Un'università offre agli studenti $75 per saltare le vacanze di primavera

Un'università offre agli studenti $75 per saltare le vacanze di primavera

Un'università della California spera che un piccolo incentivo in denaro impedisca agli studenti di viaggiare per le vacanze di primavera, l'ultimo sforzo di una scuola per frenare la diffusione del coronavirus mentre gli esperti esortano a non viaggiare.

L'Università della California a Davis offre borse di 'staycation' di $ 75 per gli studenti che soggiornano in città per le vacanze di primavera a fine marzo. Gli studenti devono fare domanda per le sovvenzioni entro mercoledì sera e 2.000 studenti saranno selezionati per ricevere una carta regalo per un'azienda locale. La scuola ha avuto un totale di oltre 39.000 studenti nell'autunno 2019.

È passato circa un anno da quando il virus ha messo in difficoltà i calendari accademici in tutto il paese, spingendo le scuole a iniziare a chiudere gli studenti fuori dalle classi o a mandarli a casa dal campus. Alcuni college hanno già ridimensionato o rottamato le vacanze di primavera del tutto mentre gli studenti, la maggior parte dei quali potrebbe ancora essere in attesa di un vaccino, considerano come sarà il resto dell'anno scolastico.

Vai al college comunitario? O lo stai considerando? Racconta al Post le sfide che affronti.

UC Davis, per esempio, si sta avvicinando alla fine del suo quarto trimestre con quasi tutte le istruzioni a distanza.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

'Penso che ci sia molta stanchezza da covid e come tutti noi, gli studenti sono interessati a poter fare cose e uscire, impegnarsi con i loro coetanei', ha affermato Sheri Atkinson, vice rettore associato dell'università per la vita studentesca. 'Siamo in questo posto dove c'è una luce alla fine del tunnel, ma non siamo ancora arrivati'.

Ha detto che la scuola ha riconosciuto che se gli amministratori hanno continuato a 'chiedere loro di impegnarsi in comportamenti a prova di covid', le sovvenzioni erano un modo per sostenere gli studenti.

La scuola, che ha già offerto sovvenzioni simili, inizialmente aveva pianificato di concedere sovvenzioni a 750 studenti, ma ha aumentato il numero a 2.000 dopo aver visto subito un'enorme risposta, ha affermato Atkinson.

La storia continua sotto la pubblicità

'Se potessimo contattare qualsiasi numero per essere in grado di aiutare a influenzare il loro comportamento, è un bene', ha detto al Washington Post. “Più, meglio e più efficace sarà nel prevenire la diffusione del covid”.

Jacob Herbstman, uno studente della UC Davis, ha detto che pensava che fosse una buona idea, anche se crede che molti degli studenti che hanno approfittato della sovvenzione stessero già pianificando di restare. Ha fatto domanda per una delle borse di studio precedentemente offerte dalla scuola.

'Diciamo che non saresti mai andato da nessuna parte e richiedi la sovvenzione - non sta cambiando il tuo comportamento, ma allo stesso tempo potresti dire: 'Me lo merito perché sto facendo la cosa giusta'' Herbstman ha detto al Post.

Come U-Va. e U-Md. prova a frenare l'aumento dei casi di coronavirus, i vicini si preparano all'impatto

È una buona idea che le università continuino a incoraggiare gli studenti a limitare i viaggi e altre attività che potrebbero portare alla diffusione del virus, ha affermato Justin Lessler, esperto di malattie infettive presso la Johns Hopkins Bloomberg School of Public Health.

La storia continua sotto la pubblicità

'Le persone in età universitaria sono per lo più non vaccinate - quasi universalmente non vaccinate in questo momento - e i livelli del virus sono ancora piuttosto alti', ha detto Lessler. “Viaggiare e tornare a casa ha il potenziale per diffondere il virus da ovunque si trovi la scuola ad altri luoghi. Le persone possono anche essere infettate e riportarlo indietro. E la vera preoccupazione è che le persone ad alto rischio potrebbero essere infettate'.

Ha detto che con l'aumento delle vaccinazioni, 'non siamo poi così lontani da un punto in cui la maggior parte delle persone che vogliono un vaccino può avere un vaccino. In quel contesto, un caso ritardato è un caso prevenuto in modo permanente”.

Di conseguenza, qualsiasi misura di controllo delle infezioni è più chiaramente utile, ha affermato Lessler.

La storia continua sotto la pubblicità

I Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie hanno esortato a evitare i viaggi legati alle vacanze di primavera. Il mese scorso, un portavoce del CDC ha dichiarato a The Post che l'agenzia 'raccomanda alle persone di non viaggiare in questo momento e di ritardare il viaggio per le vacanze di primavera fino al 2022'.

UC Davis ha anche offerto sovvenzioni simili prima di Halloween, uno sforzo per incoraggiare le persone a partecipare ad attività virtuali o attività con i loro coinquilini invece di andare a grandi feste.

Per qualificarsi per l'ultima sovvenzione, gli studenti universitari o laureati devono essere attualmente registrati come studenti, vivere a tempo pieno a Davis, rimanere a Davis per le vacanze di primavera e programmare un test del coronavirus durante la settimana della pausa.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

Da parte sua, Herbstman sta pianificando di trascorrere la sua pausa a casa, che ha detto è solo a circa un'ora e mezza di auto dalla scuola. Ha detto che i suoi genitori sono stati entrambi completamente vaccinati e che è stato in grado di ottenere la sua prima dose dopo essersi offerto volontario con gli sforzi di vaccinazione.

Se non fosse stato per questo, ha detto, avrebbe potuto considerare di restare a Davis.

Le scuole sono sicure? Un numero crescente di prove suggerisce che, con le giuste misure, contribuiscono poco alla diffusione del virus.

Ha elogiato l'università per quello che ha definito un 'sistema di test robusto' e per la sua risposta complessiva alla pandemia.

Durante tutto l'anno scolastico, l'università ha raccomandato agli studenti di sottoporsi al test almeno una volta alla settimana, se non due o tre volte alla settimana, 'perché abbiamo la capacità di farlo', ha detto Atkinson. L'università note del sito web che mentre il viaggio è “fortemente scoraggiato”, coloro che scelgono di viaggiare “sono previsto sottoporsi al test ogni tre o quattro giorni durante il periodo di due settimane” prima della partenza e dopo il ritorno.

'È stato tutto un po' un esperimento', ha detto Atkinson. 'Come influenziamo il comportamento in modi - in modo positivo, non in modo punitivo?'