nostro accordo'.