Perché questa pandemia è un buon momento per smettere di costringere i potenziali avvocati a sostenere gli esami di avvocato?

Perché questa pandemia è un buon momento per smettere di costringere i potenziali avvocati a sostenere gli esami di avvocato?

Ecco qualcos'altro che la pandemia di covid-19 ha capovolto: gli esami di avvocato che i laureati in giurisprudenza devono sostenere per poter esercitare la professione legale.

In uno stato dopo l'altro, gli esami sono stati rinviati e/o spostati online, complicando il processo per migliaia di studenti dopo essere stati criticati per un piano per tenere test di persona. A giugno, ad esempio, il rappresentante dello stato della Florida Carlos Smith (D) ha twittato contro i piani per tenere esami di persona. Lo stato ha rinviato il suo esame due volte e ora offre una versione online abbreviata, così come alcuni altri stati.

Eppure circa 20 stati stanno ancora pianificando esami di persona, inclusa la Carolina del Nord a luglio, scatenando le proteste degli studenti che non vogliono correre il rischio di contrarre il nuovo coronavirus.

La storia continua sotto la pubblicità

Tre stati - Washington, Oregon e Utah - stanno consentendo agli studenti con diplomi di scuole di legge accreditate di accedere all'avvocatura senza sostenere l'esame, e c'è una grande spinta da parte dei laureati affinché più stati lo facciano.

A New York, una coalizione di laureati in legge e avvocati chiamata United for Diploma Privilege, lunedì ha chiesto alla Corte d'Appello di New York un'udienza in modo che possano chiedere di difendere il privilegio del diploma di emergenza in stato invece di amministrare l'esame di avvocato quest'anno.

Questo post esamina in modo approfondito i problemi con gli esami di avvocato di persona durante la pandemia e, più in generale, se ha senso mantenere il sistema degli esami. Gli autori, che chiedono la fine degli esami di avvocato, sono: Donna Saadati-Soto, Pilar Margarita Hernández Escontrías, Alyssa Leader ed Emily Croucher.

La storia continua sotto la pubblicità

Saadati-Soto si è laureata alla Harvard Law School, dove è stata membro dell'Harvard Legal Aid Bureau ed editore esecutivo della Harvard Latinx Law Review. Ha conseguito una laurea in economia presso la Stanford University.

Hernández Escontrías è un'antropologa e scienziata sociale di formazione, avendo completato la sua laurea presso la Princeton University, un master in filosofia all'Università di Cambridge, master e dottorato alla Northwestern University e la sua laurea in giurisprudenza quest'anno presso l'Università della California a Irvine . I suoi interessi di ricerca si collocano all'intersezione tra diritto penale, diritto dell'immigrazione, scienze sociali e teoria critica della razza.

Leader si è laureato alla University of North Carolina School of Law e all'Harvard College. Come studentessa di legge, è stata caporedattrice del First Amendment Law Review.

La storia continua sotto la pubblicità

Croucher si è laureata all'Università della California alla Irvine School of Law, dove è stata co-presidente della Criminal Law Society e del programma Mock Trial. Ha conseguito una laurea in scienze presso la California State Polytechnic University di Pomona. Lei è un difensore pubblico entrante con il Kentucky Department of Public Advocacy.

Di Donna Saadati-Soto, Pilar Margarita Hernández Escontrías, Alyssa Leader ed Emily Croucher

Due volte l'anno, a luglio e febbraio, migliaia di aspiranti avvocati si recano in affollati centri congressi in tutto il paese. Dopo tre anni di giurisprudenza e due mesi di preparazione estenuante e devota, affrontiamo ciò che ci aspettavamo dall'inizio della nostra formazione legale: l'esame di avvocato.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

L'esame è in parti uguali un test standardizzato e un rituale di nonnismo. Ci è stato detto che l'esame esiste per eliminare potenziali avvocati inadatti alla pratica. Nonostante poche o nessuna prova empirica che l'esame raggiunga questo obiettivo, ci viene detto che l'esame protegge il pubblico. Ma quest'estate, nel bel mezzo di una pandemia globale, questa affermazione sembra più dubbia che mai.

In tutto il paese, le Corti Supreme statali e le commissioni degli esaminatori degli avvocati sono state riluttanti ad apportare modifiche al processo di autorizzazione legale per far fronte alle sfide del covid-19. In alcuni stati, ci si aspetta ancora che gli studenti si accalchino insieme a migliaia, seduti per due giorni di esami con la sola protezione di una maschera e a pochi metri di distanza. Altri stati hanno ritardato gli esami, costringendo alcuni laureati a rimandare i lavori su cui facevano affidamento per iniziare a pagare i loro prestiti studenteschi. Altri hanno spostato gli esami online, rendendo i punteggi non trasferibili per coloro che desiderano esercitarsi in un altro stato.

Riconoscendo che il covid-19 dovrebbe aumentare la necessità di avvocati di alta qualità e pronti a servire, abbiamo una soluzione diversa: eliminare del tutto l'esame di avvocato.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

I grandi problemi

Sostenere qualsiasi amministrazione di persona dell'esame di avvocato è un rischio significativo per la salute pubblica. Le circostanze intorno al covid-19 non sono quasi migliorate. Secondo i Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie, i casi segnalati di covid-19 hanno continuato a salita . Dato il continuo tasso di infezione, il potenziale secondo picco e l'indisponibilità di un vaccino, sostenere gli esami di avvocato come al solito - o anche a settembre o ottobre come suggerito da alcune giurisdizioni - significa rischiare la vita di studenti, tutori, i loro familiari e membri del pubblico che vivono in città con sedi d'esame.

Il piano per sostenere un esame di avvocato di persona durante la pandemia globale indica una grave mancanza di consapevolezza per le migliori pratiche. Mentre la maggior parte delle giurisdizioni ha indicato che ci si aspetta che i partecipanti al test si impegnino in un adeguato distanziamento sociale, molti non sono riusciti a descrivere come sarà. Altri sono stati preoccupanti in anticipo sulla mancanza di un protocollo di sicurezza appropriato, affermando che non ci si aspetta che i partecipanti al test indossino maschere una volta seduti per l'esame. Alcune giurisdizioni come il Kentucky hanno cercato di rendere gli esami più sicuri limitando il numero di partecipanti al test per sito.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

Anche se questo fosse efficace, la somministrazione dell'esame di avvocato sarebbe un incubo logistico sia per gli esaminatori di stato che per gli studenti. Le possibilità che i bar di stato implementino in modo appropriato i limiti dei siti di test sono scarse. Se gli stati cercano modi alternativi per accogliere tutti i candidati all'esame, dovrebbero cercare sedi molto più piccoleOrae iniziare a dare avviso ai candidatiOra. Per alcuni, l'esame di avvocato è alla fine di luglio. Per altri, l'inizio di settembre. I partecipanti al test hanno bisogno di tempo per prendere le disposizioni appropriate in tempo per il giorno del test.

Tuttavia, è fondamentale evidenziare questa realtà: anche con precauzioni di distanza e sedi di test più piccole, esiste ancora il rischio di trasmissione di covid-19 e molti partecipanti al test, specialmente quelli che sono immunocompromessi o vivono con qualcuno che è immunocompromesso, saranno costretto a rinunciare del tutto all'esame. Le condizioni di salute esistenti dei nostri colleghi e delle loro famiglie non dovrebbero essere il motivo per cui i laureati in giurisprudenza non possono diventare avvocati autorizzati.

Passa a un esame online

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

Molte giurisdizioni riconoscono i rischi associati allo svolgimento di un esame di persona durante una pandemia globale. La loro risposta è stata quella di spostare l'esame in un formato online. Ma neanche un esame online funzionerà. Per cominciare, una gestione online dell'esame di avvocato privilegierà i candidati all'esame con le risorse sociali, economiche e strutturali per impostare l'infrastruttura d'esame necessaria per sostenere un test online di 12 ore e due giorni. Alcuni di questi privilegi includono l'accesso a un laptop o computer ben funzionante, Internet veloce e coerente e uno spazio per sostenere tranquillamente un esame nel corso di due giorni senza distrazioni.

Le biblioteche e le scuole di diritto in tutto il paese rimangono chiuse, e non sappiamo quando riapriranno e con quali restrizioni. Pertanto, è improbabile che i candidati possano utilizzare i computer e la connessione Internet di una biblioteca pubblica per sostenere l'esame. Quindi dovremmo uscire e acquistare Internet ad alta velocità e di qualità aziendale? Nuovi laptop? Una scrivania? Un monitor?

E anche pensando alla possibilità di difficoltà tecnicheil giorno del testci dà immenso disagio. Un problema con il software o con i nostri computer e, bam ― game over, sei appena stato squalificato dall'esame. I laureati faticano già a trovare lo spazio e le risorse tecnologiche necessarie per studiare per l'esame di avvocato. I loro stress sono esacerbati solo dal pensare a come mettere in atto l'infrastruttura necessaria per la giornata di test online.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

Rinvio

Altre giurisdizioni, tuttavia, sperano di affrontare il problema rimandando l'esame. Molti come Maryland, California e DC hanno ritardato la somministrazione dei test fino a settembre o ottobre. Sembra improbabile che un test di persona possa essere sicuro in una manciata di mesi. Ma anche se lo fosse, un esame in ritardo non fornisce una soluzione reale per i candidati all'esame o per le comunità che serviranno. Per la maggior parte di noi, l'esame è un prerequisito per lavorare. I nostri datori di lavoro ci hanno assunto con la convinzione che saremmo diventati avvocati certificati entro l'anno solare.

Esami ritardati combinati con la crisi economica hanno fatto sì che i datori di lavoro abbiano posticipato le date di inizio o revocato del tutto le offerte. Rimanere inaspettatamente senza lavoro è una sfida crescente per i candidati all'esame, molti dei quali avevano già budget ristretti per pagare l'affitto e acquistare generi alimentari durante l'esame alla fine di luglio. Allungare i nostri budget già scarsi a settembre, ottobre e oltre è quasi impossibile.

Poiché le date degli esami continuano ad essere posticipate, sempre più candidati dovranno accettare lavori non legali solo per sopravvivere. Date le difficoltà di sostenere e superare l'esame di avvocato mentre si lavora, la triste verità è che molti di questi laureati potrebbero effettivamente perdere l'opportunità di esercitarsi completamente.

Ulteriori ritardi nella nostra ammissione all'avvocatura e potenziali ritardi nella data di inizio dell'occupazione ci costeranno la nostra assicurazione sanitaria per quelli di noi che avevano un piano assicurativo sovvenzionato dalla scuola. Come abbiamo notato sopra, molti datori di lavoro stanno posticipando le date di inizio alla luce del rinvio dell'esame di avvocato e i nostri piani scolastici scadranno prima di allora. Inoltre, per quelli di noi in California, se siamo senza assicurazione per un periodo più lungo di tre mesi, ci verrà applicata una sanzione fiscale di $750. Immagina di essere senza assicurazione nel bel mezzo di una pandemia globale.

Anche nei momenti migliori, studiare per l'esame in sé non è cosa da poco. La maggior parte delle persone trascorre due mesi e mezzo rintanata in biblioteca per 40 ore alla settimana, senza fare altro che guardare lezioni e svolgere esercizi pratici. La “preparazione al bar”, come viene chiamata, è generalmente intesa come il periodo più difficile e intenso della vita degli studenti di giurisprudenza e dei neolaureati. Ma non siamo nel migliore dei tempi; siamo nei momenti peggiori.

Quest'anno, gli studenti stanno facendo tutto ciò confinati nelle case che condividiamo con gli altri, dove potremmo avere difficoltà a intrattenere i bambini o a prenderci cura di altri parenti. Non possiamo incontrare i nostri gruppi di studio o passare dall'ufficio di un professore per un aiuto con un problema particolarmente delicato. E non possiamo nemmeno massimizzare la nostra produttività.

Tra coloro che sono sopravvissuti all'esame di avvocato è un truismo che i candidati devono lavorare con attenzione per 'apicere' nelle loro prestazioni il giorno del test. È importante non studiare troppo e troppo presto, o ci esauriremo. Ma aspettare troppo tardi per iniziare a memorizzare le centinaia di concetti di cui abbiamo bisogno per il successo significa che il tempo a disposizione si esaurirà. In un costante stato di limbo su quando o se i nostri esami andranno avanti, studiare strategicamente è impossibile.

Mentre studiamo per l'esame di avvocato, ci viene ripetutamente inculcato in testa che l'esame vuole essere un test di competenza minima. Ma quest'anno non lo è. È una prova di chi ha il sostegno e il privilegio di prepararsi a fare l'impensabile nel mezzo del momento più destabilizzante della nostra storia collettiva. Chi non lo farà fallirà.

La soluzione: privilegio del diploma

Sì, l'esame di avvocato è stato il tradizionale meccanismo di controllo per la professione legale. Ma ciò non lo rende certamente un meccanismo di gate-keeping giustificabile, soprattutto nelle circostanze attuali e con scarse prove empiriche che misuri effettivamente la competenza. Per questi motivi proponiamo una soluzione: il privilegio del diploma.

In base a un modello di licenza del privilegio del diploma, a coloro che cercano l'ammissione all'avvocatura viene concessa la licenza al completamento con successo dei requisiti della scuola di legge e alla laurea in giurisprudenza. I candidati sono inoltre tenuti, in base al privilegio del diploma, a soddisfare altri requisiti per l'ammissione all'avvocatura, come il passaggio dell'esame di responsabilità professionale multistatale e una determinazione positiva del carattere morale e dell'idoneità. Come abbiamo sostenuto altrove , crediamo che il privilegio del diploma sia l'unica opzione etica. Inoltre, offre a approccio visionario .

Il privilegio del diploma può sembrare radicale, ma non è senza precedenti. Non stiamo chiedendo alle giurisdizioni di fare qualcosa di completamente nuovo. Wisconsin ha avuto il privilegio del diploma in atto da decenni. Per molti anni, New Hampshire ha messo in atto un programma simile che consente ai laureati dell'Università del New Hampshire che soddisfano determinati requisiti di essere ammessi come avvocati senza esame. Infatti, il presidente del Comitato Nazionale degli Esaminatori degli Avvocati (NCBE) acquisite licenza tramite privilegio diploma Wisconsin.

Alla luce della pandemia globale, altri tre stati hanno aperto la strada all'adozione del privilegio del diploma per i laureati del 2020. Il 21 aprile il Utah La Corte Suprema ha concesso il privilegio del diploma a tutti i laureati dello Utah. Nelle ultime settimane, grazie in gran parte agli sforzi di advocacy da parte di coloro che dovrebbero sostenere l'esame, entrambi Washington stato e Oregon ha emesso ordini che concedono il privilegio del diploma agli studenti delle scuole di diritto accreditate dall'ABA.

E anche se il privilegio del diplomaeranosenza precedenti, e allora? Il pubblico in generale potrebbe essere sorpreso di apprendere che l'esame di avvocato è quasi completamente separato dal lavoro che faremo come avvocati. L'esame è interamente a libro chiuso, un esercizio di memorizzazione più che altro. La pratica della legge richiede un'attenta ricerca e verifica (e ricontrollare) ciò che crediamo di sapere. Gli avvocati che praticano sulla base di una forma generalizzata della legge che hanno memorizzato dalle flashcard rischiano il malcostume. Ma questo è esattamente ciò che il bar si aspetta che facciamo.

Non sappiamo nemmeno se l'esame di avvocato misuri la competenza. Gli studi che collegano l'esame di avvocato alla protezione del pubblico o al successo come avvocato sono scarsi. Alcune commissioni statali degli esaminatori degli avvocati si sono espresse chiaramente e lo hanno detto: in California, uno stato con un tasso di passaggio degli avvocati notoriamente basso, l'ordine degli avvocati ha ammesso che ciò che costituisce la competenza minima non è mai stato nemmeno identificato . Forse l'esame ha valore, forse no. Semplicemente non lo sappiamo.

Quello che sappiamo è questo: anche nell'anno medio, l'esame di avvocato esclude i neri, gli indigeni e le persone di colore (BIPOC) dalla professione legale. In effetti, l'origine stessa dell'esame di avvocato è radicata in anti-nero . Nel 1914, l'American Bar Association (ABA) ammise accidentalmente tre avvocati neri, portando a ulteriori misure per mantenere la professione bianca. L'ABA ha continuato a escludere esplicitamente i candidati neri fino al 1943. Quando divenne chiaro che il razzismo aperto non sarebbe più stato consentito, l'ABA iniziò a utilizzare l'esame di avvocato e l'accreditamento alla scuola di legge per tenere le minoranze fuori dalla professione.

L'esame di avvocato come meccanismo discriminatorio di controllo non è un residuo di un lontano passato. Il suo ruolo nel tenere la BIPOC fuori dalla professione prevale oggi. In California, ad esempio, l'esame di febbraio 2020 ha avuto un tasso di superamento storicamente basso di circa il 27%. La cosa più allarmante, tuttavia, è che solo il 5 percento di coloro che hanno sostenuto l'esame di avvocato per la prima volta di colore dalle scuole di legge accreditate ABA della California hanno superato l'esame di avvocato del febbraio 2020.cinque per cento. I dati relativi ai tassi di passaggio degli esami di avvocato per BIPOC sono inaccettabili nel migliore dei casi, irragionevoli nel peggiore dei casi. Aggiunge solo la beffa al danno se consideriamo che ogni leader stipendiato del NCBE è bianco.

Ciò solleva la domanda: perché stiamo lottando così duramente per sostenere un sistema di licenze che non è basato su prove ed è stato letteralmente progettato per escludere i candidati di minoranza? Come candidati, non conosciamo la risposta a questa domanda. Ma sappiamo che quest'anno questo sistema sta mettendo inutilmente a rischio le nostre vite. E sappiamo che c'è un'opzione migliore.

Non sosteniamo che il privilegio del diploma non possa venire con requisiti aggiuntivi ragionevoli. Gli Stati che hanno concesso il privilegio del diploma lo hanno fatto mettendo in atto una serie di condizioni che i richiedenti devono soddisfare per ottenere il privilegio. Forse gli stati possono richiedere che i candidati completino un determinato numero di ore di pratica supervisionata in un determinato lasso di tempo. Forse gli stati possono richiedere ai candidati di completare ulteriori corsi di formazione legale continua. Se le Corti Supreme statali sono veramente preoccupate di proteggere il pubblico attraverso la concessione di licenze, hanno il potere di raggiungere questo obiettivo attraverso queste o condizioni simili.

Mentre si laureavano nel 2020, molti di noi sono stati improvvisamente cacciati dalla nostra scuola di legge e si sono affrettati a trovare posti alternativi in ​​cui vivere nel giro di pochi giorni. Abbiamo completato il resto della scuola di legge interamente online. Abbiamo perso i nostri posti di lavoro part-time e full-time e molti dei nostri accordi di lavoro a lungo termine e le date di inizio sono nell'aria. Abbiamo assunto nuove responsabilità di prendersi cura dei bambini o dei genitori. Molti di noi sono stati coinvolti nel movimento in corso per le vite dei neri. In tutto questo, abbiamo più che dimostrato la nostra grinta, determinazione e capacità.

Non dovremmo essere costretti a saltare attraverso l'ennesimo cerchio che mette a rischio la nostra vita e i nostri mezzi di sussistenza, in nome della tradizione. Dobbiamo fare di meglio.