Preoccupato per i tuoi prestiti studenteschi? Ecco cosa fa e non sta facendo il governo per aiutare.

Preoccupato per i tuoi prestiti studenteschi? Ecco cosa fa e non sta facendo il governo per aiutare.

Tra il pacchetto di spesa del Congresso e i recenti ordini dell'amministrazione Trump, ci sono alcune strade per i mutuatari di prestiti agli studenti che cercano sollievo man mano che l'impatto finanziario dell'epidemia di coronavirus prende piede.

C'è disaccordo sul fatto che queste misure vadano abbastanza lontano, soprattutto perché le ricadute economiche della pandemia potrebbero durare mesi, se non anni. Tuttavia, il sollievo offerto dal governo federale potrebbe rivelarsi utile.

Ecco cosa significa tutto questo per i 43 milioni di americani che detengono 1,5 trilioni di dollari in prestiti studenteschi federali.

Nessun pagamento e nessun interesse

La scorsa settimana l'amministrazione Trump ha dato ai mutuatari di prestiti studenteschi federali l'opzione di posticipare i pagamenti per almeno 60 giorni, sospendendo automaticamente le fatture di coloro che sono insolventi. Anche se le persone scelgono di continuare a effettuare pagamenti, il Dipartimento dell'Istruzione rinuncerebbe comunque agli interessi sui prestiti per almeno due mesi.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

Questa settimana, il Congresso ha deciso di estendere la tempistica fino al 30 settembre e ha reso automatica la sospensione. Per quei sei mesi, i mutuatari possono posticipare i loro pagamenti senza penalità o interessi. Inoltre, ogni mese conterebbe ancora per il condono del prestito per i mutuatari nei lavori di servizio pubblico. Conterebbe anche per la riabilitazione del prestito studentesco, un programma federale che cancella un'inadempienza dal rapporto di credito di una persona dopo nove pagamenti consecutivi.

La carenza di personale presso le unità di default dei prestiti del Dipartimento dell'Istruzione frustra i mutuatari in difficoltà

Sebbene questo piano possa aiutare il 95% dei mutuatari con prestiti federali, esclude quelli con debito federale detenuti da società private. Quel debito proviene dal vecchio programma Federal Family Education Loan (FFEL) basato su banche che si è concluso nel 2010 quando l'amministrazione Obama è passata rigorosamente al prestito diretto. Il piano esclude anche i prestiti federali Perkins per studenti a basso reddito detenuti da college e università.

Le persone con prestiti federali bancari che non sono detenuti dal governo possono consolidare il proprio debito per approfittare della rinuncia e della sospensione del pagamento. Ma questo processo potrebbe richiedere del tempo e gli interessi non pagati verranno aggiunti al loro saldo.

Stop alle inadempienze e restituzione dei fondi

Il Dipartimento dell'Istruzione ha bloccato tutte le richieste al Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti di sequestrare i rimborsi fiscali, gli stipendi e i benefici della sicurezza sociale delle persone inadempienti sui loro prestiti studenteschi federali.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

Il dipartimento tratterrà il trasferimento di nuovi conti ai suoi esattori privati ​​per almeno 60 giorni dal 13 marzo. Tali società devono smettere di chiamare i mutuatari, emettere avvisi o estratti conto. Tuttavia, puoi chiedere informazioni sul tuo debito.

Il Congresso ha codificato la tregua nel disegno di legge sulla spesa e l'ha prorogata fino al 30 settembre, ma si applica solo ai prestiti agli studenti detenuti dal governo federale. Le persone inadempienti sui prestiti federali bancari detenuti a fini commerciali potrebbero ancora vedersi confiscare una parte della busta paga, del reddito di invalidità o dell'intero rimborso delle tasse da parte del governo.

Il Dipartimento dell'Istruzione sta restituendo circa 1,8 miliardi di dollari a più di 830.000 mutuatari inadempienti i cui soldi sono stati trattenuto il 13 marzo o dopo, il giorno in cui il presidente Trump ha dichiarato l'emergenza nazionale. Se hai presentato le tasse in anticipo e ti è stato sequestrato il rimborso prima del 13, il denaro non verrà restituito. E il rimborso è disponibile solo per le persone con debiti all'interno del portafoglio di prestiti studenteschi del governo federale.

Cancellazione e rimborso del debito

Nonostante tutto l'entusiasmo per le proposte dei Democratici del Congresso di cancellare $ 10.000 o $ 30.000 di debiti studenteschi, i piani non sono riusciti a ottenere un sostegno bipartisan.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

I legislatori liberali hanno affermato che il condono del debito sarebbe stato un vantaggio per i mutuatari più in difficoltà, poiché la maggior parte delle persone inadempienti deve meno di $ 10.000. I repubblicani hanno sostenuto che le proposte erano ingiuste nei confronti delle persone che non hanno frequentato il college o che hanno rimborsato i loro prestiti studenteschi.

Tuttavia, i legislatori hanno acconsentito a un'agevolazione fiscale temporanea per le aziende che aiutano i propri dipendenti a ripagare il debito studentesco. L'assistenza per il prestito studentesco è diventata uno strumento di reclutamento popolare per le start-up e le grandi aziende, che hanno esercitato pressioni su Capitol Hill per sostenere il vantaggio attraverso il codice fiscale.

Ora, le aziende otterranno un'agevolazione fiscale per fornire ai dipendenti fino a $ 5.250 all'anno per ripagare il debito dell'istruzione. I critici di questa agevolazione fiscale dicono che non aiuta i mutuatari in difficoltà che hanno perso il lavoro o i lavoratori a basso salario che non hanno accesso al sussidio. I sostenitori dei programmi di assistenza ai prestiti agli studenti affermano che l'agevolazione fiscale incoraggerà altre società a offrire il vantaggio.

Nessuna azione federale sui prestiti privati

Il governo federale detiene la stragrande maggioranza dei prestiti agli studenti, ma ci sono ancora milioni di persone con prestiti per l'istruzione da banche e altre società finanziarie. Non c'è sollievo per loro nel pacchetto del Congresso.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

Alcuni istituti di credito privati ​​stanno offrendo assistenza durante l'epidemia. Discover Financial consente ad alcuni mutuatari di prorogare i pagamenti o posticiparli senza maturare interessi per due mesi. La Citizens Bank rinuncia alle tasse per il ritardo e offre una tolleranza per tre mesi. Sallie Mae offre una sospensione dei pagamenti di tre mesi, mentre Wells Fargo offre un differimento dei pagamenti di 90 giorni.

È meglio contattare il tuo prestatore per discutere della tua situazione, poiché ogni azienda ha i propri programmi di assistenza e regole per stabilire se si ha diritto al sussidio.