Cosa significa l'uscita di Navient dal servizio di prestito studentesco federale per i mutuatari

Cosa significa l'uscita di Navient dal servizio di prestito studentesco federale per i mutuatari

Il Dipartimento dell'Istruzione ha approvato mercoledì un accordo per Navient, una delle più grandi società di prestiti agli studenti della nazione, per trasferire il portafoglio che gestisce per conto dell'agenzia.

Navient per uscire dal servizio di prestito studentesco federale

Annunciato a settembre, l'accordo fornirà circa 5,6 milioni di conti di prestiti studenteschi federali a Maximus, una società di prestiti studenteschi che gestisce il recupero crediti per il dipartimento. La società rileverà il contratto di Navient, che l'amministrazione Biden ha esteso per due anni mentre il dipartimento lavora per ristrutturare la sua piattaforma di assistenza.

Il trasferimento arriva in un momento critico per il Dipartimento dell'Istruzione. L'agenzia si sta preparando affinché circa 41 milioni di americani rientrino nel rimborso dei loro prestiti studenteschi federali a febbraio, quasi due anni dopo che il governo federale ha sospeso la riscossione a seguito della pandemia di coronavirus.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

I gruppi di consumatori e i legislatori temono che la partenza di Navient e di altre società di servizi possa essere dirompente quando i mutuatari migrano di nuovo nel sistema. Mentre il dipartimento trasferisce regolarmente gli account tra i servicer, il numero di account in gioco fa riflettere alcuni sostenitori. Altri trasferimenti su larga scala, come l'esborso del portafoglio di ACS Education Services, hanno provocato errori diffusi.

Richard Cordray, che dirige l'ufficio federale per gli aiuti agli studenti del dipartimento dell'istruzione, ha affermato che l'agenzia federale 'renderà questa transizione il più semplice possibile'.

Ha detto che i mutuatari non perderanno l'accesso alla cronologia dei pagamenti o ai dati del conto. Non sarà necessario modificare le informazioni di accesso correnti o le modalità di pagamento automatico.

La storia continua sotto la pubblicità

'La nostra fiducia in questa novazione è rafforzata dal fatto che Maximus sarà tenuto a rispettare gli standard più rigorosi per prestazioni, trasparenza e responsabilità che FSA ha incluso nelle sue recenti estensioni del contratto di servizio', ha detto Cordray in una nota mercoledì.

Operando sotto il nome di Aidvantage, Maximus inizierà a servire i 5,6 milioni di conti di prestiti studenteschi federali questo inverno, secondo Navient . Una volta riassegnati i prestiti, Aidvantage invierà ai mutuatari una lettera di benvenuto.

Vengono trasferiti solo i prestiti federali di proprietà del Dipartimento dell'istruzione, non quelli originati attraverso il defunto programma Federal Family Education Loan (FFEL) e detenuti da società private.